Con l’avvento dell VRR su PS5, la domanda sorge spontanea, chi sfrutta meglio il VRR? e Digital Foundry e pronta a darci la risposta.

Il VRR sulla console ammiraglia di Sony è arrivato con un anno e mezzo circa di ritardo rispetto alla controparte Microsoft, ma sembra funzionare molto bene, ma prima di rispondere alla fatidica domanda che avete letto nel titolo, partiamo dalle basi, cos’è il VRR?

VRR è un acronimo che sta ad indicare il Variable Refresh Rate, una tecnologia che permette di adeguare il refresh rate degli schermi (ossia il numero di volte che l’immagine si aggiorna in un secondo) agli FPS, ossia fotogrammi per secondo, che vengono generati da una scheda grafica o in questo caso da una console. Nel mondo PC è una tecnologia che esiste da molto tempo, dapprima con l’AMD Freesync e l’Nvidia G-sync e negli ultimi anni con l’Adaptive Sync, una tecnologia innovativa che applica le migliorie delle due precedentemente descritte indipendentemente dalla marca della scheda grafica ed ha lo scopo principale di evitare problemi come il tearing, il judder e il lag.

Xbox Series X|S vs PS5, chi sfrutta meglio il VRR?

Ovviamente per sfruttare questa tecnologia bisogna avere anche uno schermo che supporta questa tecnologia, e sfortunatamente non sono molti e tendono a costare dì più, nel caso di PS5 funziona soltanto su schermi con HDMI 2.1 escludendo quindi molte tv di fascia bassa o di qualche anno fa e funziona soltanto in un range tra 40 e 120 Hz, limitazioni che invece Xbox non ha in quanto basta uno schermo che supporti l’AMD FreeSync (il che è strano, in quanto ambedue le console sono sviluppate su piattaforma AMD RDNA2). Per ulteriori informazioni riguardo alla nuova feature, vi rimandiamo al Playstation Blog.

Xbox Series X|S vs PS5, chi sfrutta meglio il VRR?

Altra carenza del VRR di PS5 è la mancanza del Low Framerate Compensation (LFC), tecnologia che permette di non avere problemi di visualizzazione quando il framerate oscilla al di fuori dei valori coperti dal VRR, ma che sta venendo ovviata via software dagli sviluppatori di giochi tramite patch. Difetti e limitazioni a parte, la nuova tecnologia si comporta egregiamente e stando alle prove di Digital Foundry i miglioramenti sono tangibili, ma il verdetto finale è che Xbox Series X|S sfruttano meglio il VRR.

Cosa ne pensate di queste nuove tecnologie? Avete già avuto modo di provarle? Come sempre, fatecelo sapere e continuate a seguirci per altre emozionanti novità dal mondo del gaming.