Se state giocando a Tales of Vesperia per la prima volta grazie alla recente Definitive Edition, è probabile che abbiate incontrato un notevole gradino di difficoltà durante lo scontro con uno dei primi boss del gioco, il Gattuso sulla collina di Ehmead. Questo mostro dall’aspetto canino, che curiosamente porta lo stesso nome di uno dei più famosi calciatori italiani, è ben conosciuto da chi ha già giocato la versione originale del gioco su Xbox 360, avendo maturato la fama di essere un vero e proprio calvario.

La ragione per cui questa boss fight così ardua si presenta così presto nel gioco è semplice: è stato inserito come un vero e proprio punto di controllo, in cui vengono verificati il vostro livello di progressione, la vostra comprensione e la vostra abilità nel gioco, con cui dovreste ormai essere familiari.

Ciononostante, si tratta di uno dei punti più difficili di tutto Tales of Vesperia ed in questa guida vi daremo alcuni consigli strategici da adottare per poter proseguire col gioco.

SCEGLIERE ACCURATAMENTE LA SQUADRA

La squadra ideale per affrontare il Gattuso di Collina di Ehmead è composta da Yuri, Rita, Estelle e Karol.

A questo punto della storia avrete a disposizione 5 dei 9 personaggi giocabili in Tales of Vesperia: Definitive Edition, ovvero Yuri, Estelle, Repede, Karol e Rita, ma solo 4 potranno formare la vostra squadra per combattere Gattuso.

È a dir poco fondamentale formare il party corretto per affrontare questo boss, dato che dovremo letteralmente dare il massimo delle nostre capacità e limare tutti i punti deboli, per questa ragione vi suggeriamo di formare questa squadra:

  • Yuri: è il principale vettore d’attacco e il combattente col più alto potere offensivo a questo punto del gioco. Combo lunghe, ottima velocità di movimento e versatilità generale lo rendono un membro obbligatorio della formazione.
  • Estelle: a questo punto del gioco è l’unico personaggio a ricoprire il ruolo di healer al 100% e pertanto a dir poco fondamentale per la nostra sopravvivenza, inoltre ha un discreto valore anche come attaccante. Senza Estelle, questa boss fight è praticamente impossibile. Assicuratevi che abbia sempre una buona riserva di PT.
  • Rita: l’unico mago nella squadra, rita può combattere a distanza, mantenendosi al sicuro dalle pericolose cariche di Gattuso e dei suoi minion. Inoltre, le sue arti magiche possono indurre un tentennamento molto prolungato o stordire il boss.
  • Karol: molti potrebbero storcere il naso di fronte a questo personaggio, molto lento nei movimenti e negli attacchi; la ragione per cui vi consigliamo di averlo in squadra è dovuta alle arti Schianto curativo e Schianto di supporto, che possono curare gli alleati e guarire dal veleno di Gattuso.

Dunque perché abbiamo escluso Repede?

Perché si tratta di un personaggio estremamente fragile, i cui punti di forza sono un’ottima mobilità e la velocità d’attacco, due caratteristiche che si rivelano praticamente inutili in questa battaglia, dato che quasi tutti i suoi attacchi ed arti lo rendono vulnerabile a Gattuso.

Non vi consigliamo di impiegare Repede al posto di Yuri, perché a scapito delle somiglianze fra i due il nostro compagno canino è meno resiliente ed intuitivo da adoperare, inoltre a differenza di Yuri non dispone di arti con l’elemento fuoco a cui Gattuso è vulnerabile. Se ciò non bastasse, a questo punto della storia Yuri possiede già delle Arti Arcane, utili per allungare la combo.

SCEGLIERE ACCURATAMENTE IL PERSONAGGIO ATTIVO

Gattuso

Una volta formata questa squadra, dovremo scegliere con quale personaggio combattere; l’affermazione potrebbe risultare banale, ma anche se la serie Tales of tradizionalmente lo consente, vi sconsigliamo vivamente di affrontare questa battaglia in combattimento automatico e di controllare direttamente un personaggio della squadra, su controllo semi-automatico.

Data la premessa fatta finora, il nostro consiglio è di puntare su Yuri o Rita, a seconda delle vostre preferenze personali e in base ad altre scelte che farete assecondando altri nostri consigli.

La ragione per cui vi invitiamo ad usare questi personaggi è la loro eccellenza nell’infliggere danni, infatti non hanno a disposizione alcuna arte o particolari abilità di supporto, permettendovi di focalizzarvi su una condotta aggressiva o nell’effettuare manovre di fuga per evitare le cariche di Gattuso.

Bisogna tenere conto i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno dei due:

• Yuri ha un'ottima velocità di movimento e può fare combo di attacchi lunghe, esclusivamente in mischia. Essendo il primo personaggio giocabile, ora di questo punto dovreste avere molta familiarità col personaggio e per questo è molto indicato in questo ruolo.
• Rita è più lenta e fragile, ma può combattere a distanza e può attaccare in tutta sicurezza le piante disposte sul campo di battaglia, che rilasciano un gas in grado di stordire Gattuso (ma anche i nostri alleati).

