The Witcher

CD PROJECT RED annuncia oggi di essere tornata al lavoro su un altro capitolo che aprirà una nuova saga all’interno della pluripremiata serie videoludica di The Witcher, conclusasi ormai sette anni fa con il rilascio del capolavoro The Witcher 3: Wild Hunt, l’RPG open-world che ha collezionato centinaia di premi dal giorno del suo debutto.

La comunicazione anticipa che lo sviluppo di questo nuovo titolo avverrà per mezzo del motore di gioco Unreal Engine 5 e che verrà così sancita una partnership speciale della durata di diversi anni con Epic Games, lasciando intuire che non è esclusa la possibilità che il titolo sarà un’esclusiva o un’anteprima temporanea presso la piattaforma americana. Ricordiamo che la casa di sviluppo polacca ha fatto affidamento sulla tecnologia REDengine per la realizzazione dei suoi giochi sin dal rilascio di The Witcher 2: Assassins of Kings; questa tecnologia verrà ancora utilizzata, nonostante sia stato compiuto un grosso passo che porterà ad una stretta collaborazione con gli operatori di Epic Games per riuscire ad adattare al meglio le esigenze dei creatori al nuovo motore di sviluppo.

L’immagine che accompagna questa comunicazione lascia spazio a disparate congetture, mostrando un medaglione raffigurante un felino (molto diverso dal medaglione della scuola del Gatto già mostrato precedentemente nei videogiochi) che lascia presumere l’arrivo di un nuovo protagonista strigo che non dovrebbe appartenere all’ordine di Kaer Morhen. Purtroppo non sono ancora disponibili ulteriori dettagli, ma restano ancora vive le speranze che i rumor circolati tempo fa sullo sviluppo di un titolo interamente dedicato alle vicende di Cirilla Fiona Elen Riannon (aka Ciri) possano realizzarsi in un’intera nuova saga.

Stando alle vicende narrate nei libri, la sede centrale della scuola del Gatto – sita presso il castello Stygga – è stata occupata dopo il suo abbandono dal mago Vilgefortz e dallo stesso trasformata in base operativa. Questo potrebbe rappresentare un interessante punto di ancoraggio con le vicende della saga precedente, sempre che ci sia ancora l’intenzione di fare riferimento alla fonte letterale dell’autore polacco Andrej Sapkowski.

In attesa di ulteriori aggiornamenti sulla scelta narrativa di CD PROJEKT RED relativa all’universo di The Witcher, continua il tentativo della software house polacca di ricostruire l’immagine del brand dopo il passo falso commesso con il rilascio di Cyberpunk 2077, partendo proprio dall’aspetto tecnologico e tecnico.