Platinum Game Nier Automata

Le acquisizioni sono state uno dei principali hot-topic del 2021 e dell’inizio di questo 2022, tanto da diventare anche fonte di dichiarazioni da parte di Atsushi Inaba, nuovo CEO di Platinum Games,

Negli ultimi tempi, infatti, hanno fatto molto clamore le due grandi acquisizioni di Microsoft, prima del colosso Zenimax/Bethesda e successivamente dell’importante Activision-Blizzard, nonché il colpo di Sony che è riuscita ad inglobare nei propri studios un team come quello di Bungie.

Argomento di discussione è stata però proprio l’acquisizione di Activision-Blizzard, che ha dato spunto al CEO di Platinum per parlare del futuro della società. Durante un’intervista con il portale VGC in cui si dibatteva di tale oggetto, Inaba ha difatti parlato di come anche lo studio non sia contro l’idea di farsi acquisire in futuro, l’importante è che tuttavia non vengano imposti vincoli alla libertà creativa dei membri del team,

La cosa più importante per noi è avere la libertà di creare i titoli che vogliamo costruire“, ha dichiarata Inaba. “Riguardo alle recenti acquisizioni, non credo Microsoft arriverà a micro-gestire Activision fino a privarli della loro libertà. Dubito costruiranno un rapporto di questo tipo. Credo che ci sarà una buona quantità di rispetto reciproco e che Activision riuscirà a continuare a fare ciò che gli riesce meglio“.

Volgendo l’argomento verso Platinum, Inaba ha poi dichiarato che “Alla fin fine, questo è ciò che conta anche per noi, a prescindere dalla forma che assumeremo noi o la nostra compagnia. Quindi resterò aperto all’idea, l’importante è che venga rispettata la nostra libertà“.

Visti i trascorsi di Platinum Games con titoli diventati opere di culto, come Nier: Automata, o videogiochi particolarmente attesi, come Bayonetta 3, di certo non mancheranno società intenzionate ad accaparrarsi uno degli studi più talentuosi nel panorama del Sol Levante.

Ricordiamo Platinum Games è anche un team particolarmente prolifico, infatti il prossimo 8 marzo approderà su PC e console Sony Babylon’s Fall, mentre il terzo capitolo di Bayonetta non ha ancora una finestra di lancio, ma lo sviluppo sembra proseguire più che discretamente. Inoltre, proprio recentemente lo studio si è detto molto interessato a proseguire i lavori su Scalebound, progetto in esclusiva Microsoft che venne però cancellato anni fa.