NioH, titolo in esclusiva Playstation, potrebbe non solo rendere entusiasti milioni di giocatori, ma riportare in auge una software house come Team Ninja e Koei Tecmo, oltre a confermare un trend di giochi che sta prepotentemente riprendendosi la scena videoludica. Perché potrebbe fare le fortune della casa nipponica? Ve lo spieghiamo in breve.

Recentemente non è stato un periodo idilliaco per Team Ninja, che negli ultimi due anni non ha certo ingranato la marcia prendendo scelte organizzative opinabili. Infatti i prodotti della casa nipponica dal 2012 ad oggi sono stati di scarsa qualità e rendimento, quali Ninja Gaiden 3 e Yaiba: Ninja Gaiden Z, e questo ha convinto gli sviluppatori a fare leva sulle proprie vere capacità e rilanciarsi una volta per tutte.

La carta vincente di questo possibile rilancio? Proprio NioH, titolo annunciato nel lontano 2005 e poi finito nell’oblio dei progetti mai completati. Cosa potrebbe rendere davvero NioH il motore propulsore della rinascita di Team Ninja è la natura stessa del gioco, coinvolgente e con una difficoltà che rasenta l’impossibile, vero marchio di fabbrica della casa nipponica che sin dai primi capitoli della propria saga Ninja Gaiden era stata promotrice di questo stile di gioco,

Ma purtroppo le mode non sempre vengono capite subito, e i colpi di genio non sempre sono apprezzati al primo colpo, e fu così che questa tipologia di gioco venne rigettata nel tempo dalla community dei giocatori che preferivano titoli più ‘semplici’ e meno impegnativi. Si dovrà aspettare From Software e la sua celebratissima saga dei Souls per far tornare in auge questo stile di gioco, ed è proprio da qui che Team Ninja vuole ripartire.

“È stato un periodo difficile per noi; non veniamo da quel genere di scuola di design, giochi più semplici non erano il nostro forte. In quel periodo abbiamo fatto delle pessime scelte provando a fare certe cose, pensando che avremmo potuto soddisfare un particolare stile di gioco. Ci siamo persi”, queste le dichiarazioni del Creative Director di Team Ninja e NioH, che con parole ben precise descrive in quale condizione versava la software house, ma ora il vento potrebbe cambiare e il ritorno dei giochi ad alto tasso di difficoltà potrebbe riportare sulla cresta dell’onda lo studio giapponese. Un ritorno alle origini per Team Ninja, che può far gran spolvero del piatto forte della casa, la difficoltà, che in NioH è davvero altissima, come già dichiarato dagli sviluppatori (vedi articolo).

Di fatto quello che gli sviluppatori vogliono riproporre è un gameplay che prediliga la pazienza, la dedizione e la pratica, tutti ingredienti chiave per uno stile di gioco più ‘esperto’ e di qualità. Infatti le correnti che hanno influenzato gli sviluppatori sono molteplici, da Dark Souls a Borderlands, da Diablo a Gear of war, dalle quali sono stati estrapolati tutti gli aspetti più difficili, in modo tale da complicare la vita ai players e a costringerli ad un gioco attento, più cauto, e non un semplice corri e distruggi. Questa è la vera colonna portante del titolo, e suo bello.

Inoltre NioH di per sé promette davvero di essere una chicca di assoluta pregevolezza e curato in ogni dettaglio, un must a cui gli appassionati dello stile Souls non possono non giocare, o almeno provare, una volta nella vita. L’8 Febbraio, data d’uscita in Europa, è vicino e staremo a vedere l’impatto sul mercato e sui giocatori, nel frattempo l’hype continua a salire e noi non vediamo l’ora di provarlo. Unico difetto? Proprio l’esclusività per Playstation 4, ma per questo Team Ninja ha tempo d’imparare, in attesa del rilancio definitivo e nella nascita di (perché no?) una nuova fortunata (speriamo) saga come NioH.

Nel frattempo speriamo di contagiarvi con il nostro hype e con questa fantastica sequenza di screenshots che mostrano la cura dei dettagli nello sviluppo di NioH.