La Milan Games Week si è tenuta durante lo scorso weekend e ha visto il padiglione Indie più grande mai visto finora, con un ricchissimo parco titoli e una onnipresente coda per provare i titoli realizzati da sviluppatori indipendenti italiani; fra questi abbiamo potuto provare Hal.

L’obiettivo del titolo è quello di fornire un’esperienza survival horror open world: il protagonista Hal, da cui deriva il nome del gioco, è un disinfestatore che si risveglia in uno stato di amnesia all’interno di una città infestata da creature mostruose e persone a lui ostili. Nel corso della storia, che lo porterà a scoprire che cos’è successo alla cittadina, Hal potrà visitare liberamente un vasto numero di edifici (più di 400) e impiegherà le sue abilità di chimico nel crafting, improntato alla creazione di armi da taglio e vari ordigni realizzati con prodotti chimici saccheggiati per la città.

La versione di Hal disponibile durante la prova era ancora molto “early”, più vicina a una demo tecnica, ciononostante abbiamo potuto notare diverse peculiarità nell’implementazione del gioco. Un’intervista concessa dagli sviluppatori ci ha permesso di indagare su come nel gioco sia implementato un peculiare effetto di gestione della luce emanata dalla lampadina di Hal: il mondo è realizzato con un artificio grazie al quale le sprite possono comportarsi come se si trovassero in un ambiente 3D, che viene poi processato utilizzando una telecamera ortografica, grazie alla quale non è presente alcuna prospettiva e che permette di ottenere l’effetto di visione 2.5D che caratterizza il gioco in maniera molto originale.

uno degli screenshot che mette a confronto alcune delle versioni in sviluppo

Fra le altre cose abbiamo notato come alcuni dei mobili presenti negli edifici della città fossero dotati di fisica propria e potessero essere spostati da Hal.

Anche se la sensazione era quella di trovarsi di fronte a un gameplay decisamente acerbo ed eccessivamente ripetitivo, l’idea è comunque pensata ed implementata in maniera molto originale e questo va lodato.

Gli sviluppatori ci hanno fatto sapere inoltre di avere in programma una campagna kickstarter, che verrà annunciata non appena riterranno di avere una versione alpha pronta per la distribuzione.