fifa 22 esports

Nei prossimi anni il brand di FIFA legato ai videogiochi di Electronic Arts potrebbe cessare di esistere. A riportarlo è lo stesso publisher e sviluppatore di Redwood, che commentando i risultati finanziari dell’ultimo capitolo (che ha debuttato una settimana fa) si è sbilanciato, affermando che la cessazione della licenza è una opzione presa in considerazione.

FIFA 22 logo

Cosa significa tutto ciò? Probabilmente nulla a livello di giochi in sé. Il marchio FIFA infatti concede solamente l’utilizzo della licenza e delle competizioni come i Mondiali. Le immagini dei giocatori invece sono legate a FIFPRO, un’associazione che gestisci i diritti di quasi la totalità dei calciatori del globo, mentre invece gli accordi a livello di licenza sono presi individualmente tra squadre e campionati. Analizzando questi fattori, EA ha specificato che nel corso dei prossimi mesi potrebbe essere presa in seria considerazione l’idea di proseguire su una strada indipendente, pur mantenendo la struttura classica della serie.

Come si legge nel comunicato stampa, infatti, il publisher sta esplorando l’idea di cambiare brand a tutti i giochi di calcio targati EA. “Siamo in procinto di rivedere i nostri diritti con la FIFA, che è separata da tutte le altre partnership ufficiali e licenze”, si legge nel comunicato stampa. Sotto questo aspetto, Electronic Arts potrebbe tranquillamente intraprendere un percorso alternativo, mantenendo comunque inalterato il gameplay e le caratteristiche che hanno reso famosa la serie.