New World

Il team di sviluppo dietro New World è stato molto attento a bandire alcuni tipi di nickname. Attenzione: oltre ai classici pseudonimi offensivi, Amazon Game Studios ha messo al bando altre due parole, abbastanza particolari, che saranno impossibile da poter usare come nome per il vostro nuovo personaggio.

La storia è raccontata da Morgan Park, editor di PC Gamer, che ha raccontato la sua esperienza con il primo MMO del colosso del settore terziario, che oltre all’e-commerce si occupa anche di gaming e distribuzione video. Park spiega come abbia tentato di nominare il suo personaggio in New World con due pseudonimi: Bezos e Amazon. In entrambi i casi, ovviamente, il gioco non ha avvallato questa sua particolare richiesta. E possiamo già immaginare i motivi dietro questa scelta.

Park ci ha provato comunque lo stesso, anche inserendo alcune varianti. Tra queste troviamo JeffB, Bez0s e Be Zos. Tutte quante, ovviamente, bloccate da New World. Tutte questi nomi sono stati inseriti nella stessa lista di parole scorrette, andando quindi ad equipararsi a insulti razzisti e offensivi verso la persona. C’è però un bug: Beff Jezos funziona eccome, ma purtroppo era già in uso.

Per quale motivo però Amazon dovrebbe bloccare certi nomi all’interno del suo gioco? Beh, ci sono diverse opzioni dietro questa scelta. La prima che ci viene in mente, ovviamente, è quella di bloccare eventuali proteste verso l’azienda o il suo fondatore.

New World è disponibile da ieri alle 8:00 italiane. Il gioco è uno dei più giocati su Steam, con un picco di quasi 300.000 giocatori connessi nello stesso momento. Avete preso anche voi parte all’avventura oppure no? Fatecelo sapere con un commento alla notizia.