Final Fantasy XVI

Questo è dicerto un periodo molto favorevole per i fan di Final Fantasy. Non solo, infatti, nel corso della scorsa settimana è stato presentato Final Fantasy VII Rebirth, seconda parte del progetto remake in arrivo in esclusiva (probabilmente temporale) su PS5 il prossimo inverno, ma il mese si è aperto con il tanto atteso nuovo trailer di Final Fantasy XVI che, oltre a mostrare un gran numero di nuovi dettagli, ha ufficializzato la finestra di lancio dell’opera per l’estate 2023.

Tale evento è stato particolarmente significativo certamente per il trailer in sé, ma anche perché dopo di esso il team ha iniziato a condividere aggiornamenti sul gioco come nuove informazioni e diverse immagini.

In queste ore, Naoki Yoshida è stato intervistato da diversi portali di tutto il mondo (come Famitsu, IGN oppure lo stesso Blog di Square Enix), durante le cui chiacchierate sono emersi nuovi e interessanti dettagli su Final Fantasy XVI, nonché diverse conferme su quanto visto nei trailer già rilasciati. Vi riportiamo qui sotto i punti salienti:

  • Clive, il protagonista, potrà adoperare un gran numero di abilità ed attacchi basati sulle evocazioni classiche di Final Fantasy, le quali possono essere “switchate” in tempo reale e permettendo di concatenare diversi e potenti attacchi. Dopo aver ottenuto il potere di un Eikon, Clive sbloccherà le relative abilità spendendo i punti guadagnati in battaglia in un “sistema ad albero”.
  • Come visto nel trailer, in alcuni momenti potremo controllare un Eikon direttamente, in una battaglia tra evocazioni. Ogni battaglia avrà delle peculiarità, diventando una volta più simile ad uno shooter 3D, un’altra ad un picchiaduro, o trasformando l’intera area in un campo di battaglia. Ogni scontro tra Eikon avrà anche delle differenze a livello di interfaccia utente.
  • Clive sarà accompagnato da uno o più compagni per la maggior parte del suo viaggio, i quali parteciperanno in battaglia combattendo al fianco del protagonista e scambiando battute con lui. Essi saranno però controllati da una intelligenza artificiale (come in Final Fantasy XV).
  • Il cucciolo di lupo visto nel primo trailer si chiama Torgal e avrà un ruolo fondamentale in battaglia. Su ciò Yoshida non si è sbottonato molto, limitandosi però a dire “aspettate e vedrete“.
  • Creative Business Unit III ha scelto un setting di tipo fantasy medievale per Final Fantasy XVI prevalentemente perché è uno degli stili preferiti dai membri chiave del team di sviluppo, incluso lo stesso Yoshida.
  • Il mondo di gioco non sarà un vero e proprio open world, ma il game design è stato definito più come “basato su aree indipendenti” attraverso le quali “i giocatori potranno percepire meglio la sensazione di una ‘scala mondiale’“.
  • L’opera sarà una “esperienza completa” sin dal lancio e al momento il team non ha piani per del contenuto extra.
  • La storia porterà a vivere tre momenti diversi della vita di Clive: la sua adolescenza, i suoi vent’anni ed i suoi trenta.
  • Come già precedentemente riportato, Final Fantasy XVI è completamente giocabile dall’inizio alla fine, ma il doppiaggio in alcune lingue deve essere ancora completato. Altresì, il team si sta dedicando al debugging, ai ritocchi finali alle cutscenes, nonché ad un massiccio lavoro di play-testing per il bilanciamento, essendo un titolo improntato principalmente sull’azione.
  • È stato coinvolto anche il team di Kingdom Hearts, che ha dato il suo supporto nella realizzazione di alcune boss battle.
  • Un terzo trailer è attualmente previsto per questo autunno e si incentrerà più sul mondo di gioco, la lore e la trama.

Cosa ne pensate di queste nuove informazioni? Che aspettative vi siete fatti? Fatecelo sapere con un commento.