Di seguito potete trovare la lista dei lanciarazzi leggendari in Borderlands 3: le armi saranno raggruppate per produttore e secondo l’ordine alfabetico, a ciascuna di esse saranno associati il testo in rosso, una descrizione del funzionamento, un commento generale e talvolta suggerimenti per le build, seguita da una valutazione da 1 a 5 alle prestazioni di ciascuna di esse.

Per finire, verrà indicato il farming spot dell’arma, dovesse essercene uno preciso; Gearbox inoltre ha affermato di voler estendere i loot pool dei nemici, dato che finora la maggior parte delle armi è world drop.

NOTA: Parte della guida è ancora work in progress. Sentitevi liberi di contattarci presso la nostra pagina facebook per lasciarci feedback o per aiutarci a completare la libreria immagini.

LANCIARAZZI LEGGENDARI IN BORDERLANDS 3

LANCIARAZZI LEGGENDARI ATLAS

FREEMAN

L’uomo giusto nel posto sbagliato può fare una grande differenza.

Il Freeman è un lanciarazzi Atlas molto particolare, dato che non possiede alcuna modalità di fuoco alternativa, a differenza di tutte le altre armi del produttore: al posto di possedere una meccanica di gunplay che fa andare i colpi automaticamente a destinazione, quest’arma invece si comporta esattamente come il lanciarazzi di Half Life 2, ovvero seguendo il puntatore laser del giocatore, allineato col la mira.

Il Freeman è un lanciarazzi con ottime statistiche generali, infatti possiede un buonissimo danno per colpo e un’ottima cadenza di fuoco, ma non è uno dei lanciarazzi più utilizzabili di Borderlands 3: infatti, fra tutti i lanciarazzi leggendari è forse il meno interessante, al Freeman infatti non è difficile preferire un regolare lanciarazzi Atlas a colpo multiplo e dotato di dardi traccianti.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: Secondino presso L’Incudine.

RUBY’S WRATH

Non c’è via di scampo.

Il Ruby’s Wrath è senza alcun dubbio il miglior lanciarazzi Atlas in circolazione, nonché uno dei più potenti lanciarazzi leggendari di tutto Borderlands 3. Infatti, ogni qualvolta troviate un Ruby’s Wrath, fate in modo di tenerlo da parte perché sarà forte indipendentemente dal cacciatore della cripta impersonato.

La meccanica del Ruby’s Wrath è semplice: esso ostenta al massimo le qualità dei lanciarazzi Atlas a colpo multiplo e la sua modalità di fuoco alternativa è solo ed esclusivamente una “granata vortex”: a differenza delle normali granate traccianti questa crea un effetto di singolarità che ha alcuni vantaggi strategici, in primis la capacità di disabilitare dal combattimento qualsiasi nemico sufficientemente vicino da rimanere coinvolto nell’esplosione. Dopodiché, i razzi si recheranno automaticamente a destinazione, infliggendo uno dei più alti DPS raggiungibili dai lanciarazzi leggendari in Borderlands 3.

A farne particolarmente buon uso sono sicuramente Zane e Moze, ciascuno dotato di abilità particolarmente affini al suo impiego: Zane può sparare colpi multipli, potendo così scagliare più di una granata vortex simultaneamente, inoltre può consegnarlo al suo digiclone come arma equipaggiata o far passare i missili attraverso la barriera, garantendone danno aumentato; Moze possiede invece delle abilità che oltre a consentirle di sparare infinite granate traccianti o missili, amplificano la potenza delle esplosioni e di tutte le armi a colpi multipli.

Anche Amara può farne un uso eccellente, dato che in Borderlands 3 tutte le abilità riguardanti il rimbalzo dei proiettili si applicano anche ai missili: con la stretta di fase e le giuste abilità, il Ruby’s Wrath su Amara quando infligge danno può generare missili aggiuntivi che colpiscono i nemici adiacenti. Infine, Fl4k può ottenere colpi critici multipli da quest’arma, i cui colpi saranno particolarmente devastanti durante la sparizione.

L’unico difetto reale del Ruby’s Wrath è che la sua granata vortex possiede un cooldown lunghissimo, pari a 12 secondi, che ne limita l’impiego in caso di mancato tracciamento. In realtà l’arma rimane perfettamente impiegabile, anche se la sua efficacia sarà limitata.

VALUTAZIONE: 5/5 – ECCELLENTE

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

LANCIARAZZI LEGGENDARI TORGUE

HIVE

Pieno d’api.

L’Hive fa ritorno da Borderlands 2, dove era conosciuto per essere uno dei lanciarazzi più introvabili di tutto il titolo, nonché uno impiegabile in diverse glitch a dir poco esilaranti, fra cui una che mostra Joltzdude in questo video.

Le meccaniche di gunplay del Hive sono rimaste quasi identiche in Borderlands 3: l’arma spara un proiettile “alveare”, da cui vengono generati diversi missili a ricerca, che infliggeranno ciascuno un quantitativo immenso di danni corrosivi.

Le differenze rispetto al passato riguardano semplicemente alcuni dettagli: in Borderlands 2 il proiettile alveare aveva una gittata limitata, bloccandosi in aria dopo un certo periodo, dimostrandosi particolarmente adatto come dispositivo di Crowd Control. I missili a ricerca tuttavia avevano una gittata estremamente limitata, pertanto l’arma andava utilizzata con molta intelligenza.

In Borderlands 3 il proiettile alveare non ha più gittata limitata, così come i missili a ricerca hanno una gittata e un effetto di tracking assai amplificati; altri pregi consistono in un numero molto superiore di missili a ricerca generati per singolo alveare. pertanto il modo più conveniente di impiegarlo è semplicemente quello di spararsi sui piedi e lasciare che l’arma faccia tutto il resto.

