Di seguito potete trovare la lista dei fucili da cecchino leggendari in Borderlands 3: le armi saranno raggruppate per produttore e secondo l’ordine alfabetico, a ciascuna di esse saranno associati il testo in rosso, una descrizione del funzionamento, un commento generale e talvolta suggerimenti per le build, seguita da una valutazione da 1 a 5 alle prestazioni di ciascuna di esse.

Per finire, verrà indicato il farming spot dell’arma, dovesse essercene uno preciso; Gearbox inoltre ha affermato di voler estendere i loot pool dei nemici, dato che finora la maggior parte delle armi è world drop.

NOTA: Parte della guida è ancora work in progress. Sentitevi liberi di contattarci presso la nostra pagina facebook per lasciarci feedback o per aiutarci a completare la libreria immagini.

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI IN BORDERLANDS 3

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI DAHL

MALAK’S BANE

benvenuti alla fine di tutto.

Il Malak’s Bane è un fucile da cecchino della Dahl che oltre ad essere leggendario è anche un’arma E-Tech. Come tutti i fucili da cecchino E-tech di Borderlands 3 (fatte le dovute eccezioni) le sue prestazioni sono decisamente scadenti e di fatto è una delle peggiori armi del gioco.

La peculiarità del Malak’s Bane è la sua capacità di passare da fucile da cecchino a shotgun E-Tech come se fosse un’arma Vladof, tuttavia questa seconda modalità di fuoco oltre a non aver comunque prestazioni interessanti consuma un quantitativo di munizioni probitivo.

Fino a quando Gearbox non darà maggior rilievo ai fucili da cecchino E-Tech in generale, potrete tranquillamente buttare il Malak’s Bane ogni volta che lo trovate.

VALUTAZIONE: 1/5 – PESSIMA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

STALKER

Non rimane che un freddo guscio.

Il Dahl Stalker è un fucile da cecchino introdotto con l’evento Sanguinoso Raccolto (Bloody Harvest) e disponibile solo durante l’evento. Anche questo fucile da cecchino è E-Tech, ma a differenza di molti altri le sue prestazioni sono eccezionali: lo Stalker infatti ha un’elevatissima cadenza di fuoco, spara esclusivamente a raffica ed è pressoché esente da rinculo, oltre ad avere un elevatissima efficacia elementale (solo ed esclusivamente gelante) e una buonissima velocità dei proiettili.

Rimane un’arma di nicchia, che può essere sfruttata bene per completare le sfide dell’evento o nelle build gelanti/elementali di Zane. La sua peculiarità consiste nel variare fra due modalità a raffica pressoché identiche, dove i colpi vengono semplicemente sparsi su una linea orizzontale o una verticale.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: Solo durante l’evento Sanguinoso Raccolto (Bloody Harvest), probabilità aumentata dai nemici dell’evento.

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI HYPERION

CROSSBOW

.

Hyperion Crossbow potrebbe tranquillamente essere uno dei migliori fucili da cecchino di tutto Borderlands 3, non fosse che la sua peculiare modalità di fuoco lo rende del tutto inutilizzabile. Questo fucile da cecchino infatti spara un proiettile affetto dalla gravità (come faceva ad esempio il Longbow in Borderlands 2), con una gittata fin troppo breve per poter essere sfruttato.

Inoltre il caricatore del Crossbow vanta solo ed esclusivamente un colpo, per cui deve essere ricaricato ogni volta dopo aver sparato.

VALUTAZIONE: 2/5 – SCARSA

DOVE OTTENERLA: Urist McIncursor presso Lectra City.

WOODBLOCKER

Non si passa a Woodblocks se non si ha voglia di sc***re.

Woodblocker è un fucile da cecchino che mescola le meccaniche dei fucili da cecchino Hyperion con quelli Dahl: la sua precisione aumenta sparando come coi primi, ma la modalità di fuoco è esclusivamente a raffica.

Il Woodblocker non è un’arma completamente malvagia, semplicemente gode della cattiva reputazione di tutti i fucili da cecchino di questi due produttori in Borderlands 3. Inoltre, il rinculo forse troppo elevato durante le raffiche lo rende poco utilizzabile.

Il Woodblocker è un’arma che si ispira in tutto a modelli visti in passato come l’Hyperion Invader.

VALUTAZIONE: 2/5 – SCARSA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI JAKOBS

HEADSPLOSION

Capita in continuazione.

I fucili da cecchino Jakobs sono forse fra i più soddisfacenti in Borderlands 3, nonché quelli che più ripagano l’alta precisione, la pazienza e i colpi critici. Headsplosion è la punta di diamante di famiglia Jakobs, nonché probabilmente il miglior fucile da cecchino non automatico di Borderlands 3.

Headsplosion, oltre a possedere danno esplosivo (rivelandosi quindi uno fra i migliori fucili da cecchino per Moze), è accompagnato da ottime performance generali, in cima alle quali svetta la sua capacità di rimbalzare 3 colpi aggiuntivi quando si ottiene un colpo critico, alzando ulteriormente le sue capacità di infliggere danno.

VALUTAZIONE: 5/5 – ECCELLENTE

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

MONOCLE

Uno basta.

Il Monocle è un altro validissimo fucile da cecchino Jakobs, che a fronte di un danno per colpo decisamente ridotto vanta un poderoso danno critico, pari a +500%, non elencato sulla Weapon card.

