metroid dread

Metroid Dread è stato atteso dai fan della serie e del genere metroidvania per quasi vent’anni, ma alla fine è arrivato sulle nostre Nintendo Switch durante il corso di quest’anno, concludendo l’arco narrativo dei cinque titoli 2D iniziato con l’originale Metroid del 1986.

Partendo da un simile presupposto, qualcuno potrebbe pensare che Dread rappresenti l’ultimo titolo della serie, un pensiero che tuttavia, visto il successo della serie e della sua protagonista, no sembra essere stato ancora preso in considerazione né da Nintendo né dal creatore della serie Yoshio Sakamoto.

Quest’ultimo, infati, in una intervista con il portale CNET ha dichiarato che “finché Samus esisterà, credo che la sua avventura continuerà. Penso che Samus dovrebbe proseguire la sua avventura e ciò è un qualcosa in cui dovremmo mettere tutto il nostro impegno. È vero, Metroid Dread conclude l’arco narrativo di cinque storie iniziato 35 anni fa, tuttavia non è il capolinea. Ci sarà qualcosa capace di continuare il franchise e il suo universo. Quindi sì, finché Samus sarà così amata, a me piacerebbe portare avanti il mio lavoro“.

Metroid Dread è al momento disponibile per Nintendo Switch, Switch Lite e la nuova Switch OLED. Per chi volesse provare il titolo con mano prima di acquistarlo, vi ricordiamo che è disponibile la demo sull’eshop Nintendo.