L’annuncio di Borderlands 3 e il suo rilascio ormai prossimo hanno destato dal letargo la fanbase, rimasta in attesa di notizie sulla prossima iterazione della saga di Gearbox per diversi anni, è così che Borderlands 2 è ritornato rapidamente ad essere uno dei titoli più giocati su Steam.

Mentre ci prepariamo all’arrivo del prossimo titolo targato Gearbox, abbiamo stilato una lista contente 10 consigli utili ai giocatori alle prime armi, che hanno da poco intrapreso la caccia alle cripte!

1 – PRODUTTORI DIVERSI, POTERI DIVERSI

Borderlands 2 Kerblaster

Una delle caratteristiche del sistema di equipaggiamento della saga di Borderlands è la presenza di diversi “manufacturer“, ciascuno dei quali ha una caratteristica particolare, che determina il funzionamento dell’oggetto stesso. Andiamo a vedere quali:

  • Le Maliwan sono sempre elementali
  • Le Jakobs sono sempre non elementali e semi-automatiche
  • Le Dahl sono in grado di sparare a raffica quando si mira e hanno rinculo estremamente ridotto
  • Le Hyperion sono le armi più precise, il loro rinculo è invertito e si riduce col fuoco sostenuto
  • Le Torgue sono sempre esplosive, con proiettili lenti e a bassa cadenza di fuoco.
  • Le Tediore hanno statistiche discrete, vengono ricaricate scartando l’arma e lanciandola contro un nemico
  • Le Vladof sono armi automatiche ad altissima cadenza di fuoco.
  • Le Bandit sono armi dalle statistiche generalmente mediocri, con un danno discreto e un enorme caricatore

Questo si ripercuote anche sul funzionamento di scudi e granate, fra cui vi sono anche altri produttori, che non realizzano armi.

La prima cosa che dovreste imparare in Borderlands 2 è quindi la differenza nelle modalità di funzionamento proposte da ciascun produttore; inoltre, ogni produttore di equipaggiamenti fa uso di un proprio set di colori unico ed inequivocabile, che vi aiuterà a contraddistinguere gli equipaggiamenti già dal loro aspetto.

2 – NIENTE “DAMAGE FALL-OFF”

Borderlands 2 Uranus

In Borderlands 2 il danno inflitto dalle armi non diminuisce mai in base alla distanza percorsa dai proiettili, vi sono anzi casi specifici in cui accade il contrario.

Per questa stessa ragione tutte le armi in grado di sparare più colpi simultaneamente sono le più forti, in particolar modo nella saga di Borderlands i fucili a pompa sono armi polivalenti, che possono essere tranquillamente utilizzate a qualunque distanza.

3 – LE BUILD ABILITÀ FANNO LA DIFFERENZA

Borderlands 2 Build

In Borderlands 2 l’equipaggiamento di buona qualità ha un peso certamente rilevante, ma ciò che farà davvero la differenza sarà la “build” abilità, ovvero il modo in cui avrete investito i punti abilità messi a vostra disposizione.

In generale noterete che i “trees” di un personaggio si evolvono ciascuno in modo da farlo specializzare in un determinato ambiente, ad esempio è chiaro che il ramo Guerriglia di Axton si focalizza sul potenziare la sua abilità torretta, mentre Sopravvivenza potenzia la sua resistenza fisica rendendolo un Tank, lo stesso accade in modo analogo per gli altri personaggi. La cosa comincia a farsi interessante quando andrete poi a mescolare i poteri e le abilità di rami diversi, infatti è proprio a questo punto che un personaggio comincia ad evolversi in modo veramente marcato.

Ciò a cui dovrete prestare massima attenzione saranno le cosiddette “pietre miliari” di un ramo, collocate a metà e in fondo all’albero delle abilità: questi modificatori avranno un impatto senza eguali sul personaggio e sul modo in cui viene giocato. Giocando ai livelli più alti costruire una “build” adeguata farà la differenza fra la vita e la morte.

