Le notizie riguardati Mass Effect Andromeda non tendono a diminuire, ma anzi, si fanno sempre più interessanti e succose con l’avvicinarsi della data di lancio, fissata per il 23 marzo in Europa per PC, Playstation 4 e Xbox One, e in accesso anticipato per chi è in possesso dell’abbonamento EA Access o Origin Access.

La notizia, se così si può definire, di oggi, va a chiarire uno degli aspetti per cui tale saga è annoverata nelle menti di molti utenti. Mass Effect è stato uno dei primi titoli che a vantare approcci più intensi tra i personaggi, alludendo, senza mai spingersi in scene definibili hot, a rapporti ed incontri amorosi. In tutti e tre, vi è più una sorta di piccola introduzione con cinematiche ed il seguito lasciato all’immaginazione, ma fondamentale nelle dinamiche della narrativa; nessuno di noi può aver finito la saga senza aver intrapreso una romance. Quello che forse fece più discutere fu il superamento di ogni tipo di “soglia”, dall’omosessualità alle diverse specie; ma parliamoci chiaro, era davvero necessario?

mass effect andromeda

A nostro avviso nè a suo tempo, nè adesso, tali tematiche devono essere un tabù tale da alzare polveroni mediatici, ma anzi godere del prodotto che BioWare e Electronic Arts presto renderanno disponibile per tutte le console e Pc. Meglio essere più critici sul gameplay e grafica non credete?

Torniamo però al tema caldo. Su Twitter, famoso social per interfacciarci in modo immediato anche con sviluppatori e celebrità, diviene una risorsa fondamentale per importanti notizie. Un utente in modo schietto infatti, si è rivolta a Michael Gamble, il padre della saga, e senza tanti giri di parole chiede “chi mi potrò fare?”.

La risposta non si è fatta attendere e rimane sullo stesso tono semplice ed efficace da parte di Gamble: “Tanti. Ed il sesso è piuttosto bello”. Questo ha fatto sì che la curiosità degli utenti si scatenasse chiedendone particolari più “espliciti”. Un altro utente chiede se “le scene saranno nello stile Electronic Arts”, quindi con un impatto più soft come nella trilogia o “nello stile CD Projekt Red”, facendo riferimento ovviamente a The Witcher 3.

La risposta in questo caso però non ha dato una chiara spiegazione, rimanendo sulla classificazione PEGI del titolo, messa agli atti come Mature, quindi per un pubblico 18+, lasciando un piccolo alone di mistero, dato che anche la trilogia fu pubblicata con la medesima etichetta.

Non ci resta dunque che attendere Mass Effect Andromeda il 23 marzo, o pochi giorni prima per gli abbonati ai servizi EA, per vedere quali trame romantiche potremo tessere in questa nuova avventura di BioWare.