Quale che sia la vostra scelta, ricordate che a questo punto del gioco non potete ancora cambiare il personaggio controllato una volta iniziato un combattimento; questo non è interamente esatto nella Definitive Edition, ma ne parleremo a fine articolo.

Nel caso puntiate su Yuri, a questo punto del gioco dovreste aver già appreso la sua prima Arte Arcana, “Attacco del lupo azzurro”; questo vi consentirà di dare luogo a una combo più lunga del normale, costituita da 3 attacchi normali, un’arte di base (consigliamo Campo distruttivo) e infine Attacco del Lupo Azzurro.

Per Rita invece, usate Palla di fuoco, ma non appena avviate l’Oltre Limite, usate solo ed esclusivamente “Spruzzo“, un’arte magica intermedia molto forte, il cui tempo di preparazione durante l’oltre limite è minimizzato. Se siete costretti a combattere a distanza ravvicinata, eseguite due attacchi regolari e infine l’arte di base “ζ×ψ=φ“, conosciuta anche come “Phi“.

Per maggiori informazioni, vi rimandiamo alle nostre guide dedicate alla meccanica dell’Oltre Limite e alle Arti di Combattimento in Tales of Vesperia: Definitive Edition.

SCEGLIERE ACCURATAMENTE LA STRATEGIA

Il menù strategia è una funzionalità molto sottovalutata nella serie, che permette di perfezionare lo stile di combattimento. Il tempo investito nella configurazione non sarà mai sprecato.

Un errore che si commette di frequente giocando un Tales of è quello di ignorare completamente il menù strategia e le preziosissime impostazioni che vi sono all’interno. Tales of Vesperia in particolare ha un sistema di gestione di questa meccanica di gioco molto avanzato, consentendovi di impostare l’aggressività del personaggio così come il consumo di PT, di oggetti e il ruolo ricoperto in combattimento.

Per cominciare, tenendo in considerazione che in questa boss fight dovremo dare il tutto per tutto, suggeriamo di impostare la strategia in maniera tale per cui tutta la squadra usi senza ritegno le arti a propria disposizione: non esiste un motivo per risparmiare PT contro Gattuso così come contro i suoi minion e più a lungo prosegue il combattimento, più alti sono i rischi che corriamo.

In secondo luogo, consigliamo di far sì che Estelle dia priorità alle cure e Rita combatta con le arti magiche, evitando che si esponga a seri pericoli con le proprie arti da mischia. Per proseguire, vi consigliamo di impostare l’uso degli oggetti in modo tale che ciascun personaggio presti attenzione a PF: occupatevi personalmente di compensare le carenze di PT e fate in modo che Estelle curi le alterazioni di stato con le proprie magie.

Scegliete come vi sembra più opportuno le altre impostazioni, ma vi raccomandiamo di far sì che Rita attacchi il nostro stesso bersaglio, mantenendosi a distanza e che almeno uno fra Estelle e Karol invece possa focalizzarsi su qualcun altro dei nemici sul campo.

Se tutto questo vi sembra troppo complicato o manuale, una delle tre strategie predisposte, “Alla Carica!”, dovrebbe comunque rispettare la maggior parte dei consigli di questo paragrafo.

RAGGIUNGERE UN BUON LIVELLO

Non dovreste affrontare Gattuso a un livello minore del 15, ma per sicurezza raggiungete il livello 18 o superiore prima di affrontarlo.

Vesperia ha il pregio di fornire un decente ammontare di punti esperienza ogni volta che si combatte, già dalle prime ore di gioco, pertanto vedremo i personaggi salire di livello piuttosto rapidamente.

Ciononostante, potreste essere arrivati al combattimento contro Gattuso a un livello troppo basso, tanto per la difficoltà della sfida in sé quanto per la vostra inesperienza col gioco. Il nostro consiglio è quello di affrontare il boss al livello 18, possibilmente anche superiore, in ogni caso non inferiore al 15.

Se avete raggiunto il punto della storia in questione, sarete bloccati all’interno di quest’area del gioco e non potrete uscire nel mondo esterno per farmare altra esperienza, ma non disperate: è possibile far ricomparire tutti i nemici di Collina di Ehmead semplicemente salvando la partita presso il punto apposito e ricaricare; in questo modo, seppur in maniera molto ripetitiva, avrete modo di grindare esperienza e abbassare il gradino di difficoltà, seppur di un lieve margine.

A proposito di Grind, cercate di aver fatto utilizzare a Rita l’arte magica Palla di Fuoco quante più volte possibile: periodicamente quest’arte incrementerà in maniera permanente il numero di colpi, aumentando significativamente il suo potenziale offensivo e la probabilità di colpire un nemico.

Per avere un’idea, i primi incrementi sono a 50, 200 e 500 usi, il che vuol dire che dopo aver utilizzato 200 volte quest’arte l’attacco sarà composto da 3 palle di fuoco, mentre a 500 saranno 4 e ciascuna di esse infliggerà danno pieno; Gattuso inoltre è vulnerabile ai danni da fuoco, il che calza a pennello con questo suggerimento.

