Sono state annunciate da poco le nomination per i Game Critic Awards E3 2015, premio che ogni anno viene conferito ai titoli, divisi per categoria, che hanno spiccato rispetto agli altri.
Negli anni però questo premio che viene assegnato dalle testate giornalistiche del settore (potete visitare il sito ufficiale), ha lasciato dietro di se molti dubbi in noi giocatori che rimaniamo molto sorpresi per le nomine e soprattutto per i vincitori. Spesso sembra che ci sfuggano i criteri su cui sono basate tali decisioni e quali siano le caratteristiche che fanno prevalere un gioco rispetto all’altro. Come per il 2014, anche quest’anno le scelte che sono state fatte ci lasciano dei grossi dubbi sul tipo di valutazione che è stata fatta dei titoli presentati all’E3 2015. Le conferenze appena passate hanno fatto molto discutere, ci sono state tante belle sorprese ma anche molteplici delusioni. Alla luce di questo analizziamo insieme i candidati.

Best of Show:

  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios/Bethesda)
  • Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games/SCE)
  • Oculus Touch (Oculus VR)
  • Star Wars Battlefront (DICE/EA)
  • Uncharted 4: A Thief’s End (Naughty Dog/SCE)

Stiamo parlando del miglior titolo presentato all’interno di una conferenza e ad un primo sguardo crediamo che ve ne siano alcune che non si meriterebbero nemmeno di essere in lista, tanto da lasciare giochi molto quotati fuori dalla lista. Non vedere nulla che appartenga a Microsoft e Ubisoft è veramente strano, come è sospetto vedere due titoli Sony di cui si sa poco e niente. A nostro avviso il gioco che più si merita questa nomination e ci auguriamo anche la vittoria è senza ombra di dubbio Fallout 4.
Battlefront
risulta ancora circondato da molti dubbi (“nebuloso il suo futuro è” cit.) così come Uncharted 4 di cui si è visto davvero poco.fallout_4_63529

 

Best Original Game:

  • Abzu (Giant Squid/505 Games)
  • Cuphead (Studio MDHR)
  • Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games/SCE)
  • The Last Guardian (GenDesign/SCE Japan/SCE)
  • Unravel (Coldwood Interactive/EA)

L’originalità dei giochi è un tema molto toccato nell’ambito dei videogames, noi giocatori la chiediamo sempre a gran voce. Questo non ci è parso originale solo qualche titolo che purtroppo non è stato incluso in questa lista. Tra i nominati il migliore sicuramente è Cuphead che non ha eguali in originalità, cartoni animati anni ’80 che sfideranno boss finali in tutti i livelli presenti all’interno del gioco. La grafica di questo gioco è eccellente per quello che rappresenta, la semplicità di questo titolo lo rende anche così geniale.

cuphead-flower1

Best Console Game:

  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios/Bethesda)
  • Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games/SCE)
  • Star Wars Battlefront (DICE/EA)
  • Super Mario Maker (Nintendo)
  • Uncharted 4: A Thief’s End (Naughty Dog/SCE)

Come detto per il primo premio, sicuramente chi si merita di più di essere premiato, elogiato ma soprattutto giocato fino all’ultimo minuto possibile è Fallout 4, che si è mostrato in grande forma, svegliando in tutti gli appassionati e non solo, la voglia di averlo. Introduce grandi innovazioni e basandoci sulle dichiarazioni che si sono susseguite avrà anche una enorme longevità rispetto a grandi titoli di questo periodo che puntano molto sulla grafica e ci lasciano neanche 10 ore di gioco. Bethesda punta tantissimo sul quarto capitolo della saga post-apocalittica e siamo sicuri che ci regalerà un grande titolo ( forse uno dei migliori titoli per next-gen?).

Best Handheld Game:

  • Fallout Shelter (Bethesda Game Studios/Bethesda)
  • Mario & Luigi: Paper Jam (AlphaDream/Nintendo)
  • Persona 4 Dancing All Night (Atlus)
  • The Legend of Zelda: Tri Force Heroes (Nintendo)

Best PC Game:

  • DOOM (id Software/Bethesda)
  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios/Bethesda)
  • Just Cause 3 (Avalanche Studios/SquareEnix)
  • Star Wars Battlefront (DICE/EA)
  • Tom Clancy’s Rainbow Six Siege (Ubisoft Montreal/Ubisoft)

Per queste due categorie è difficile esprimersi, troppo presto per fare una valutazione obbiettiva e ed essendo tale questo articolo non ci sbilanceremo finche non potremo dire con certezza dopo averli provati quale risulti migliore.

Doom-E3-2015-Teaser

Best Hardware:

  • Microsoft HoloLens (Microsoft)
  • Oculus Rift (Oculus VR)
  • Oculus Touch (Oculus VR)
  • Project Morpheus (Sony Computer Entertainment)
  • Xbox Elite Wireless Controller (Microsoft)

Anche in questo caso il terreno è inesplorato, sono tutte grandi idee e sicuramente innovative ma aspettiamo che prendano piede sul mercato per darne il giusto giudizio. Una nota la spendiamo per il controller Elite, veramente bello da vedersi, un oggetto per “professionisti” ma non solo. La possibilità di poter scegliere, settare e calibrare ogni aspetto lo rende un oggetto da mettere nella lista desideri, anche se il prezzo non è dei più bassi. Project Morpheus torna in questa lista di candidati come l’anno precedente, non crediamo che quest’anno sarà il vincitore come non lo è stato nel 2014.