4 – DIVERSE RUN

Borderlands 2 new game +

Se siete alla prima vostra partita in Borderlands, potreste rimanere confusi dal fatto che vi sono molti più livelli (attualmente 80 + 10 Overpower Levels) di quanto vi sembri possibile maturarne, questo è dovuto al fatto che Borderlands implementa, così come moltissimi altri giochi, la “New Game +”.

Esistono tre modalità in cui giocare Borderlands 2: “normale“, “Vero cacciatore” (True Vault Hunter Mode – TVHM) e “Cacciatore della Cripta Definitivo” (Ultimate Vault Hunter Mode – UVHM), ciascuna resa accessibile nel momento in cui si completa la storia principale nella precedente. Ogni modalità comporta un significativo aumento di difficoltà, con la TVHM che introduce nuovi nemici e alza la difficoltà media degli scontri, mentre la UVHM quadruplica la salute di tutti i nemici, permette a tutti i “Non-boss” di rigenerare costantemente l’1% della salute, mentre tutti i Duri diventano Super Duri e questi ultimi diventano Duri Definitivi.

Al completamento della TVHM tutti i nemici presenti nel gioco saranno istantaneamente portati a livello 50 e verranno resi accessibili contenuti aggiuntivi, mentre nella UVHM i nemici saranno sempre allineati col livello del più forte giocatore in partita; solo ed esclusivamente nella UVHM è possibile ottenere delle preziose risorse chiamate “cristalli serafici”, che permettono di acquistare alcune delle armi migliori dai mercanti presenti nei DLC.

5 – LA POTENZA DELLA SCORIA

Borderlands 2 slagga slag scoria

Uno degli aspetti più importanti di Borderlands 2 e probabilmente anche il suo difetto più grande è l’introduzione della “scoria” (slag), un effetto elementale che non infligge alcun danno nel tempo, ma che aumenta notevolmente tutti i danni subiti da chi ne è affetto.

Viene ritenuta sia dalla community che dagli sviluppatori alla stregua di un “difetto” perché la scoria è a dir poco vitale alle difficoltà più alte, divenendo uno strumento necessario per abbattere i nemici a difficoltà “Cacciatore della cripta definitivo” (Ultimate Vault Hunter Mode – UVHM), infatti in questa difficoltà la scoria arriva addirittura a triplicare i danni inflitti.

Per questa ragione è importantissimo disporre nel proprio inventario di almeno un’arma (o in alternativa di un’abilità che lo faccia al nostro posto) predisposta allo specifico scopo di “slaggare” i nemici: vi sono diversi candidati adatti al ruolo, un esempio sono i fucili da cecchino Maliwan, la cui altissima probabilità di effetto elementale e la capacità di infliggere danni ad area consentono di applicare la scoria a più nemici simultaneamente con un singolo colpo.

6 – UN MONDO DI MISSIONI SECONDARIE

Borderlands 2 Mordecai missioni secondarie

Un errore spesso compiuto dai novizi è quello di ignorare le missioni secondarie in Borderlands. Tanto per cominciare, le missioni secondarie sono forse uno dei punti più forti di ogni titolo della saga, arricchendo la solida struttura narrativa e dando vita al suo universo folle e condito con una per nulla velata nota di nonsense.

In secondo luogo, le missioni secondarie sono solite fornire ricompense uniche che possono arricchire molto l’esperienza di gioco, esemplari il caso del fucile parlante, la revolver di Moxxi “Rubi“, la SMG “Bane” e moltissime altre.

Inoltre, le missioni secondarie sono godute al meglio se svolte subito prima di intraprendere la missione principale attualmente in corso, perché ci aiutano ad accumulare esperienza e ad arricchire il nostro equipaggiamento con oggetti che in momenti futuri potrebbero risultare obsoleti.

Vi suggeriamo quindi di fare tutte le missioni secondarie durante la vostra prima partita, mentre potrete saltarle nelle run successive.

