Lo sviluppo di Rainbow Six Siege, ad opera del team di sviluppo di Ubisoft Montreal, è stato controverso, come lo è stato il progetto in sè. Il titolo ha vissuto una pausa lunga, con la cancellazione di un gioco già presentato al grande pubblico, Rainbow Six Patriots, sostituito dall’attuale e più che confermato Rainbow Six Siege. Il titolo ha visto uno slittamento della data di uscita, inizialmente previsto per il 13 ottobre, confermato successivamente per il primo dicembre.

Non solo posticipi però. Rainbow Six Siege è una saga molto importante, unica nel suo genere, la prima in assoluto come fps tattico. L’esordio e l’acclamazione avvennero fin da subito con Rainbow Six Vegas e il seguito Vegas 2 e tantissimi altri titoli. Il nuovo titolo però non avrà una componente importante: la campagna. Dopo la Beta tenutasi dal 24 settembre di quest’anno, per una settimana, arrivò l’annuncio ufficiale che il prossimo capitolo avrebbe avuto solamente il comparto online.

Da qui nasce quindi l’esigenza di creare contenuti che garantiscano la longevità del titolo ed Ubisoft ha dichiarato: “Volevamo qualcosa di diverso e sorprendente. Il nostro obiettivo è regalare un’esperienza multigiocatore online incredibile e abbiamo scelto di impegnarci a fornire un servizio, nel quale investiremo molto del nostro tempo. Abbiamo immaginato un titolo a cui giocare regolarmente, non un gioco che si esaurisce una volta completato”.

Per rendere tutto ciò possibile, il supporto sarà costante, con accurata ricerca e sviluppo per tutto il periodo post lancio con calibrazioni delle dinamiche di gioco, dettagliatamente redatte sulle note patch che verranno rilasciate, eventi, competizioni e la pubblicazione di quattro contenuti aggiuntivi considerevoli, il tutto, ci teniamo a precisare, assolutamente gratuito.

Il team che assisterà a questo continuo sviluppo sarà composto da 80 persone, visionando i feedback e le statistiche di gioco, apportando se necessario, modifiche mirate per creare la migliore esperienza di gioco e l’opportunità di crescita del titolo, grazie principalmente alla collaborazione dei giocatori. Quello che abbiamo potuto vedere attraverso la Beta, (qui potrete recuperare il nostro provato) come il sistema degli operatori, le modalità multigiocatore e Caccia ai terroristi, sono la base della progettazione di Rainbow Six Siege, destinato ad espandersi e soddisfare le necessità di un gioco in continua evoluzione.

rainbow year one

I contenuti saranno pubblicati nell’arco dell’anno successivo all’uscita sotto forma di stagioni, che coincideranno con le dinamiche di gioco classificate. Vi aspettano quindi:

  • 4 nuove mappe (ovviamente multigiocatore online e Caccia ai terroristi)
  • 8 nuovi operatori, con nuove armi primarie/secondarie e gadget unici
  • Nuovi oggetti estetici
  • Nuove modalità, eventi e/o attività

“Mappe e modalità saranno gratuite e disponibili per tutti fin da subito. I nuovi operatori e la maggior parte delle skin armi potranno essere sbloccati con una valuta chiamata Fama o con crediti R6. Gli unici contenuti acquistabili saranno alcune skin armi speciali, i cui effetti sono puramente estetici e non influenzano le dinamiche di gioco. Essendo un titolo multigiocatore online PvP, è fondamentale non dividere la comunità o introdurre meccaniche “pay-to-win”. In questo modo, speriamo di tenere uniti i giocatori e mantenere vivo per molto tempo il loro interesse”.

Queste parole ci convincono rendendo il titolo veramente apprezzabile non solo per i contenuti ma soprattutto per la politica che ha deciso di seguire il team di sviluppo.

Rainbow Philosophy

Ma soffermiamoci su cosa è la Fama e i crediti R6. Per sbloccare nuovi contenuti si dovrà fare riferimento a questi sistema di valuta: la Fama si potrà guadagnare grazie al tempo di gioco, se invece si vuole ottenere tutto e subito si potrà ricorrere ai crediti R6 che saranno acquistabili. Attenzione però, questo non vuoldire infrangere la politica appena espressa e non vi dovrete ritrovare nella condizione di sentirvi obbligati a spendere soldi. Vediamo quindi nel dettaglio questi due sistemi.

