The Last of Us Part 2

Un terremoto non indifferente scatenato da un leak di The Last of Us Part II ha fatto tremare Sony e Naughty Dog sin dalle fondamenta.

Quello che si annuncia come il titolo definitivo a chiusura della generazione di PlayStation 4 (come lo fu, del resto, il primo con PS3) è stato vittima di una fuga di materiale che ha reso disponibile diversi gameplay che hanno svelato parti fondamentali riguardanti la trama.

A poche ore dalla notizia, sono immediatamente cominciate a circolare le voci e le teorie sul e sui presunti responsabili. La più quotata è stata quella legata a qualche dipendente (o ex-dipendente) di Naughty Dog o di qualche membro di altri team affiliati a Sony che, scontento per la situazione lavorativa, si sarebbe vendicato veicolando in rete il delicatissimo materiale.

A quanto sembra però, come traspare dalle pagine di GameIndustry.biz, Sony avrebbe infine identificato i responsabili di questi leak. Si tratterebbe di un gruppo di persone, non affiliate a Naughty Dog e nemmeno a Sony, che comunque non ha voluto comunque rivelare altre informazioni in merito.

Nessun dipendente scontento, quindi, dietro a uno dei più casi più caldi del periodo. Resta però da capire allora come qualcuno, esterno ai team di sviluppo del titolo, abbia potuto trafugare e pubblicare materiale tanto delicato.

E voi cosa ne pensate della vicenda? Siete incappati in qualche spoiler di the Last of Us Part II? Vi ricordiamo che il titolo sbarcherà in esclusiva PlayStation 4 il 19 giugno di quest’anno. Seguiteci per altri aggiornamenti e fateci sapere le vostre impressioni nei commenti!