La conferenza di Sony in occasione dell’E3 2017 si terrà il 13 giugno alle 3:00 del mattino e potrà essere seguita in streaming, così come è avvenuto per le precedenti edizioni. L’orario certamente non è comodo per noi italiani, ma nonostante questo la conferenza PlayStation riesce ogni anno a circondarsi di aspettative e attenzioni. Sono proprio queste ultime due ad essere oggetto di quest’articolo, che non è nulla di più di una sintesi extra-large di ciò che noi giocatori speriamo di vedere e di ciò che sappiamo in maniera ufficiosa (e non).
È inutile ricordare che ci muoviamo su un terreno, ancora per poco, inesplorato e che pertanto può ancora nascondere qualche sorpresa, sfuggita ai consueti leak, così come qualche clamorosa delusione.

PARTNER DI QUA, PARTNER DI LÀ

Sony – in maniera più evidente a partire dal 2013 – si è assicurata la partnership con diversi publisher e software house, prime tra tutte Activision e Ubisoft.

Di Activision siamo certi di una demo del nuovo Call of Duty: WWII che ha quest’anno il difficile compito di rianimare l’attenzione dei giocatori per il brand, specialmente dopo il successo di Battlefield 1 lo scorso anno; Destiny 2 potrebbe essere presente con un trailer o con un gameplay esclusivo e, perché no, avere finalmente una data per la Beta, come accadde all’E3 del 2014 per il primo capitolo.
Ubisoft ha già scoperto le carte di Far Cry 5 e The Crew 2, che godranno di approfondimenti vari nel corso della conferenza Ubisoft (ore 22:00 italiane del 12 giugno, qualche ora prima della conferenza Sony). È lecito aspettarsi la loro presenza nel corso dello show, così come quella di un nuovo Assassin’s Creed.

Per quanto riguarda le altre collaborazioni: si vocifera quella con Electronic Arts per il seguito di Star Wars: Battlefront e si spera in quella con Rockstar per Red Dead Redemption 2, rinviato alla primavera del 2018. Su quest’ultimo nutro diversi dubbi, più che altro per il poco spazio che avrebbe Rockstar sul palco di Sony già affollato con tanti altri giochi. Ovviamente, un qualsivoglia contenuto su cui sbavare e fantasticare è più che benvenuto.

LE ESCLUSIVE DELLA PLAYSTATION NATION

Days Gone è stato presentato all’E3 2016 e poi ripreso durante l’evento di presentazione di PlayStation 4 Pro per mostrarne le capacità tecniche sul lato HDR. Possiamo quindi supporre uno stato di sviluppo ormai avanzato e l’annuncio di una data di lancio. Più certa che mai è la presenza di God of War, quest’anno portabandiera della line-up Sony – come si può vedere in questo gigantesco murale allestito per l’E3 in quel di Los Angeles. Siamo certi dell’esistenza di un nuovo gameplay e di una data di lancio, verosimilmente per quest’anno. God of War ha aperto in pompa magna la conferenza dello scorso anno e l’orchestra è riuscita a creare la giusta atmosfera in ogni singolo minuto dello show, chissà se Sony ha organizzato nuovamente un qualcosa di simile…

Spiderman, frutto della collaborazione con Insomniac Games, non si fa vedere ormai da tempo ed è per questo più che giustificato il pensiero riguardo la sua presenza all’E3 2017. Death Stranding, mostrato in largo anticipo e ancora in stato di sviluppo primitivo, non sarà presente all’E3.

“Grazie per essere stati qui con noi, ci sono ancora tanti pannelli e contenuti da condividere con voi”, dice Shawn Layden sul palco del PlayStation Experience 2016. La sua incertezza nel pronunciare queste parole è seguita da un breve silenzio, poi rotto da un “C’è ancora una cosa”. E così, The Last of Us Part II si presenta con un trailer alla fine della conferenza, alla faccia di chi non ci avrebbe messo le mani sul fuoco (me compreso). Il seguito di The Last of Us è un’esclusiva importante del marchio Play Station e sarebbe una mossa sbagliata quantomeno non accennare a questo titolo nel corso dello show; Naughty Dog sta ultimando Uncharted: l’Eredità Perduta e dopo questo agosto avrà finalmente tutto il tempo per dedicarsi ai lavori del progetto principale. Alla luce di questo, ritengo sicuro un ultimo invito all’acquisto di Uncharted, in uscita il 23 agosto, e molto probabile un nuovo trailer per The Last of Us Part II.

Chi manca all’appello? From Software si dice sia in collaborazione con Sony per un nuovo titolo; Bloodborne 2 o altra IP, esclusiva o meno, è difficile dirlo. Sucker Punch non si mette in mostra dai tempi dell’ottimo inFamous Second Son (dal DLC stand alone First Light, a dire il vero) e i tempi sono ormai maturi per il lancio di un nuovo titolo: nuovo inFamous o nuova IP? Ready at Dawn non ci ha completamente soddisfatti con The Order: 1886; lo studio è stato entusiasta della collaborazione con Sony ma a proposito di un loro nuovo titolo, esclusivo o multipiattaforma, non ci sono pervenuti né rumor rilevanti né comunicazioni ufficiali. Identica è la situazione per Square Enix.
Nulla su cui basarsi, ma alla fine è meglio sperare che qualche cosa riesca a sfuggire ai vari leak e indiscrezioni.

TAGLI DI PREZZO NECESSARI

Microsoft è in procinto di mostrare Project Scorpio e gli ultimi rumor riguardo il prezzo della console fanno facilmente immaginare a cosa stia pensando Sony in questo momento; PlayStation 4 Pro non sarà più la console più potente sul mercato e subirà i confronti con il gioiellino di Microsoft. La mossa, forse scontata, di Sony potrebbe essere quella di rendere la console più ‘appetibile’ mediante un taglio di prezzo (o più benefici per chi gioca in Full HD, ma questa rimane solo l’opinione di un piccolo redattore).

Non necessitano di particolari commenti le voci che girano riguardo l’annuncio di una Play Station 5. È ancora troppo presto per iniziare una nuova generazione, anche se è valido il ragionamento secondo cui Sony tornerebbe in una posizione di vantaggio se presentasse un sistema pensato per competere con Scorpio… magari tra un paio di anni!

È stata da poco smentita la presenza all’E3 di una nuova console portatile Sony. D’altronde, basandoci sulle recenti dichiarazioni di Shawn Layden, è facile pensare che non verranno mostrati dei nuovi giochi per PlayStation Vita nel corso di questo E3. Déjà vu?


In generale l’E3 di Sony si prospetta ricco di contenuti, fin troppi a dire il vero. Ma è giusto che sia così, almeno nella mente di noi giocatori. Ho cercato di argomentare il più possibile ciò che ho scritto ma non nascondo un mio particolare coinvolgimento emotivo ogni volta che si ripresenta l’appuntamento annuale dell’E3. Sarà che sono questi momenti di attesa a tenere desto il nostro interesse per i videogiochi?

Vi ricordiamo che 17K Group seguirà con interesse tutti gli eventi di questo E3, rimanete in contatto con noi mediante i nostri canali ufficiali per non perdervi news e articoli a tema. Come si prospetta per voi la conferenza Sony? Fatecelo sapere con un commento!