I fan di Overwatch e Diablo ormai lo sanno fin troppo bene che Activision Blizzard non se la sta passando benissimo in questo ultimo periodo.

La società, che già non navigava in acque tranquille, ha dovuto affrontare uno scandalo quando sono venuti a galla i comportamenti inappropriati diffusi all’interno dei propri uffici, come molestie sessuali e casi di discriminazioni, sfocati in un’indagine lunga due anni da parte del DFEH e di altri enti governativi americani, che hanno anche portato al recente licenziamento di oltre 20 dipendenti.

Come se ciò non bastasse, nel corso della scorsa settimana, senza alcun preavviso, Blizzard ha deciso di cancellare la BlizzCon Online. Annunciata inizialmente per i primi mesi del 2022, infatti, la convention è stata ufficialmente cancellata per permette a Blizzard di concentrarsi di più sullo sviluppo dei loro giochi.

Ma, a quanto pare, oltre al danno ora si aggiunge anche una beffa che inasprirà ancor di più i già esasperati utenti della società.

In queste ore, infatti, Blizzard ha confermato che i suoi due maggiori progetti, ossia Overwatch 2 e Diablo 4, hanno subito un rinvio interno.

Tramite un post sul suo account Twitter, il giornalista Stephen Totilo ha riportato una comunicazione interna di Activision Blizzard nella quale si legge: “Questi due [Diablo 4 e Overwatch 2] sono tra i titoli più attesi dell’industria e i nostri team hanno fatto grandi passi verso il completamento durante gli ultimi trimestri. Tuttavia, crediamo che concedere ai team ulteriore tempo per completare i progetti e per aumentare le proprie risorse creative per supportare i titoli dopo il lancio, assicurerà qualità e durabilità ai titoli e alle community per diversi anni“.

Se è vero che da una parte, tecnicamente parlando, non vi erano ancora neppure delle finestre di lancio precise, ciò lascia intendere che l’aspettativa di attesa per entrambi i titoli è destinata a crescere ulteriormente.