rockstar gta 5 red dead redemption 2

Quando si parla di Rockstar Games, non si può non pensare alla sua tanto iconica quanto discussa saga criminale di GTA.

Recentemente, infatti, dopo la pubblicazione di GTA: The Trilogy – The Definitive Edition, i preparativi per l’approdo di GTA 5/GTA Online sulle console next-gen, l’annuncio di una versione di San Andreas su Oculus Quest 2, nonché rumor sulla versione rimasterizzata di GTA 4, Rockstar non solo ha ufficializzato l’esistenza di GTA 6, ma persino dichiarato che i lavori sul titolo procedono bene.

Non va però dimenticato un altro importante franchise targato Rockstar, ossia quello di Red Dead Redemption, serie che con gli anni, grazie soprattutto al bellissimo e sontuoso Red Dead Redemption 2 e alla sua ottima componente online, è entrata nel cuore di un numero sempre più consistente di videogiocatori.

Se, da parte del pubblico, entrambi i franchise hanno portato la società americana a diventare sinonimo di qualità, dall’altra Rockstar ha potuto contare su un decisamente alto numero di vendite e copie distribuite, tali da garantirgli una stabilità degli utili non indifferente.

Come infatti riportato nel rapporto periodico di Take Two, Grand Theft Auto: The Trilogy – The Definitive Edition, pur con tute le problematiche riscontrate, può contare ad oggi ben 10 milioni di copie distribuite, mentre Grand Theft Auto V è riuscito a volare oltre le 160 milioni di unità. In totale, l’intero franchise di GTA ha al suo attivo oltre 360 milioni di copie vendute, un numero che si può tranquillamente considerare impressionante se si pensa che il franchise di Pokemon (considerato il più venduto del mondo) conta ad oggi 380 milioni di copie.

Decisamente più timide, ma non per questo meno importanti, sono invece le vendite di Red Dead Redemption 2, il quale è arrivato a quota 43 milioni di copie, portando l’intero franchise di RDR a superare le 65 milioni di unità vendute.