Di per sé il Monocle non è un’arma conveniente rispetto al Headsplosion, che infliggerà sempre più danni su un normale personaggio di Borderlands 3, ma si rivela particolarmente potente se utilizzato su Fl4k quando questo sfrutta una build basata sulla sparizione e i danni critici. Molto probabilmente, infatti, questo fucile da cecchino è il più potente in assoluto in quanto a danni per colpo se si sfrutta una build corretta.

VALUTAZIONE: 4/5 – OTTIMA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI MALIWAN

ASMD

Hai già in mente il seguito?

ASMD è un’arma molto bizzarra, il cui punto di forza non è il suo impiego come i regolari fucili da cecchino, ma come arma strategica, governata da una sua meccanica di gioco.

ASMD normalmente spara dei proiettili molto grandi, che infliggono danno esplosivo e che possono trapassare i bersagli. Quando si fa fuoco in modalità alternativa (come un Dahl) o mirando, l’arma però spara un regolare fascio di energia di un fucile da cecchino Maliwan; colpendo il proiettile primario con questa modalità alternativa potremo dare luogo ad un’enorme esplosione elettrica, in grado di infliggere notevoli danni.

Non lo consideriamo nemmeno un vero fucile da cecchino, quanto piuttosto un’arma curiosità, che può essere impiegata con relativo successo su Moze e Amara. Va detto che il danno al secondo che può essere procurato da quest’arma non necessariamente è fra i più soddisfacenti di Borderlands 3.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

FIRESTORM

Cercare subito riparo.

Il Firestorm è un fucile da cecchino maliwan molto particolare, che possiede un funzionamento del tutto unico: l’arma infatti è completamente automatica, ma deve essere caricata come una railgun, come già accade con altri fucili da cecchino dello stesso produttore.

I colpi del Firestorm, oltre ad infliggere il loro regolare danno, generano tre proiettili incendiari aggiuntivi, che si solleveranno in aria per poi schiantarsi al suolo ed esplodere qualche secondo dopo.

Non si tratta di uno dei peggiori fucili da cecchino, anzi, ma la sua modalità di funzionamento non lo rende sempre utilizzabile.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

KRAKATOA

Se lo fate arrabbiare inizierà ad eruttare.

Il Krakatoa è uno dei fucili da cecchino più strani in tutto Borderlands 3, qualità certamente comune a tutti i maliwan leggendari, ma in questo caso di più: quest’arma infatti non può mai infliggere danno nel tempo, senza alcun dubbio la principale delle qualità delle armi Maliwan.

Al contrario, il Krakatoa genera un vulcano presso il luogo dell’uccisione, che comincerà ad eruttare, spruzzando lapilli incendiari addosso ai nemici vicini. Il Krakatoa deve essere caricato brevemente, dopodiché il suo fuoco diventa completamente automatico, raggiungendo la cadenza di fuoco più alta fra tutti i maliwan dello stesso genere.

Il Krakatoa di per sé ha ottime prestazioni, semplicemente è una fra le armi meno utilizzabili in Borderlands 3, certamente non impiegabile contro i boss.

VALUTAZIONE: 3/5 – BUONA

DOVE OTTENERLA: Tyreen la Distruttrice

STORM

Oh-oh, inizia a piovere.

Il Maliwan Storm fa ritorno da Borderlands 2, dove era un fucile da cecchino perlescente molto bistrattato dalla community, pur rivelandosi un’arma molto potente i determinati contesti.

In Borderlands 3 lo Storm è probabilmente il migliore fra i fucili da cecchino leggendari Maliwan: oltre a infliggere danno esplosivo elettrico, all’impatto rilascia 4 mine elettriche che infliggono danno nel tempo a tutti i nemici vicini. Questo lo rende molto potente e affidabile su Amara.

Lo Storm è completamente automatico, ma deve essere caricato come una railgun dopo ogni colpo. Il vero potenziale del danno su quest’arma non sta tanto nell’impatto, quanto nel danno inflitto dalle mine.

VALUTAZIONE: 4/5 – OTTIMA

DOVE OTTENERLA: nessun luogo o nemico specifico.

FUCILI DA CECCHINO LEGGENDARI VLADOF

LYUDA

Mangiauomini.

Il Vladof Lyuda era uno dei migliori fucili da cecchino di Borderlands 2 ed è senza alcun dubbio il migliore in assoluto in Borderlands 3. L’arma semplicemente non ha eguali in tutto il titolo, dato che oltre ad infliggere ottimi danni, essere completamente automatica ed avere un rinculo contenuto, può essere facilmente ottenuto semplicemente completando le sfide delle taglie di Zer0.

La peculiarità del Lyuda sta nella sua capacità di generare due proiettili aggiuntivi durante il tragitto, risultando in un output danni notevolmente incrementato. Dato che il ventaglio è decisamente più ristretto rispetto a Borderlands 2, in questa iterazione l’arma è ancora più potente e adatta ad effettuare colpi critici. Tuttavia, l’arma non è esente da difetti: per compensare la sua potenza la dimensione del caricatore è limitata e il tempo di ricarica elevato.

Per avere un’idea della potenza del Lyuda, alcuni giocatori sono in grado di sconfiggere il Graveward entro pochi secondi.

VALUTAZIONE: 5/5 – ECCELLENTE

DOVE OTTENERLA: Ottenuta completando tutte le sfide delle taglie di Zer0.