Dragon's Dogma

Hideaki Itsuno, director di Dragon’s Dogma, è una di quelle persone che sembrano non essere in grado di prendersi pause e che devono avere sempre le mani in pasta in qualche nuovo progetto; reduce del successo di Devil May Cry 5 (e della sua riedizione per next-gen Devil May Cry 5: Special Edition), si è subito lanciato nella creazione di un nuovo titolo, di cui fino a ieri non si sapeva nulla.

Durante l’evento stream per il decimo anniversario di Dragon’s Dogma di ieri sera, infatti, Capcom ha ufficialmente annunciato che l’apprezzatissimo JRPG dark-fantasy avrà un seguito, sebbene al momento non sono stati forniti ulteriori dettagli né un trailer di presentazione.

Subito dopo l’annuncio, tuttavia, è intervenuto l’account Twitter della serie a dare ulteriori informazioni, dichiarando che “Dragon’s Dogma II inizierà un ciclo completamente nuovo. Unitevi al director Hideaki Itsuno mentre riflette su come viene creato il mondo di Gransys e condivide l’annuncio del sequel in arrivo ed in sviluppo sfruttando il RE Engine“.

Per ovvie ragioni, non essendo stato pubblicato neppure un teaser, non è stata data né una data e né una finestra di lancio, anche se a gennaio Hideaki Itsuno aveva pubblicato un messaggio sul proprio account Twitter in cui, oltre al rituale augurio di buon 2022, dichiarava che nell’ultimo anno i lavori sul titolo hanno fatto progressi.

Quindi, nonostante le poche informazioni e la totale assenza di materiale visivo, si può ben sperare nell’andamento dello sviluppo e sulla sua qualità “grafica”, essendo sviluppato sullo stesso motore grafico degli ultimi Resident Evil e di Devil May Cry 5.

E voi, siete felici del ritorno di Dragon’s Dogma? Oppure avete più hype per l’annuncio di Final Fantasy VII Rebirth, la seconda parte del progetto remake di FF7?