NOTA: Questo articolo è puramente ironico e non è rivolto a nessuna persona in particolare.

Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato le interessanti scoperte riguardo l’HaterGamer, essere affascinate che si aggira per le community di tutto il mondo. Oggi vi parleremo di un’altra creatura che prolifera nel ambiente videoludico ossia la GamerGurl.

La GamerGurl, a differenza della sua lontana parente la GamerGirl che è veramente esperta, finge di essere appassionata di videogiochi nonché della cultura nerd in generale. In realtà cerca solo un pretesto per mostrare i suoi attributi creati da madre natura per attirare gli esponenti dell’altro sesso. La GamerGurl è alla costante ricerca di attenzioni, si nutre di esse, e per ottenerle pubblica in continuazione proprie foto e video che la ritraggono in pose stimolanti in una vaga cornice videoludica. Ciò causa reazioni chimiche ed ormonali negli esponenti più sensibili dell’altro sesso che rimarranno ipnotizzati dalle doti della GamerGurl.
I luoghi privilegiati in cui si muove sono i social come Facebook, Twitter, YouTube, Twitch etc dove si esalta vedendo un alto numero di follower, iscritti e seguaci. Più sono gli iscritti più cercherà nuove attenzioni, quindi ricorrerà a nuovi mezzi per ottenerle: giveaway, contest, domande dei fan e tante altre iniziative mirate a soddisfare la sua fame.
La GamerGurl a volte può evolversi nella Cosplayer di facili costumi la quale sfrutta le suddette doti fornite da madre natura per rendere particolarmente interessanti i propri cosplay per il solito pubblico di giovani maschi sensibili.

Voi vi siete imbattuti in esemplare di questa specie che si sta ahimè rapidamente diffondendo? Se si dove? Fatecelo sapere per il bene della scienza. Un abbraccio, Divus.