7 – SALUTE, RIGENERAZIONE E HEALTH GATING

Per chi gioca a Borderlands è ben nota la meccanica della “Lotta per la vita“, che consente combattere ancora per qualche secondo prima di morire, quindi di rianimarsi uccidendo un nemico o di essere soccorso dai compagni di squadra. Esiste però un’altra meccanica di gioco (presente anche in altri videogiochi) che permette di evitare la morte, il cosiddetto “Health Gating”.

In sostanza, qualsiasi singola istanza di danno subita mentre ci si trova al 50%+1 della salute massima non sarà mai in grado di portarvi in lotta per la vita, ma solo di abbassare la vostra salute a un punto critico, ovvero circa all’1%; per questa stessa ragione le “build tank” più forti in Borderlands non sono tanto quelle che aumentano i valori di salute e scudo, quanto quelle che puntano ad elevatissimi effetti di rigenerazione della salute, in modo da essere costantemente al di sopra dell’Health Gate.

Questa meccanica può essere sfruttata assieme ad altri effetti di rigenerazione (come quelli indotti dalle mod di classe Avanguardia, Infermiera, Titano, Carne e Sopravvissuto) per rendere il proprio personaggio virtualmente immortale.

8 – PUNTI DURO, OVVERO PROGRESSIONE INFINITA

Borderlands 2 punti duro

Una delle meccaniche di gioco introdotte in Borderlands 2 è quella dei “Punti duro“, un sistema di punteggio cumulabile e condiviso attraverso tutti i personaggi del nostro profilo, che incrementa man mano che completiamo le “sfide” in gioco.

Questi punti possono essere accumulati a oltranza, venendo poi convertiti in “gettoni duro“, investiti per potenziare tutti i nostri personaggi e garantendo una sorta di progressione infinita, anche una volta che si è raggiunto il Level Cap.

Inizialmente il bonus offerto dai gettoni duro è trascurabile, ma a lungo andare può arrivare a potenziare in modo notevole il personaggio, al punto che molti Youtuber e giocatori veterani sono soliti disattivare le “statistiche duro” proprio per mostrare una situazione più fedele a quella di un giocatore non esperto.

9 – DISPOSITIVI ECHO NASCOSTI

Borderlands 2 Echo

L’universo di Borderlands è completamente folle e non si prende praticamente mai sul serio, ma è ricco di dettagli e collectibles che narrano storie secondarie, spesso incentrate sui vari personaggi presenti nel mondo di gioco.

Fra questi senza dubbio spiccano i “dispositivi Echo” sparsi per le mappe di gioco, ciascuno dei quali una volta raccolto da avvio a un breve racconto registrato. Suggeriamo vivamente di prendere tutto il tempo necessario a cercare i dispositivi Echo nascosti nel mondo di Borderlands, il menù delle sfide vi può indicare quali aree di gioco contengono queste storie.

10 – GIBBED SAVE EDITOR

Borderlands 2 Gibbed

Infine, concludiamo con un punto controverso, ma non meno importante: il Gibbed Save Editor.

Si tratta di un tool che permette di modificare i salvataggi, creato da un membro della community già autore di strumenti analoghi per altri videogiochi; il punto è che “il Gibbed” può migliorare notevolmente la vostra esperienza in Borderlands, specialmente ai livelli di difficoltà più alti.

Oltre a consentirvi di personalizzare l’equipaggiamento e di allinearlo al vostro livello senza il farming, il Gibbed vi consente di modificare rapidamente le “build” del personaggio e di mettere a dura prova la grandissima flessibilità del sistema creato da Gearbox, inoltre vi consente di editare a piacimento caratteristiche del personaggio come il livello attuale, così da consentirvi di giocare con amici non più allineati con voi (un difetto che fortunatamente verrà risolto in Borderlands 3).

Quello che potrebbe sembrare uno strumento di cheating è invece uno largamente impiegato dalla community e che vi raccomandiamo vivamente di usare per mantenere Borderlands sempre fresco e per darvi alla pazza gioia con gli esperimenti più curiosi.