Cyberpunk 2077

Dopo Sony (che ha addirittura proseguito per la linea più dura eliminando il gioco dallo store) è il turno di Microsoft. Da pochi minuti è infatti possibile chiedere il rimborso di Cyberpunk 2077 anche sulle console della famiglia Xbox. L’annuncio è stato diramato tramite una serie di tweet lanciati dopo le 18:00 ora italiana, dove il team di Microsoft spiegava le modalità per ottenere il refund completo del titolo.

Rispetto al colosso giapponese, che ha garantito il refund a tutti gli acquirenti, la questione per i giocatori Xbox sembrerebbe essere più spinosa. Stando ai tweet pubblicati infatti il supporto di Xbox premette che è possibile ottenere il rimborso visitando uno specifico link ma non garantisce che tutti potranno ottenerlo. Come specificato nel cinguettio infatti si fa riferimento esclusivamente ad una vasta parte di giocatori ma non a tutti. La situazione dunque appare ancora fumosa e non ci resta dunque che attendere ulteriori informazioni in merito alla gestione dei refund di Cyberpunk 2077. Oltre all’annuncio dei rimborsi Microsoft ha anche precisato che pur conoscendo CD Projekt RED e le condizioni lavorative davvero dure per poter lanciare il titolo a dicembre non possono ignorare gli utenti che stanno avendo una pessima esperienza di gioco.

La strada scelta, come detto in apertura della news è decisamente più soft rispetto a Sony, che ha di fatto impossibilitato gli utenti all’acquisto del gioco in versione digitale. I motivi per cui Microsoft ha deciso di non eliminarlo definitivamente possono essere molteplici, tra cui gli accordi di marketing, che hanno portato al concepimento di una console Xbox One X a tema Cyberpunk 2077 e le due presenze alle edizioni 2018 e 2019 dell’E3, dove CD Projekt RED svelò il gioco e soprattutto la presenza di Keanu Reeves e la data di uscita originale.

Ovviamente il nostro consiglio è quello di evitare l’acquisto del gioco, anche se giocate su Xbox Series S. Il titolo infatti funziona al meglio (anche se non è esente da glitch grafici e problemi di varia natura) su Xbox Series X ma per giocarlo come merita raccomandiamo di aspettare l’update next gen, che potrebbe arrivare nel corso del prossimo anno.