Max Payne

Dopo la pubblicazione della remastered di Alan Wake e l’annuncio di Alan Wake 2, un altro amato e storico nome associato a Remedy Entertainment sta per fare il suo ritorno: stiamo parlando di Max Payne.

In queste ore, infatti, Remedy e Rockstar Games hanno annunciato ufficialmente una collaborazione per la realizzazione di un remake totale di Max Payne Max Payne 2. I due titoli non avranno pubblicazioni divise, bensì saranno combinati un unico singolo capitolo che sarà “in linea con una tipica produzione AAA di Remedy“.

Remedy Entertainment, sviluppatore dei due capitoli originali, si occuperà di produrre il remake utilizzando il suo motore grafico proprietario Northlight Engine, lo stesso adoperato per Control. Rockstar, invece, che è proprietaria della IP e sviluppatrice di Max Payne 3, farà da publisher, finanziando il progetto. Nonostante i diritti siano di quest’ultima, è stato dichiarato che Remedy avrà “delle possibilità di royalty dopo che Rockstar Games avrà recuperato i costi di sviluppo, marketing, nonché di distribuzione e pubblicazione“.

Il progetto, ovviamente, si trova ancora nella fase di concept dello sviluppo, il che vuol dire che per vedere qualcosa dovremo ancora aspettare del tempo, ma è stato quanto meno confermato che verrà pubblicato su PlayStation 5, Xbox Series X/S e PC, quindi non soffrirà di una eventuale natura cross-gen, né dovrebbe (si spera) portarsi dietro alcuni dei problemi di ottimizzazione che affliggevano Control.

Il co-fondatore di Rockstar Games Sam Houser ha dichiarato che “Siamo stati felicissimi quando i nostri amici di vecchia data di Remedy ci hanno proposto di creare dei remake dei Max Payne originali. Siamo grandi fan del lavoro svolto da Remedy in questi anni e non vediamo l’ora di avere tra le mani questa nuova visione“.

Max Payne occupa un posto speciali nei cuori di tutti i membri di Remedy e sappiamo che è lo stesso per milioni di fan in tutto il mondo”, ha dichiarato il CEO di Remedy Tero Virtala. “Ci emoziona lavorare di nuovo con i nostri partner di Rockstar Games nel riportare ai giocatori la storia, l’azione e le atmosfere degli originali Max Payne, ma sotto una nuova luce”.

Vi ricordiamo che questo non sarà l’unico progetto in casa Remedy. Oltre al già citato Alan Wake 2, l’azienda finlandese è al momento al lavoro sullo shooter free-to-play Vanguard, un vero e proprio seguito di Control e un suo spin-off multiplayer intitolato Condor.