Monster Hunter Rise, nuovo capitolo della premiata serie targata Capcom, ha visto il suo debutto nei negozi il 26 marzo 2021, ma già dopo poche settimane si è potuto già parlare di un vero e proprio successo commerciale, grazie alle oltre 5 milioni di copie vendute.

Un successo di certo ben lontano dalle 24 milioni di copie vendute da Monster Hunter World, ma se si considera che ha ormai superato il numero di copie vendute da MHW: Iceborne e raggiunto ormai le oltre 7,5 milioni di copie (tra distrubuzione retail e vendite digitali), si può comprendere bene il livello di successo dell’opera.

Successo che, ricordiamolo, è destinato ad aumentare grazie all’approdo di Monster Hunter Rise su PC il 12 gennaio 2022, ma che non porterà con sé alcune feature in cui la community sperava: ossia il cross-play e cross-save tra le versioni Nintendo Switch e PC.

Ad annunciare la mancanza di tali opzioni è stata Capcom stessa tramite l’account Twitter della serie ha così dichiarato: “Abbiamo ascoltato le vostre richieste per il cross-save/cross-play per #MHRISE e #SUNBREAK, ma sfortunatamente, dopo averci provato durante lo sviluppo, non siamo riusciti ad implementarle. Apprezziamo il vostro continuo feedback e supporto“. 

Insomma, se si vorrà collaborare tra amici nella caccia ai mostri di Capcom, bisognerà munirsi della stessa piattaforma di gioco.