State of Play

Come riportato precedentementeSony ha annunciato un nuovo State of Play che si terrà a partire della mezzanotte del 2 giugno 2022, durante il quale verranno mostrati titoli provenienti da studi di terze parti e si potrà finalmente dare un’occhiata ai vari titoli in sviluppo per PlayStation VR2.

Viste le ultime notizie su una possibile finestra di lancio per God of War Ragnarok , in molti hanno iniziato a pensare che l’evento, nonostante il chiaro annuncio di Sony, potrebbe portare con sé qualche novità in tal senso, oppure ancora l’annuncio di una qualche grossa esclusiva non ancora svelata.

A spegnere il fuoco dell’hype sono però intervenute tempestivamente le alte sfere di Sony, ricordando il comunicato ufficiale pubblicato sul PlayStation Blog e suggerendo di non montare troppe aspettative sulla presentazione.

Ad ulteriore riprova dell’assenza di grosse rivelazioni, in queste ore ha iniziato a circolare una presunta immagine leakata della scaletta dello State of Play, in cui è possibile leggere titoli interessanti e certamente attesi, ma non certo di chissà quale grosso calibro.

Stando all’immagine, che potete vedere qui sotto, la presentazione si aprirà con l’annuncio di un nuovo titolo denominato Project Destructive, seguito dal trailer – con presunta data di pubblicazione – di Stray (di cui non si hanno novità ufficiali da anni) e un primo trailer di Street Fighter 6, che secondo Jeff Grubb sarebbe stato mostrato proprio a tale evento.

Successivamente, la presunta scaletta prevede un trailer del già precedentemente mostrato action coreano Project Eve, seguito da un trailer di storia di Forspoken (con probabile data di rinvio), un gameplay trailer di Little Devil Inside (protagonista dello SoP dello scorso ottobre), nonché un nuovo trailer dedicato all’indie Tchia.

Dopo quanto sopra menzionato, nello spettacolo dovrebbe aprirsi la parentesi relativa al PSVR 2, con una prima e fugace occhiata all’offerta, seguito poi dall’annuncio della versione VR di Call of Duty: Modern Warfare 2 (recentemente annunciato ufficialmente quale prossimo titolo principale della serie), l’aggiornamento Last Hope e la modalità in realtà virtuale per Resident Evil Village, nonché di Avatar: Frontiers of Pandora.

L’evento, infine, dovrebbe chiudersi con due annunci: il primo è Daemonium, un nuovo titolo per PSVR 2, e di un “generico” Resident Evil 4 previsto per il 2023, di cui non sappiamo se si tratti del tanto famigerato remake o, data la cornice della presentazione, una versione PSVR 2 del RE4 già pubblicato su Oculus Quest 2.