The Division 2 – Beta Privata – La situazione

0

Oggi è il terzo e ultimo giorno della beta privata di Tom Clancy’s The Divison 2, l’ultima fatica del TPS Ubisoft – Massive.

In questi 3/4 giorni di Beta, Ubisoft ci ha mostrato una fetta molto importante di quello che troveremo come gioco definitivo sugli scaffali il prossimo 15 marzo.

Abbiamo provato moltissimi degli elementi del gioco, sperimentando persino l’endgame, la Zona Nera e una nuova modalità di PvP basata su schermaglia.

Come tutte le Beta però non sono mancati i problemi ai server e al client del gioco che, in più di un’occasione, hanno creato bug o glitch che hanno rovinato l’esperienza complessiva. Nulla di grave, s’intende, ma pur sempre fastidi che possono essersi moltiplicati in modo più specifico su alcuni account piuttosto che ad altri.

Tuttavia, come consuetudine di Massive, ogni giorno abbiamo dovuto scaricare una piccola patch (circa 120 MB su Xbox One), e subire una manutenzione mattutina dei server.

Le patch rilasciate hanno risolto in modo efficace i problemi, mano mano che venivano segnalati, regalando, sopratutto nelle giornate di ieri e di oggi, delle sessioni particolarmente lunghe e serene.

Ci sentiamo, in tutta onestà, di fare i complimenti a Ubisoft e Massive per come hanno gestito questo Beta e per la quantità di materiale che ci hanno mostrato, sul gioco, in questi giorni.

Evidentemente questo è un segnale deciso sulla fiducia che hanno riposto in questo sequel di The Division, e a noi di 17K Group ha piacevolmente sorpreso.

Continueremo a supportare il gioco sulla nostra community Green Zone di The Division, che rinnoveremo a breve, per il sequel. Qui potete trovare pagina e gruppo Facebook.

Nei prossimi giorni scriveremo un articolo più approfondito sulle impressioni avute in questa beta privata e su ciò che possiamo aspettarci da questo sequel.