Oggi, a San Francisco si è tenuta la conferenza Pre E3 di Oculus VR, dove sono state svelate succose novità e sorprendenti partnership per il visore  della realtà virtuale Oculus Rift.

È stata presentata ufficialmente la versione per i consumatori dell’Oculus Rift. La versione sarà provvista di un sensore per la profondità che verrà posizionato sulla scrivania e delle cuffie rimovibili che saranno capaci di riprodurre suoni a 360 gradi. Il sensore, inoltre è stato progettato per essere indossato come un cappellino da baseball e per essere il più leggero possibile, tanto da tenerlo con una mano.

La vera sorpresa, però, ce la regala Phil Spencer che si presenta improvvisamente sul palco per annunciare la partnership tra Microsoft e Oculus VR. Infatti, ogni Oculus Rift sarà disponibile con un controller Xbox One ed un adattatore wireless per esso. L’idea ha entusiasmato tanto Oculus che il CEO, Brendan Iribe, ha dichiarato che includere un gamepad nella versione consumer del Rift fosse “molto importante” definendolo “la mossa giusta per gli sviluppatori e per i gamer“. Ma la partnership con Microsoft non si riduce a questo, infatti, il sensore sarà compatibile totalmente con Windows 10 e potremo usarlo per giocare in streaming a tutti i giochi Xbox One. È bene precisare, però, che i giochi non saranno in 3D ma che saranno proiettati come se fossimo in una stanza virtuale.

Xbox-970-80
Phil Spencer durante l’evento pre E3 di Oculus VR


Oltre i giochi Xbox One, saranno disponibili giochi sviluppati appositamente per il sensore della realtà virtuale. Oltre giochi importanti come EVE Valkyrie di CCP e Edge of Nowhere di Insomniac Games, Oculus VR ha annunciato di aver stanziato 10 milioni di dollari da investire in sviluppatori indipendenti per regalare agli utenti nuove esperienze.

Sebbene alcuni giochi siano stati disegnati appositamente per essere giocati con il controller Xbox One, Oculus ha annunciato l’Oculus Touch una coppia di controller da mantenere in entrambe le mani che ci daranno la sensazione di manipolare gli oggetti nlla realtà virtuale. La demo “Half Moon” mostrata durante la conferenza ci ha mostrato alcune funzioni come la presa naturale, la rotazione completa del polso e la percezione se il giocatore stia indicando qualcosa o facendo il pollice in su.

Nulla di concreto, invece, per quanto riguarda prezzo e dato di uscita. Ci rimane solo aspettare l’E3 2015 dove Oculus sarà presente anche per mostrare nuove demo e magari ci verranno fornite più informazioni relative uscita.