Bentornati, dopo una lunga pausa, nella rubrica dove vi presentiamo nuove razze adattate o create direttamente da noi che potrete utilizzare nelle vostre sessioni di Dungeon & Dragons. Oggi vogliamo presentare i canidi, una razza che abbiamo deciso di creare nella speranza di darvi qualcosa che possa farvi divertire durante le vostre sessioni di gioco.

I canidi, come sicuramente avrete intuito dal nome, sono una razza canina dalle fattezze antropomorfe. Possono appartenere a etnie differenti, ognuna delle quali possiede determinate peculiarità che la differenzia dalle altre, così da poter ricoprire ruoli differenti.

I canidi nel mondo

La loro natura li rende estremamente amichevoli verso tutti, ma questo li porta a essere altrettanto influenzabili: la loro fedeltà verso coloro che considerano amici è talmente forte da spingerli a fare di tutto per loro, anche scendere sul campo di battaglia e affrontare innumerevoli orde di nemici, pur di difendere le persone a loro care. Questa loro inclinazione porta naturalmente molti individui a volerne approfittare: c’è chi li assolda come guardie del corpo o come mercenari, senza tuttavia pagare i loro servizi, ma preferendo ingannarli con la promessa di una falsa amicizia.

Coloro che tuttavia non vivono fianco a fianco con altre comunità abitano piccoli villaggi dove pesca, caccia e agricoltura sono le principali fonti di sostentamento. Essendo i canidi, come detto prima, molto amichevoli, non è raro trovarne gruppi composti da razze diverse che convivono in modo quasi del tutto pacifico, se si escludono piccole scaramucce che si risolvono per lo più con litigi di poco conto.

Source: Richard Thomas, Kickstarter, Realms of Pugmire

Bonus e abilità

Passiamo ora alla parte che voi, giocatori di Dungeon & Dragons, aspettate, ovvero l’analisi dei bonus di caratteristica e delle abilità uniche che questa razza possiede. Vi ricordiamo che i canidi sono divisi in varie sottorazze, le quali avranno a loro volta qualità uniche che andranno ad aggiungersi a quelle elencate subito di seguito.

  • Aumento dei Punteggi di Caratteristica. Un canide vede un punteggio a scelta tra saggezza e intelligenza aumentare di 2. Siccome sono di base molto svegli possono essere più calcolatori, ma poco più lenti nel capire oppure più intuitivi, ma allo stesso modo ingenui, a seconda del modo in cui sono cresciuti.
  • Età. I canidi sono più longevi della loro controparte puramente animale i cui esemplari, a seconda della razza, possono vivere fino ai 20 o 25 anni, in casi molto rari: raggiungono la maturità attorno ai 7 anni di età e vivono all’incirca fino a 60 anni.
  • Taglia. Ogni canide, seppur con lievi differenze, condivide una stazza comune, con un’altezza che va da 1,50 m fino a 1,80 m e con un peso variabile dai 40 agli 80 kg. Sono di taglia media.
  • Velocità. Grazie all’agilità e la robustezza canine i canidi non sono inferiori a nessuna razza. La loro velocità è di 9 m.
  • Allineamento. I canidi tendono ad avere una natura di base caotica e spesso si mantengono neutrali. Come detto prima, però, sono molto influenzabili e questo li porta a variare la loro natura in base alle persone che hanno attorno, seguendo gli ideali di quelli che ritengono i loro migliori amici.
  • Morso. I canidi possiedono un’enorme forza nelle loro mascelle e i loro canini estremamente sviluppati rendono il loro morso eccezionalmente potente. Con una azione standard durante il vostro turno potete effettuare un Attacco con Morso, di cui possedete già la Competenza, infliggendo 1d4 danni dal 1° al 5° livello, 1d6 danni dal 6° al 10° livello, 1d8 danni dall’11° fino al 15° livello e infine 1d10 danni dal 16° fino al 20° livello. Ai danni di tale attacco va sommato il vostro modificatore di Forza. Se un Attacco con Morso ha successo, come azione bonus, se il vostro bersaglio è al massimo di una taglia maggiore della vostra, potete far effettuare al vostro bersaglio un Tiro Salvezza la cui Classe Difficoltà è pari a 8 + il bonus di competenza + il vostro livello di Classe. Se fallisse, l’avversario subirà lo status Afferrato e subirà durante ogni vostro turno un danno pari a quello dell’Attacco con Morso, al quale non verrà sommato il modificatore di Forza. Potrà ripetere il Tiro Salvezza all’inizio di ogni suo turno. In caso di fallimento potrà comunque attaccare il suo assalitore o chi è adiacente a lui, subendo però svantaggio al tiro per colpire.
  • Fiuto. Come i loro cugini a quattro zampe possiedono un prodigioso fiuto che gli permette di accorgersi della presenza di altre persone, animali o creature di vario tipo vicine. Oltre a far guadagnare la competenza nell’abilità Percezione, questa capacità fa sì che non si possa essere sorpresi e colti alla sprovvista.