FAMA

La Fama si guadagnerà praticamente con ogni azione compiuta in Tom Clancy’s Rainbow Six Siege. Le modalità possono essere azione come completare simulazioni e partite di Caccia ai terroristi o giocando in multiplayer online. La Fama è la valuta base usata per avanzare nel gioco. Che possiamo fare dunque con la fama? Può essere usata per sbloccare operatori, armi, skin per le armi e persino contenuti che usciranno in futuro . Ecco alcuni fattori che influenzeranno il guadagno di Fama nel gioco:

  • Vittoria o sconfitta in una partita
  • Compiere Uccisioni/Assistenze/Rianimazioni
  • Si otterrà più Fama con le partite classificate
  • Uccidere i compagni di squadra avrà un effetto negativo sulla Fama guadagnata
  • Puoi ottenere Fama anche con le sfide giornaliere o con azioni come la visualizzazione dei tutorial

CREDITI R6

I crediti R6 sono la valuta opzionale acquistabili. Una volta comprati, possano essere utilizzati per potenziamenti della Fama, utilizzandola così più rapidamente, investirli in skin speciali per le armi o per sbloccare operatori. I pacchetti al momento del lancio saranno 5: 600, 1.200, 2.670, 4.920, 7.560 crediti R6, ovviamente il prezzo è proporzionale all’offerta dei crediti.

Quanto costerà sbloccare i contenuti dopo l’uscita?

Ci teniamo a precisare che tutte le mappe e le modalità saranno immediatamente disponibili al lancio per tutti, in tutte le stagioni programmate. I contenuti dopo l’uscita, invece, non hanno ancora una sua identità e programma, in quanto gli sviluppatori stanno prendendo i giusti tempi per dare un equilibrio all’economia del gioco. Al momento però possiamo farci un idea di cosa è necessario fare per sbloccare nuovi operatori e skin armi.

Gli operatori disponibili post lancio potranno essere sbloccati giocando con circa 25 ore che corrispondono all’incirca a 25.000 punti Fama. Questo viene calcolato in base ai dati ricavati anche dalla Closed Beta; un giocatore spende circa 8-10 ore sul suo titolo preferito alla settimana, quindi in 2-3 settimane sarà possibile sbloccare un nuovo operatore. Inoltre questo ragionamento viene basato sul fatto che i nuovi rilasci contenuti nelle stagioni di cui abbiamo parlato sopra saranno pubblicati ogni tre mesi. Giocando regolarmente, potrete sbloccare tutti i nuovi materiali che gli sviluppatori ci metteranno disponibili, riuscirete ad ottenrli facilmente e in poco tempo. Se invece, non credete di avere abbastanza tempo e rischiate di perdervi dei contenuti che vi interessano, potrete acquistare 600 crediti R6, equivalenti a 4,99€, e sbloccare il contenuto che vi interessa.

Ricordatevi che sbloccherete molto più velocemente i 20 operatori iniziali con il sistema di progressione base (500 punti Fama per il primo membro di un’unità, 1.000 per il secondo, ecc).

rainbow Weapon

Un discorso a parte va fatto per le skin armi. Ci saranno cinque livelli di skin iniziali, già disponibili per l’acquisto al lancio e saranno aggiunte costantemente post lancio. I livelli 1, 2 e 3 con i punti Fama, mentre il 5 e il 6 dovranno essere acquistati con i crediti R6. Alcune skin del livello 4 potranno essere sbloccate o con la Fama o con i crediti R6. E’ bene precisare che tutti questi articoli sono puramente estetici, oggetti che non influenzeranno in alcun modo le dinamiche del gioco o la funzionalità delle armi.

Rainbow Black ice

I contenuti a tema delle stagioni saranno attinenti ai mesi che rappresentano. Per far capire quale sarà il metodo che verrà seguito vi facciamo un esempio pratico sui primi mesi freddi del 2016:

  • 1 nuova mappa
  • 2 operatori di una nuova unità, con nuove armi e gadget unici
  • Nuove skin armi di ogni livello
  • Potenziamenti delle dinamiche di gioco

L’idea alla base di questo programma basato sulle stagioni è di dare l’impressione materiale di un’evoluzione del metagioco. Per far si che questo accada troveremo disponibili nuove combinazioni degli operatori e nuove ambientazioni da memorizzare per sfruttarle al meglio.

Vi lasciamo quindi con il video che ci spiega tutti i programmi del team di sviluppo per Rainbow Six Siege, che vi ricordiamo, uscirà l’1 dicembre 2015 su Xbox One, PC e PS4.