f_20140910-110453_gamescom-logoIl Giorno 0 della Gamescom 2015 si apre con la conferenza Microsoft  che dopo lo scoppiettante E3 aveva ancora qualche cartuccia da sparare.

Il tutto inizia con uno dei titoli più attesi ovvero Quantum Break che si presenta in grande forma, facendoci godere di un ampio gameplay in cui si notano due delle componenti basilari di questo gioco: l’azione con effetti davvero sopra le righe ed una modalità che si concentra maggiormente sul lato investigativo. Titolo davvero interessate con varietà di azione, momenti più riflessivi ed una grafica davvero esaltante. Non solo game per Quantum Break ma anche un annuncio ad opera di Shawn Ashomore, che ricorderete sicuramente in X-Men, sulla serie collegata che lo vede protagonista.

Si passa quindi a Crackdown 3, anch’esso con un gameplay che ci mostra i livelli di distruttibilità davvero impressionanti, tant’è che l’intero scenario in cui giocheremo potrà essere completamente fatto a pezzi. Altro titolo  molto chiacchierato sale successivamente sul palco, stiamo parlando di Scalebound. Sono state mostrate le prime sequenze di gioco per questo action RPG, popolato da draghi in un vasto open world.

Dopo i titoli che ci aspettavamo e che non hanno fornito grandissime sorprese se non piacevoli dimostrazioni, la conferenza si sposta sulla parte tecnica di Xbox One. La nuova funzionalità DVR che verrà introdotta permetterà di registrare anche serie tv e film che stiamo guardando sulla nostra console. Anche un nuovo accessori in arrivo per Xbox, precisamente la chat pad, compatibile anche con Windows 10 già preordinabile e con arrivo a novembre.

La parte forse più attesa arriva adesso, un tema caldo che ha emozionato e fatto brillare gli occhi a tutti i giocatori Xbox durante l’E3: Retrocompatibilità! Ci aspettavamo qualche chiarimento e speravamo in qualche dettaglio in più e così è stato. La retrocompatibilità arriverà per tutti gli utenti Xbox One a novembre e sarà totalmente gratuita (se qualcuno ancora se lo chiedesse). In più, una piccola chicca che non può far altro che piacere, tutti i futuri Games with Gold per Xbox 360 rientreranno nel programma di retrocompatibilità, quindi, gli utenti Gold potranno scaricare entrambi i titoli gratuiti del mese.

Dopo questa parentesi si torna ai giochi con Killer Instict che arriverà in contemporanea sia su Xbox One che su Windows 10. Una breve presentazione che da spazio a [email protected] con una carrellata di giochi indie, con una particolare menzione per ARK che arriverà in una sorta di Early Access entro fine anno.

Domina quindi il palco l’attesissimo Dark Souls 3 che finalmente mostra qualcosa in più dopo il piccolissimo teaser dell’E3. Vediamo quindi un gameplay preregistrato che fa vedere una serie di combattimenti davvero esaltanti. Passiamo quindi ad Homefront: The Revolution che punta sulle dinamiche open world e di cui gli utenti Xbox One potranno avere un assaggio nella beta ad accesso anticipato.

Una piccola parentesi sportiva con EA e il suo FIFA 16, nello specifico di FUT e del possibile impiego delle leggende, ricordando che con EA Access sarà possibile giocarci una settimana prima dalla data di uscita. Si chiude questo interludio con l’annuncio del bundle con FIFA e un bonus di giocatori legends.

Arriva quindi il momento del gioco, o meglio il gioco per eccellenza di Microsoft. Stiamo ovviamente parlando di Halo 5: Guardians che ancora tiene nel mistero la campagna e ci mostra invece un match 4v4 tra i team che faranno parte del torneo competitivo di Halo che come montepremi ha una cifra da capogiro ossia un milione di dollari al vincitore, alla faccia dell’eSport! Viene quindi annunciato il bundle di Halo 5 con una console dedicata a tema UNSC, contenuti esclusivi e un controller anch’esso dedicato.

TK8TAtf

Vediamo successivamente un trailer di Just Cause 3, ricco di esplosioni e scene adrenaliniche che lasciano ben presto spazio ad un altro titolo esclusiva Xbox One ovvero Forza Motorsport 6. Il gioco viene mostrato con la sua nuova caratteristica, grande assente nei precedenti capitoli, il clima dinamico. Il trailer che ci presentano parla infatti degli stili di guida con circuito bagnato. Brevissimo trailer anche per Rainbow Six Siege che ci ricorda che con l’acquisto del gioco avremo gratuitamente i due Vegas in retrocompatibilità.

E’ il momento di Rise of the Tomb Raider con un gameplay che ci fa capire quante note stealth siano state introdotte come ad esempio i movimenti che potremo compiere in modo furtivo oppure la possibilità di utilizzare oggetti che potremo raccogliere e lanciare per distrarre i nemici.

Finita qui? Assolutamente no! Phil Spencer sale sul palco per i soliti ringraziamenti e ribadire le esclusive che ci attendono quest’anno ma lascia l’onore a Bonnie Ross di sganciare la bomba finale: Halo Wars 2. In collaborazione con Creative Assembly, 343 Industries il prossimo anno rilascerà quindi il seguito del titolo amato e voluto dagli amanti della saga.

La conferenza si conclude così, non molte sorprese come all’E3 ma decisamente novità interessanti e che preannunciano il  periodo che va da settembre a fine anno davvero movimentato e sicuramente apprezzabile per i giocatori Xbox.