Fra qualche giorno, e più di preciso il prossimo 27 marzo, vedrà la luce il nuovo videogioco basato su quella Odissea moderna che è One Piece, l’immensa opera nata dalla mente e dalla mano del Maestro Eiichiro Oda e la cui pubblicazione venne inaugurata su Weekly Shōnen Jump, rivista settimanale del gruppo editoriale giapponese Shūeisha, il 22 luglio 1997 e che prosegue ancora ai giorni nostri.

Non vi nascondo che anche io attendo con trepidazione l’uscita di One Piece: Pirate Warriors 4, che avrò il piacere e l’onore di recensire su queste pagine, e non potrei essere più felice che la mia prima recensione per 17K Group riguardi proprio una delle mie opere preferite in assoluto!

Forse non diventerò mai la Regina dei Pirati, ma sarà un privilegio unico poter seguire il mio Capitano in questa sua ennesima avventura!

CAPITANO, MIO CAPITANO

One Piece: Pirate Warriors 4 è un videogioco sviluppato da Omega Force, studio di proprietà di Koei Tecmo, e distribuito in tutto il mondo da Bandai Namco Entertainment; il titolo sarà disponibile per PC con sistema operativo Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. E se siete dei fan sfegatati della serie potrete anche optare per l’acquisto della Collector’s Edition dell’atteso titolo.

Nel caso in cui non conosciate ancora la serie di videogiochi di One Piece: Pirate Warriors, si tratta di titoli di azione appartenenti al genere definito beat ‘em up o brawler, che prevede un sistema di combattimento incentrato principalmente su combattimenti corpo a corpo in tempo reale contro orde molto ben nutrite di nemici (non temete, ci saranno anche le Boss Fight contro un unico, potentissimo avversario, nella nuova Titan Mode!), come potete vedere nel trailer di lancio del titolo che trovate qui di seguito, il quale rivela anche che sarà disponibile come bonus di preordine per il gioco lo sblocco anticipato dei Germa 66, con tanto di 2 costumi extra, e che annuncia anche i contenuti della Collector’s Edition, definita Kaido Edition:

Come se non bastasse, One Piece: Pirate Warriors 4 includerà ben oltre 40 personaggi giocabili, fra i quali i già citati Germa 66, i Pirati di Cappello di Paglia, Smoker e la sua fedele compagna Tashigi, i compianti Edward “Barbabianca” Newgate e l’uomo dei miei sogni, Portgas D. Ace, il mio amatissimo Doffy, Capone “Gang” Bege, l’immenso Charlotte Katakuri e i due Imperatori Charlotte “Big Mom” Linlin e Kaido delle 100 Bestie.

One Piece
Una delle scene più toccanti dell’intesa storia di One Piece che potrete rivivere in One Piece: Pirate Warriors 4.

La carne sul fuoco è tanta, e non è certamente da escludersi anche la possibilità che altri personaggi vengano aggiunti in seguito a questo già nutrito roster, magari attraverso appositi DLC a pagamento.

Il gameplay sembra essere decisamente dinamico e frenetico, anche se prevede comunque che i giocatori possano preparare al meglio la propria squadra prima delle battaglie.

La presenza di così tanti personaggi non può che essere una ottima notizia, poiché permetterà ai giocatori di sperimentare stili di combattimento decisamente differenti fra di loro: per farvi solo un paio di esempi, mentre Rufy è un tank puro che predilige i combattimenti a distanza ridotta, ma che può anche colpire frapponendo una certa distanza fra se stesso e i suoi avversari grazie ai poteri conferitigli dal Gomu Gomu no Mi, suo fratello maggiore adottivo Ace, che grazie al Mera Mera no Mi può generare e manipolare il fuoco, elemento di cui è fatto il suo stesso corpo, preferisce lanciare i suoi attacchi da una certa distanza.

La diversificazione nel gameplay potrebbe dunque essere uno degli elementi di forza di One Piece: Pirate Warriors 4, se fosse modulato in maniera sia fedele all’opera originale che appagante per noi videogiocatori.

One Piece
Non mancherà nemmeno la saga ritenuta tutt’oggi la migliore, quella di Marineford, che sancisce la fine di un’Era della Pirateria e l’inizio della Nuova Era.

Inoltre, le missioni che andranno a comporre la Modalità storia saranno ben 34 e includeranno alcuni degli archi narrativi più celebri e amati di One Piece, da Enies Lobby a Marineford, fino ad arrivare perfino a Wano, la cui saga sarà presente in una versione adattata appositamente per il titolo, poiché la stessa non è ancora giunta a conclusione nel manga.

Insomma, le premesse sembrano buone; ora, non ci resta che attendere di poterci imbarcare ancora una volta sulla Thousand Sunny per scoprire cosa ha in serbo per noi questa nuova avventura videoludica ambientata nel magico e a tratti oscuro mondo creato da Eiichiro Oda.

One Piece: Pirate Warriors 4 verrà pubblicato il 27 marzo 2020 e sarà disponibile per Nintendo Switch, Xbox One, PS4 e PC Windows. Kaizoku ou ni ore wa naru!