Per continuare su questa linea, vi consigliamo vivamente di far sì che ognuno dei personaggi in squadra abbia appreso tutte le possibili abilità equipaggiamento che compaiono fino a questo punto del gioco: oltre a fare da ottima motivazione per cercare di accumulare maggiore esperienza, un set di abilità vasto vi consente di rendere più forti i personaggi, sia attivamente che passivamente.

SCEGLIERE BENE I BERSAGLI

Una scena lungo la scalata della collina introdurrà le piante di belbullo; attaccandole durante la battaglia con Gattuso potrete spingerle ad emettere delle spore stordenti.

Gattuso sarà accompagnato da due cuccioli che si riveleranno una vera e propria spina nel fianco durante il combattimento: i loro danni non sono particolarmente ingenti, ma costituiscono un rischio e la loro sola presenza tiene impegnata la squadra.

Inoltre sono presenti quattro piante di Belbullo ai vertici del campo di battaglia, che potrete attaccare per far sì che rilascino delle spore in grado di stordire; la Missione Segreta di questa battaglia col boss richiede di usare le spore per stordire e atterrare Gattuso, ma vi consigliamo di ignorarle e di tenervi alla larga da esse quanto più possibile, a meno che non siate dei temerari e vogliate completare l’achievement sin da subito. In ogni caso, potrete recuperare la sfida più avanti, verso la fine della storia, per cui è inutile crucciarsi in questo preciso momento.

Vi consigliamo vivamente di focalizzarvi sui nemici minori e solo successivamente sul boss principale, in questo modo avrete maggiore spazio di manovra durante le fasi finali del combattimento e tutti i vostri attacchi saranno diretti su un solo bersaglio, mettendolo in difficoltà e velocizzando il processo.

FATE SCORTA DI OGGETTI

Uno dei motivi per cui non si riesce a sconfiggere Gattuso è più che mai banale: la mancanza di oggetti curativi. Quando sarete arrivati a questo punto del gioco avrete da poco lasciato Halure, ma abbastanza a lungo da aver già usato alcuni oggetti lungo la strada. Il nostro consiglio è quello di fare rifornimento ogni qualvolta si ritorna in una città, indipendentemente dai costi in Gald e da quanto poco manchi dal raggiungere il limite dell’inventario.

Ricordate che una volta entrati nel livello della collina non sarà più possibile tornare indietro, perciò cercate di fare rifornimento e far riposare il party in una locanda prima di proseguire.

Fra le varie cose, Gattuso può avvelenarvi coi propri artigli, rendendo ancor più difficile il combattimento. Se non avete fatto scorta di bottiglie di antidoto, potete comunque ottenerle come bottino sconfiggendo i mostri “Basilisco” che si trovano sulla collina.

SCEGLIERE BENE LE ARTI

Un’altra funzionalità che viene spesso ignorata nei Tales of è la possibilità di attivare o disattivare arti a piacimento su un personaggio, facendo sì che quando viene gestito dall’IA, tale personaggio usi solo ed esclusivamente le arti attive.

In questo modo, potrete imporre a un personaggio di usare solo una cerchia ristrettissima di arti, che secondo il vostro intuito massimizzano l’efficienza in questo scontro. Per esempio, se lasciate che Rita sia controllata dall’IA, non vi servono arti diverse da Palla di Fuoco e Spruzzo, mentre nel caso lasciate che Yuri sia guidato dall’IA alleata, i fondamentali sono Campo distruttivo e Attacco del lupo azzurro.

Infine, il gioco consente di impostare non solo 4 arti a scelta, combinando il movimento della levetta sinistra al pulsante delle arti, ma anche altre 4 scorciatoie che si attivano col movimento della levetta destra; la particolarità di queste ultime è che danno la possibilità di impostare anche le arti di un altro personaggio in squadra.

Per fare un esempio pratico, potete impostare una scorciatoia su Yuri in modo tale che utilizzandolo obbligherete Rita a usare una delle sue arti magiche. Con la dovuta attenzione potrete comandare tutti e 4 i membri della squadra contemporaneamente.

ALTRO

Vi sono alcuni accorgimenti da tenere in considerazione nella Definitive Edition: tanto per cominciare, Bandai Namco offre alcuni pacchetti “booster” gratuitamente in questa versione del gioco, consentendoci di avere accesso, fra le varie cose, a incrementi istantanei del livello di tutto il party, ad alcuni oggetti curativi, ma anche ad altri oggetti utili, per esempio alcuni che normalmente sarebbero ottenuti tramite sintesi, in fasi più avanzate del gioco; fra di essi vi è il Selettore Lunare, che consente di cambiare personaggio attivo in combattimento.

In sostanza, attivare questi boost può rendere la boss fight una vera e propria passeggiata, ma consigliamo il loro uso solo se vi siete arresi o se volete a tutti i costi procedere nella storia, senza preoccuparvi della difficoltà o della progressione pensata per il titolo; dopotutto, se avete questi strumenti a disposizione, non è una cattiva idea farne uso.

Utilizzare un aumento di livello +5 può facilmente portarvi a livello 20 o superiore, tale da rendere anche la successiva battaglia con un boss molto più semplice del normale.