Star Wars: Squadron si è rivelato pochi giorni fa grazie a un primo trailer. Un titolo interamente dedicato ai piloti e ai mezzi interstellari. Niente spade laser o combattimenti di terra quindi, a differenza degli ultimi giochi precedentemente sviluppati intorno all’universo di George Lucas.

Durante l’EA Play svoltosi questa notte, gli sviluppatori hanno avuto modo di rivelare ulteriori dettagli sul gioco e un nuovo trailer dedicato al gameplay .

Come già annunciato, il titolo disporrà di una campagna a giocatore singolo, e di un comparto multiplayer composto da due modalità 5v5.

La storia di Star Wars: Squadron è ambientata al termine dell’Episodio 3, ovvero dopo la distruzione della seconda Morte Nera. I giocatori potranno scegliere da quale parte schierarsi: se nei panni di un pilota della squadriglia imperiale Titan oppure come combattente della Nuova Repubblica.

Gli scontri multigiocatore offriranno invece due diverse modalità, che si svolgeranno nelle 6 differenti location disponibili al lancio. Combattimenti tra caccia, ovvero il classico deathmatch e Battaglia tra Flotte. Quest’ultimo consiste in uno scontro (giocabile anche contro nemici controllati dalla IA) in cui i piloti dei due schieramenti saranno chiamati a eliminare sistematicamente le navi più grandi della flotta nemica, fino all’abbattimento dell’ammiraglia.

Per ognuna delle due fazioni avremo a disposizione, al lancio, 4 classi differenti di velivoli, per un totale di 8 mezzi, con la possibilità di personalizzare l’aspetto esterno e interno del caccia, oltre che quello del nostro pilota. La progressione nel gioco ci porterà, inoltre, a sbloccare una serie di potenziamenti applicabili ai diversi sistemi del nostro mezzo.

PRIMA PERSONA

A differenza di quanto accaduto con i due capitoli della serie Battlefront e con Rogue Squadron, Star Wars: Squadron sarà giocabile esclusivamente in prima persona. Una scelta, a detta degli sviluppatori, adoperata in favore della natura più competitiva del titolo: la terza persona risulterebbe tatticamente più vantaggiosa in quanto amplierebbe il campo visivo durante il combattimento.

Dall’interno del cockpit del nostro caccia, sia esso un Tie imperiale o un bombardiere Y-Wing della flotta ribelle, avremo inoltre modo di godere di una maggiore immersività disattivando l’hud di gioco, e utilizzare direttamente la strumentazione di bordo.

Disattivando l’hud, ci caleremo ancor di più nella parte di pilota. Riconoscete il tipo caccia stellare della foto dall’interno?

Pilotare un caccia in uno scontro richiederà maggiori accortezze rispetto, per esempio, ai capitoli di Star Wars: Battlefront. Oltre allo stato generale della nave, a quanto pare dovremo gestire anche il flusso di energia diretto alle armi, agli scudi deflettori e ai propulsori, a seconda delle necessità del momento.

Star Wars: Squadron sbarcherà su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 2 ottobre 2020, con supporto al VR e al Cross-Play. Nel frattempo, fateci sapere cosa ne pensate di quanto mostrato e raccontateci nei commenti le vostre aspettative su questo nuovo titolo ambientato tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…