Mass Effect: Andromeda continua a far parlar di se, infatti oltre i nuovi personaggi introdotti nel gioco di cui abbiamo parlato qui, sono da qualche giorno uscite informazioni sulla presenza di molte missioni secondarie e di enormi boss di cui hanno parlato il producer, Mike Gamble, e il director Marc Walters, in una loro intervista rilasciata a Gameinformer.

Sulla maggior parte dei pianeti ci sarà una forza ostile e solitamente saranno rappresentati da una base nemica o da dai rifugi. Queste basi richiedono diverso tempo per essere conquistate quindi nel caso in cui vogliate conquistarla dovrete essere preparati. È divertente perché c’è una combinazione di elementi sistemici e scriptati e se allerti troppi nemici parte un allarme che i giocatori dovranno disattivare. Solitamente ci sono anche elementi narrativi legati a queste missioni“.

“Troverete creature e possibili scontri che sono a un livello troppo alto per voi e ve ne renderete subito conto. Abbiamo molte altre cose come questa, in cui vi renderete conto di non essere pronti ma in cui saprete di voler tornare indietro successivamente”.

Inoltre è stata riportata la possibilità di passeggiare liberamente, senza alcun tipo di fastidioso caricamento, sulla nuova astronave chiama Tempest (che sembrerebbe guidata da un Salarian). Vi ricordiamo che Mass Effect: Andromeda non ha ancora una data di uscita confermata ma è ormai certo che uscirà nella primavera 2017, anche se la Bioware ha recentemente detto che non ha su di se alcuna pressione nel portare a compimento questo capitolo entro un certo tempo, poiché hanno ritenuto opportuno rendere al meglio l’esperienza di gioco lavorandoci sino alla fine.

Fonte: Eurogamer.it