Killzone

Il futuro di Killzone, quello che doveva essere l’Halo Killer di PlayStation, appare sempre più in bilico. Guerrilla Games infatti (molto probabilmente su ordine di Sony) ha ritirato il dominio ufficiale del gioco, facendo scomparire quindi il sito della serie. L’annuncio è stato diramato dal team di sviluppo stesso, tramite una lettera comparsa sullo spazio web che una volta era l’hub centrale per tutte le novità della serie.

Il messaggio, lanciato appunto da Guerrilla Games, precisa che il sito di Killzone è oramai chiuso e più avanti tutti i visitatori verranno reindirizzati al sito ufficiale di PlayStation. Un segnale dunque che Sony non ha nessuna intenzione di mollare le mani dalla proprietà intellettuale sviluppata in Olanda ma di tenere il tutto probabilmente congelato. Sicuramente non ci saranno novità nell’immediato, soprattutto considerato che proprio Guerrilla Games è attualmente impegnata su una nuova serie di successo, ovvero il franchise di Horizon, con un nuovo capitolo in arrivo sia su PlayStation 4 che PlayStation 5.

Con la chiusura del sito ufficiale, inoltre, anche se le modalità online restano del tutto intatte, i giocatori hanno perso la possibilità di creare e gestire i clan. Lo spazio web infatti era il fulcro anche per quel tipo di attività da parte dei giocatori.

Cari visitatori di Killzone.com,

il sito ufficiale del franchise è stato ritirato. Più avanti i visitatori saranno indirizzati al sito di PlayStation. Questo cambiamento non affliggerà le modalità online ma verranno sospese le gestioni dei clan. Ci scusiamo per questo inconveniente e vi ringraziamo per l’entusiasmo e il supporto nel corso di questi lunghi anni.

Killzone insomma non ritornerà a breve. Eppure non è possibile escudere che in futuro PlayStation non possa godersi un altro first person shooter prodotto in casa. Ovviamente al momento sono solo supposizioni ma chissà che magari un giorno, in Sony, qualcuno non decida di provare a togliere del congelatore i progetti di un eventuale seguito di Shadow Fall.