Passiamo ora alla prossima parte di questo articolo, ovvero quella dove illustriamo i bonus unici delle sottorazze.

Bloodhound

Questo tipo di canidi ha un tempra estremamente feroce quando si tratta di dover lottare, e possiede inoltre una elevatissima capacità di inseguire le prede grazie al suo fiuto.

  • Aumento dei punteggi di caratteristica. Un Bloodhound vede il proprio punteggio di Forza aumentare di 1.
  • Segugio. Questa sottorazza possiede la capacità di usare il suo fiuto per riconoscere e seguire le tracce del suo bersaglio. Se si esegue una prova di sopravvivenza usando il fiuto per questo motivo va quindi aggiunto il bonus di competenza al risultato di tale prova.

Akita

Provenienti dal lontano oriente, questi canidi vantano un’impareggiabile abilità con le armi da taglio e sono famosi per il loro senso dell’onore.

  • Aumento dei punteggi di caratteristica. Un Akita ottiene un bonus di +1 alla Destrezza.
  • Parola vincolante. Data la loro fama di guerrieri onorevoli e sinceri, gli Akita ottengono la competenza nelle prove di Persuasione.

Do-khyi

Abitanti delle alte montagne, il clima rigido e le condizioni del terreno li hanno resi estremamente abili nel muoversi su terreni difficili e hanno reso il loro corpo incredibilmente resistente alla fatica e agli sforzi prolungati.

  • Aumento dei punteggi di caratteristica. Ogni Do-khyi aggiunge un bonus di +1 alla propria Costituzione.
  • Esperto scalatore. Quando questa sottorazza si trova costretta ad effettuare una prova di atletica per scalare delle superfici, si aggiunge il suo bonus di competenza a tale abilità.

Meticcio

Non appartengono a nessuna sottorazza, ma preferiscono considerarsi invece appartenenti a tutte le razze ed esse ricambiano accogliendo i meticci con gioia, in quanto la loro natura li porta ad essere non solo amichevoli, ma anche estremamente allegri, infondendo tale allegria in chi sta loro attorno.

  • Aumento dei punteggi di caratteristica. Un Meticcio vede il proprio Carisma ottenere un bonus di +1.
  • I migliori amici di tutti. Amati da chiunque, i Meticci adorano portare allegria a chi sta loro attorno. Ottengono pertanto la competenza nell’abilità Intrattenere.
Source: Richard Thomas, Kickstarter, Realms of Pugmire

In conclusione

Anche oggi la nostra esplorazione di questa nuova razza è conclusa. I canidi si rivelano estremamente versatili e grazie alle varie sottorazze possono ricoprire praticamente ogni ruolo all’interno del gruppo. I Bloodhound sono eccezionali guerrieri e barbari, gli Akita possono essere utilizzati per creare un guerriero samurai o un monaco ispirati ai ronin, i samurai senza un padrone, i Do-khyi possono essere ottimi tank e possono funzionare bene come barbari o monaci, mentre i Meticci sono bardi naturali grazie alla loro capacità di affascinare e divertire le persone.

Spero che anche questa “puntata” di Dungeon & Dragons – Guida alle razze homebrew vi sia piaciuta, vi saluto dandovi appuntamento alla prossima. A voi quali razze piacerebbe vedere in questa rubrica? Ditecelo e continuate a seguirci su 17K Group!