L’Hive, come altre armi, è al centro di alcuni exploit che riguardano l’uso della Jakobs Unforgiven: infatti, cambiando arma e impugnando quella pistola, quando i missili infliggono danno essi potranno infliggere danni critici aumentati, proprio come avviene per i colpi della Unforgiven stessa. I missili a ricerca del Hive inoltre verranno boostati dalla barriera di Zane.

Come il Ruby’s Wrath e lo Scourge, Hive è un altro dei migliori lanciarazzi leggendari di Borderlands 3.

VALUTAZIONE: 5/5 – ECCELLENTE

DOVE OTTENERLA: drop esclusivamente riservato alla Principessa Tarantella II presso  Splinterlands.

QUADOMIZER

.

Teoricamente il Quadomizer è un’arma eccellente: 4 missili per colpo, ciascuno dei quali infligge un buon danno, in cambio di un consumo di munizioni relativamente contenuto sono un’offerta che fa decisamente gola.

Tuttavia, il Quadomizer non è esattamente un granché: la sua cadenza di fuoco è incredibilmente bassa ed è il principale ostacolo al suo impiego, inoltre l’arma è poco precisa, poco maneggevole e ha una lunghissima animazione di cambio arma, lasciando esposti per molto tempo agli attacchi dei nemici.

Inoltre, il Quadomizer continua a cambiare elemento, riproducendo il comportamento del Furibondo: i suoi danni saranno casualmente radioattivi, incendiari o corrosivi, il che gli fornisce un comportamento non deterministico.

VALUTAZIONE: 2/5 – SCARSA

DOVE OTTENERLA: drop esclusivamente riservato al Furibondo presso la Basilica dimenticata.

SCOURGE

.

Normalmente lo Scourge sarebbe un lanciarazzi estremamente facile da sottovalutare, dato che la sua weapon card non lascia presagire nulla di interessante: in realtà si tratta di un’arma eccellente, forse il più potente dei lanciarazzi leggendari di Borderlands 3 e sicuramente il più exploitabile.

Lo Scourge, di fatto, non è niente altro che una revisione del Hive, che riproduce l’esatto comportamento del missile alveare direttamente sul missile principale, che sin dall’inizio del suo tragitto comincerà a generare missili a ricerca, continuando a farlo fino a quando non raggiungerà la sua gittata limite.

Questo vuol dire che per impiegare correttamente lo Scourge non dovrete MAI colpire direttamente il bersaglio, né utilizzarlo in un luogo chiuso, ma preferire una traiettoria “tangente” ai nemici e possibilmente senza colpi diretti: questo consentirà all’arma di generare un enorme quantitativo di colpi aggiuntivi, ciascuno dei quali infliggerà enormi danni.

Lo Scourge, come altre armi, è al centro di alcuni exploit che riguardano l’uso della Jakobs Unforgiven: infatti, cambiando arma e impugnando quella pistola, quando i missili infliggono danno essi potranno infliggere danni critici aumentati, proprio come avviene per i colpi della Unforgiven stessa. I missili a ricerca dello Scourge inoltre verranno boostati dalla barriera di Zane.

Per farvi un’idea della potenza di quest’arma, potete osservarla guardando questo video.

VALUTAZIONE: 5/5 – ECCELLENTE – CON RISERVA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

TUNGUSKA

Spacca il cielo.

Il Tunguska era un lanciarazzi perlescente di Borderlands 2, che ha fatto ritorno in Borderlands 3 come arma leggendaria e come uno dei più deludenti lanciarazzi leggendari del titolo.

In teoria le meccaniche di gioco sono esattamente le stesse: quando i colpi del Tunguska esplodono, automaticamente viene generato un missile secondario che infligge enormi danni su una vastissima area. In passato questo effetto era così potente che il Tunguska non veniva usato perché troppo pericoloso per il giocatore stesso.

In realtà, in Borderlands 3 il quest’arma non possiede né un buon danno per colpo, né una buona area d’effetto, né un buon danno per il missile secondario. In cambio, sul Tunguska funziona (correttamente) la meccanica dei Gyrojet, anche se questi pare non abbiano alcun impatto sul danno accumulato, a differenza di quanto avviene con altri normalissimi lanciarazzi Torgue. Non è completamente spazzatura, ma ci si avvicina parecchio.

VALUTAZIONE: 2/5 – SCARSA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

LANCIARAZZI LEGGENDARI VLADOF

JERICHO

Io preferisco l’arma che si deve usare una volta sola.

Il Vladof Jericho è un potentissimo lanciarazzi leggendario Vladof che trae ispirazione, di nome e di fatto, dal prototipo di arma mostrata da Tony Stark all’inizio del film Marvel Iron Man.

Proprio come nel film, il Jericho genera dei missili secondari ogni volta che uno dei suoi razzi incontra una superficie solida, i quali pioveranno sul terreno, infliggendo danni aggiuntivi. La modalità di fuoco alternativa è solo ed esclusivamente a mortaio Vladof, peraltro con una potenza decisamente superiore alla media.

Qui tuttavia finiscono i pregi dell’arma: a fronte di ottime statistiche generali, fra cui un conteggio di proiettili notevole, come tutti i lanciarazzi leggendari Vladof il Jericho rallenta tantissimo chiunque lo utilizzi, limitando la capacità di movimento e quindi il suo impiego. L’effetto è ancor più accentuato, al punto che anche i personaggi con velocità di movimento sensibilmente aumentata dalle abilità o mod di classe possono percepirlo.

Inoltre, i proiettili secondari del Jericho danneggiano gli alleati in co-op, un errore che speriamo Gearbox fixi il prima possibile.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico, ma potrebbe droppare più facilmente dal Capitano Traunt presso Athenas.