The Dark Pictures Anthology: House of Ashes è disponibile

Ormai ci attende solo l'ultimo capitolo

0
house-of-ashes

Finalmente abbiamo il nuovo capitolo della Dark Pictures Anthology: House of Ashes, uno dei tantissimi titoli in uscita questo mese! In questa nuova terrificante avventura ci catapulterà nell’Iran del 2003. All’ombra delle montagne Zagros, le Forze Speciali sono alla ricerca di armi di distruzione di massa, ma vengono attaccate da qualcosa di sconosciuto. Quest’entità è talmente forte da far scatenare un terremoto e squarciare il terreno, squarcio nel quale cadono sia soldati americani che iracheni.

Vagando in questo territorio ormai sconosciuto e fuori dal mondo, i protagonisti troveranno quello che resta di un tempio appartenente ai sumeri. Inoltre, saranno tagliati fuori da tutte le comunicazioni, quindi i nostri protagonisti dovranno esplorare questo luogo e cercare di rimanere uniti, a prescindere dalla bandiera d’appartenenza, così da poter sopravvivere.

In House of Ashes i protagonisti saranno ben cinque e tutti hanno un motivo per essere lì, e ovviamente, ogni scelta che farete potrebbe porre fine alle loro esistenze. Dunque preparatevi a lottare contro un’entità sconosciuta e ultraterrena.

Ora ci attende l’ultimo capitolo di questa lunghissima antologia del terrore: The Devil in Me, di cui trailer è disponibile alla fine di House of Ashes. In questo quarto capitolo pare che l’horror non sarà più concentrato sull’ultraterreno ma sulla malvagità dell’uomo, visto che avrà come “villain” un serial killer che ha realizzato una mostruosità usando un cadavere, un sistema idraulico e un registratore di voce. Insomma, sembra proprio un horror dove vedrete un sacco di violenza ed elementi che potrebbero impressionare chi non è abituato a questo tipo di orrore.

Cosa ne pensate di quest’antologia del terrore? Giocherete House of Ashes? Fateci sapere la tua opinione su questa serie di giochi realizzata da Supermassive Games, creatori anche di Until Dawn! Potete farlo usando il box che troverete alla fine dell’articolo, continua ad andare giù!