Best Action Game:

  • DOOM (id Software/Bethesda)
  • Halo 5: Guardians (343/Microsoft Studios)
  • Just Cause 3 (Avalanche Studios/SquareEnix)
  • Star Wars Battlefront (DICE/EA)
  • Tom Clancy’s Rainbow Six Siege (Ubisoft Montreal/Ubisoft)

Titoli interessanti e la categoria ancor di più, decisamente la più apprezzata dai giocatori e decisamente quella che fa fare più incassi alle software house. Sinceramente è un classe molto combattuta ed i giochi in lizza per il premio sono belli quanto misteriosi. Sbilanciandosi ci auguriamo che il vincitore sia per la fama che per il successo avuto negli anni sia Halo 5: GuardiansTom Clancy’s Rainbow Six Siege.

i-cant-get-over-the-rainbow-six-1402654609589

Best Action/Adventure Game:

  • Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games/SCE)
  • Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (Kojima Productions/Konami)
  • Rise of the Tomb Raider (Crystal Dynamics/Microsoft Studios)
  • The Last Guardian (GenDesign/SCE Japan/SCE)
  • Uncharted 4: A Thief’s End (Naughty Dog/SCE)

Tre titoli Sony, un esclusiva temporanea Xbox e un multi piattaforma (state cercando di dirci qualcosa giudici?). Mi prendo la responsabilità di ciò che sto per dire ma questi titoli sono tutti ottimi, sulla carta però. Sappiamo pochissimo, abbiamo visto ancora meno e poca concretezza nell’uscita, perchè votarli? Quindi il mio voto va ad esclusione ed al posto suo meriterebbero altri titolo ma se non c’è scelta, tra questi merita Rise of the Tomb Raider.

Best RPG:

  • Dark Souls 3 (From Software/BandaiNamco Games)
  • Fallout 4 (Bethesda Game Studios/Bethesda)
  • Fire Emblem Fates (Intelligent Systems/Nintendo)
  • Mario & Luigi: Paper Jam (AlphaDream/Nintendo)
  • Sword Coast Legends (nSpace/Digital Extremes/Wizards of the Coast)

Inserire Dark Souls 3 di cui non si sa ancora praticamente nulla è davvero ridicolo, come si fa a valutare un gioco solo per la fama dei suoi predecessori? E’ davvero ridicolo.

Best Racing Game:

  • Forza Motorsport 6 (Turn 10/Microsoft Studios)
  • Need for Speed (Ghost Games/EA)
  • Trackmania Turbo (Nadeo/Ubisoft)

In questa categoria troviamo gli esponenti di quest’anno: menomale! Nel 2014 vinse il peggiore in lista, The Crew, che si confrontava con Driveclub e Forza Horizon 2. Oggettivamente premierei Need for Speed che ritorna in grande stile dopo aver ascoltato i fan della serie e si ricollega alle origini. Forza Motorsport è sempre stato un grande titolo e quest’anno si migliora introducendo il ciclo giorno/notte e il meteo variabile ma la paura è che il motore e le dinamiche siano sempre alle stesse. Se seguiamo la logica degli anni precedenti non vincerà nessun dei due, anzi sarà premiato l’imbarazzante Trackmania.

Need-for-Speed-2

 

Best Sports Game:

  • FIFA 16 (EA Canada/EA)
  • NHL 16 (EA Canada/EA)
  • Madden NFL 16 (Tiburon/EA)
  • Pro Evolution Soccer 2016 (Konami)
  • Rory McIlroy PGA Tour (EA Tiburon/EA)

Serve davvero un premio per i giochi sportivi che ogni anno restano sostanzialmente uguali? A nostro parere no. In più se non fosse per il calcio, in Italia giochi di questo tipo sono assolutamente fuori mercato e non classificabili.

Best Family/Social Game:

  • Disney Infinity 3.0 (Avalanche Software/Disney Interactive)
  • Guitar Hero Live (FreeStyleGames/Activision)
  • LEGO Dimensions (TT Games/WBIE)
  • Rock Band 4 (Harmonix)
  • Super Mario Maker (Nintendo)

Best Online Multiplayer:

  • Call of Duty: Black Ops III (TreyArch/Activision)
  • Halo 5: Guardians (343/Microsoft Studios)
  • Star Wars Battlefront (DICE/EA)
  • Tom Clancy’s Rainbow Six Siege (Ubisoft Montreal/Ubisoft)
  • Tom Clancy’s The Division (Massive/Ubisoft)

Difficilissimo esprimersi in questo campo, il multiplayer è un campo minato per ogni gioco (ricordate la Masterchief Collection?). Per Halo 5: Guardians è interessante la nuova modalità Warzone riguardo la quale sarà necessario un approfondimento prima di giudicare. Call of Duty è sempre lo stesso, lo sarà anche stavolta? I più interessanti sono i titoli Ubisoft e puntiamo su di loro, in particolare The Division che mira a creare una grande community grazie alle sue dinamiche MMO.

Tom-Clancys-The-Division-demo

Best Indie:

  • Abzu (Giant Squid/505)
  • Below (Capy Games)
  • Cuphead (Studio MDHR)
  • No Man’s Sky (Hello Games/SCE)
  • Wattam (Funomena)

Insomma le nomination ci hanno lasciato basiti, a noi pare che serpeggi una certa faziosità verso alcune softwarehouse e annesse esclusive. Si sa che poi saranno i giocatori con il pad in mano ad eleggere involontariamente i migliori titoli ma vedere la stampa videoludica in queste condizioni è davvero amareggiante. Voi cosa ne pensate?

Articolo a cura di Virginia Paravani e Lorenzo Divus.