Tom Clancy’s Splinter Cell Conviction

Ci sono voluti poco meno di 10 anni, ma Ubisoft ha dato il via alla produzione di un nuovo Splinter Cell. Niente di ufficiale, ovviamente ma un report di Tom Henderson (giornalista e insider) pubblicato su VGC ha svelato i progetti del publisher e sviluppatore franco canadese per il grande ritorno di Sam Fisher.

Come specifica Henderson, non è ancora chiaro quali studi di Ubisoft siano coinvolti nel nuovo Splinter Cell. Secondo l’insider, però, allo stato attuale il nuovo videogioco sarebbe in sviluppo non a Montreal, responsabile principale della produzione di quasi tutte le IP dello sviluppatore. Il gioco sarebbe un sequel diretto ed è entrato nel primo stage di produzione. Un reveal per il 2022, stando alle parole di Henderson che è entrato in contatto con delle fonti molto vicine a Ubisoft è decisamente una possibilità remota, ma c’è comunque una piccola chance che possa mostrarsi.

È vero, siamo ancora nel campo dei rumor e delle ipotesi ma di un nuovo Splinter Cell oramai si parla da parecchio tempo. Lo stesso Yves Guillemot (CEO di Ubisoft) aveva parlato di un possibile ritorno dopo l’E3 2018 della serie, mentre Luca Ward (doppiatore italiano del protagonista della serie) aveva già dichiarato che un nuovo gioco della serie era in sviluppo. Anche Jeff Grubb (noto giornalista molto vicino agli ambienti di sviluppo Microsoft e non solo) ha parlato nella giornata di ieri, specificando come già per l’E3 2021 la stessa Ubisoft aveva progettato una sorta di gioco con la stessa identica struttura dei precedenti titoli di Sam Fisher.

Per il ritorno di Splinter Cell ci vorrà ancora un po’ di tempo, ovviamente. Pur conoscendo l’alta affidabilità di Henderson, vi invitiamo a prendere queste informazioni con le pinze e soprattutto a non sperare in conferme da parte di Ubisoft nel breve periodo: per eventuali ufficialità, infatti, l’appuntamento sembra essere rimandato al 2022.