Con il giungere del quarto capitolo della serie, Mass Effect abbandona il sistema che ha costituito la parte centrale della sua prima trilogia: i dialoghi che determineranno il nostro allineamento, ovvero, se siamo degli Eroi o dei Rinnegati.

masseffect
Non vedremo più questa iconica schermata. Tuttavia, Bioware ha in serbo ben altro per noi

Molti saranno assolutamente contrari a questa scelta, dato che questo sistema di dialoghi è sempre stato presente all’interno dei giochi e ha donato a Mass Effect, e a Shepard, la sua identità di gioco che si modifica a seconda delle nostre scelte morali. Alle possibili critiche, risponde direttamente Mac Walters, il direttore creativo del team di Bioware:

So, Paragon and Renegade is gone. The reason they’re gone is because they felt very Shepard – they were very tied to the Shepard character, so they didn’t really make sense if we weren’t going to have Shepard as our protagonist

Quel che intende sottolineare Walters, è il fatto che il sistema dualistico del gioco è diventato un tratto di Shepard e tale rimarrà. Dunque, per evitare di creare un secondo Shepard, hanno deciso di eliminare il precedente sistema di dialogo, al termine del quale avremmo ricevuto punti per essere Eroi o Rinnegati. Il nuovo titolo non avrà come protagonista Shepard e quindi, dato che il precedente sistema gli calzava a pennello, avrebbe avuto poco senso riproporre le stesse meccaniche su nuovi protagonisti.

What we have now is based more around agreeing and disagreeing. The reason I like that is because in the trilogy it’s like, ‘I’m gonna play Paragon,’ and then you know which way you’re moving the stick on every conversation. You don’t have to think about it, because you’re just going to hit Paragon every time […] With agree and disagree it changes by the circumstance and it changes by the character you’re talking to, so you have to actually be more engaged in what’s going on, to know if you’re going to do that[…]We’ve added in four tones and we’ll talk a little more in the future, but they basically allow other types of characters to express them[selves] in one of four different ways, and sometimes one of two different ways. And I think that gets back to that more traditional role-playing sort of feeling which is less about ‘Do I want to be good or bad,’ and more about ‘How do I want to express myself?”

Walters, tuttavia, ci fornisce un’alternativa: il nuovo sistema di gioco sarà basato su dialoghi che esprimono consenso e dissenso, come da lui stesso dichiarato nel testo riportato qui sopra. Il tratto distintivo della passata trilogia è stato proprio il fatto che i giocatori spesso intendevano giocare Mass Effect o con un playthrough da Eroe o Rinnegato e, dunque, agivano di conseguenza, conoscendo esattamente quali risposte sarebbero servite per completare il gioco come Eroe o Rinnegato. Con il nuovo sistema di dialoghi la conversazione è più incentrata sulle circostanze in cui si parla e, in più, Bioware ha voluto aggiungere quattro diversi toni con cui pronunciare la linea di dialogo da noi scelta, dato che, come sostiene lo stesso Walters, è molto più da role-play scegliere come esprimersi piuttosto che decidere a priori se essere buoni o cattivi.

Voi siete contenti di questo nuovo sistema di dialoghi? Fatecelo sapere in un commento qui sotto!