downloadSono passati ormai 5 anni dall’ultimo capitolo della saga targata Nintendo, e addirittura 8 da quando abbiamo avuto tra le mani un BUON gioco. In questo lasso di tempo, la grande N è come se avesse lasciato nel dimenticatoio la cacciatrice di taglie intergalattica privandole dello spazio che merita, non pubblicando nemmeno un gioco o uno special dedicato al 25° anniversario (avvenuto il 6 agosto 2011); in merito a quest’ultimo caso c’è stato Harmony of a Hunter, un album “creato dai fan per i fan” che racchiudeva cover di gran parte delle musiche della saga realizzati in vari stili musicali (e c’è stato un secondo album, Harmony of a Hunter: 101% Run in cui ho partecipato artisticamente, ndr.). Nonostante la magistrale bellezza di questi 2 album, non possiamo dire di essere soddisfatti al 100% (o al 101%), ma quest’anno più di prima le possibilità che al prossimo E3 (Electronic Entarteinment Expo) verrà presentato un nuovo Metroid sono piuttosto alte (e consideriamo che l’anno prossimo sarà il 30° anniversario della saga).

Da parecchio tempo gira la probabilità che vedremo venire annunciato un nuovo capitolo durante la conferenza Nintendo. Ancora più rispetto all’anno scorso, dove i rumor erano assai pochi ed erano sorti a pochissimi giorni di distanza. In più, negli ultimi mesi sono venuti alla luce delle notizie riguardanti un Metroid cancellato, in lavorazione sin dal 2012. Recentemente invece sono sbucati fuori dei concept art da varie case videoludiche minori, le quali non avrebbero potuto realizzare il gioco in questione. Nelle ultime settimane, piuttosto, sono nate delle voci di corridoio un pò banali, ma che se vere potrebbero portare a sviluppi interessanti. Uno screenshot proveniente da Bayonetta 2 ci mostra la protagonista in un bar con indosso la Tuta Energia di Samus, mentre ordina un “Serbatoio Energia, agitato, non shakerato”. Secondo questi recenti rumor, la Platinum Games stessa potrebbe essere dietro allo sviluppo di un nuovo Metroid. La cosa potrebbe avere degli interessanti sviluppi, dato il successo di molte testate della casa. Tuttavia ci sono più “ma” che “se”: Bayonetta 2 è stato distribuito esclusivamente su WiiU, perciò non sorprende che la Nintendo abbia inserito un bonus dedicato al gioco in questione. In più, la possibilità di sbloccare tale skin per il personaggio c’era sin da subito, quindi non è stato nemmeCEsH0_fWIAA6D_tno un contenuto scaricabile. La scena nel bar poteva benissimo far parte di un normale filmato. Stessa cosa con Monster Hunter Ultimate 4: con il DLC di Maggio è possibile utilizzare delle skin di vari personaggi del mondo videoludico, tra cui appunto la Tuta Energia. Perciò, è per queste ragioni che è davvero difficile che dietro alla produzione del prossimo gioco ci sia effettivamente la Platinum Games.

Dopo il fiasco dell’ultimo Metroid: Other M, la cui produzione era stata affidata alla Team Ninja che ha creato un gioco ibrido tra i primi capitoli e i recenti in prima persona ma con notevoli problemi, non sorprende che il team di Yoshio Sakamoto abbia voluto lasciar correre. Però per riportare in auge la saga sarebbe meglio affidare il nuovo capitolo alle ormai esperte mani della americana Retro Studios, la quale ha creato la stupefacente trilogia di Metroid Prime (contribuendo anche ai capitoli su Nintendo DS, quali Metroid Prime Hunters, First Hunt e Metroid Prime Pinball), anche se oggi come oggi non è più la stessa di allora. Certo, anche sperimentare nuove possibilità è un bene: potrebbe così nascere un gioco che potrebbe rivaleggiare persino con i Prime, anche se è un’impresa molto ardua. Un nuovo capitolo per WiiU sarebbe meglio non realizzarlo con l’intenzione di sfruttare le funzionalità tecnologiche della console per puro divertimento: potrebbe rischiare di fare la fine del mediocre Sonic Lost Worlds. Anche per quanto riguarda il 3DS, la bellezza di un Metroid non sta solamente nei comandi di gioco, ma nell’immersività del suo universo, nella bellezza e profondità della storia. Il mix di tutti questi fattori ci ha portato ad amare questa saga, probabilmente la più matura e dark tra le serie Nintendo.

Detto ciò, rumor veri o falsi che siano, l’unica certezza che abbiamo è che non ci resta che aspettare la conferenza Nintendo il 18 Giugno per poter prendere il volo per le profondità dello spazio.