Dopo aver annunciato prezzi, apertura dei preordini e date di lancio per le sue nuove console, Microsoft è andata letteralmente all-in con un’altra novità di spessore resa nota nel corso della stessa giornata: l’inclusione del servizio EA Play, fino ad oggi offerto come abbonamento indipendente (sia su Xbox che su PlayStation), all’interno di Xbox Game Pass Ultimate.

L’integrazione è prevista per un generico “holiday 2020”, lasciando ipotizzare che possa arrivare nel medesimo periodo del lancio di Xbox Series X e Xbox Series S. Fino ad oggi, il servizio EA Play era venduto al costo di 24,99 euro annuali o 3,99 mensili, che verranno quindi inclusi nei 12,99 euro del Game Pass.

EA Play rappresenta una delle due offerte di Electronic Arts per accedere al suo catalogo (l’altra è EA Play Pro, disponibile solo su PC a un costo maggiore e che prevede la possibilità di giocare determinati videogiochi fin dal day one), e comprende videogiochi come le serie di Battlefield, Dead Space, Mass Effect, Need for Speed, Dragon Age, Crysis, FIFA, Madden, Titanfall e via discorrendo. L’integrazione con il Game Pass permetterà agli utenti Xbox di avere a disposizione circa 40-50 giochi in più senza alcun costo aggiuntivo.

Microsoft ed EA, in questo modo, rinsaldano una partnership che andava avanti da anni e che sicuramente porrà i giocatori Xbox in una posizione “privilegiata” rispetto a tutti gli altri nell’accedere al catalogo del publisher americano-canadese. Che ne pensate di questa notizia?