Il direttore di Diablo 3, Jay Wilson, lascia la sua posizione dopo oltre 10 anni di lavoro nella compagnia. Ha avvisato il web con un Tweetjaywilson

Wilson sembra davvero dispiaciuto di questo cambiamento, ma ciò non è dovuto un licenziamento o una diatriba con Blizzard.

I’m leaving to pursue my original passion, writing. It’s what I was doing when I fell into this job, and I’ve always wanted to return to it

Jay Wilson, quindi, sembra volersi dedicare a ciò che consiste nella sua vera passione: la scrittura. Nonostante abbia dato tanto, ha deciso di realizzare il suo sogno nel cassetto: ha supportato Diablo 3 fin dal lancio curando i problemi di login e dei server, ha supportato e, su richiesta, eliminato la controversa casa d’aste che, nei primi tempi, aveva letteralmente diviso in due l’opzione dei fan del titolo. Dopo essersi occupato di Diablo 3, ha anche partecipato al Project Titan, ormai cancellato, e all’ultima espansione di World of Warcraft, storico marchio Blizzard: Warlords of Draenor. Wilson, quindi, non è stato importante solo per Diablo ma anche per molti altri lavori Blizzard ma adesso ha deciso di intraprendere un’altra strada, dopo 17 anni di lavoro come sviluppatore, non solo presso la casa statunitense, ma anche come sviluppatore per EA, Monolith Productions e Relic Entertainment, dove ha contribuito a Warhammer 40k: Dawn of War. Che dire, una perdita di valore storico per l’industria videoludica. Sono pochi gli sviluppatori che riescono a mettere passione nel loro lavoro e speriamo che nel panorama odierno ci sia sempre più spazio per persone che si dedicano totalmente al proprio lavoro con tale entusiasmo.