I giocatori si sa, sono molto pignoli quando si parla di framerate e godibilità di un titolo, e questa volta a finire nella discussione è il nuovissimo Life is Strange: True Colors.

Pare che la nuova creature di Square Enix, nonostante sia uscita solo da 4 giorni, sia già sotto i riflettori, infatti i giocatori si sono accorti che il framerate del gioco è stato bloccato a 30 fps, senza nessun apparente motivo. Gli sviluppatori avendo notato la diatriba online, hanno prontamente risposto alle critiche, spiegando che le motivazioni che li hanno spinti a bloccare il framerate a 30 fps fossero più che sensate, infatti la scelta è stata fatta per offrire una esperienza più cinematografica, essendo questa una avventura grafica dopotutto non richiede un elevato frame rate.

Nonostante la spiegazione più che plausibile data dagli sviluppatori, il web resta diviso, tra coloro comprendono la scelta e coloro che non la concepiscono totalmente, soprattutto dopo che alcuni hanno fatto notare che solamente le versioni console soffrono di questo difetto, infatti la versione pc può arrivare senza troppi problemi a 60 FPS, rendendo quasi vane le parole di Dontnod.

Life is Strange: True Colors, il framerate è bloccato a 30 fps

Vi ricordiamo che Life is Strange: True Colors è uscito il 9 settembre su PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series S|X, Nintendo Switch, Microsoft Windows e il streaming su Google Stadia. Cosa ne pensate di questa diatriba sul web? Come sempre, fatecelo sapere e continuate a seguirci per altre emozionanti novità dal mondo del gaming.