La pubblicazione di Cyberpunk 2077 è ormai avvenuta quasi un anno fa e, come ben sappiamo, è costata molto a CD Projekt Red.

Se da una parte, infatti, l’avventura di V ha saputo convincere pubblico e critica sotto tanti aspetti, dal punto di vista tecnico l’ultima opera dello studio polacco ha offerto il fianco a ben più di una critica, soprattutto per via di una ottimizzazione su PlayStation 4 e Xbox One a dir poco imbarazzante.

Sebbene sulle nuove console non si siano riscontrati gli stessi catastrofici problemi, ma comunque capaci di minare pesantemente l’esperienza di gioco, in molti hanno preferito aspettare le patch appositamente studiate per portare Cyberpunk su next-gen, dato che per ora il titolo gira solo in retrocompatibilità e sfrutta in modo minimo la potenza superiore di PS5, Series X e PC di fascia alta.

Come precedentemente riportato, pare che tuttavia l’attesa per questi giocatori e per la patch next-gen debba essere prolungata.

Tramite i propri accout social, infatti, CD Projekt Red ha dichiarato di aver spostato al 2022 (rispettivamente al primo e al secondo trimetre) sia la patch next-gen di Cyberpunk 2077 che la versione per le nuove console di The Witcher 3: Wild Hunt, opera che ha consacrato lo sviluppatore polacco nell’olimpo videoludico nella scorsa generazione.

Vi riportiamo il comunicato ufficiale:

Cari giocatori,
abbiamo un aggiornamento importante riguardante gli aggiornamenti alle versioni di nuova generazione di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3: Wild Hunt per console e PC. Sulla base delle raccomandazioni dei team di sviluppo al lavoro sui due progetti, abbiamo deciso di posticipare le uscite al 2022.
L’attuale obiettivo per Cyberpunk 2077 è il Q1 2022, mentre The Witcher 3: Wild Hunt è attualmente programmato per il Q2 del 2022.
Ci scusiamo per l’attesa prolungata, ma vogliamo essere certi che siano all’altezza“.