Sembrava oramai fatta: la data di uscita di Cyberpunk 2077 fissata per il 19 novembre 2019 non avrebbe più dovuto subire nessun posticipo. E invece no. Nella giornata odierna infatti CD Projekt RED ha posticipato per l’ennesima volta il suo prossimo gioco di ruolo in prima persona. La comunicazione è arrivata come di consueto tramite i social network ufficiali del gioco, con un lungo messaggio che spiega i motivi dietro questo rinvio.

Nonostante la versione gold dunque, annunciata ufficialmente il 6 ottobre 2020, il team di sviluppo ha preferito comunque posticipare il gioco. Stando alle parole di Adam Badowksi e Marcin Iwinski, figure chiave di CD Projekt RED, il rinvio si è reso necessario per poter migliorare ancora di più la qualità del gioco. Il master definitivo infatti dovrebbe essere ancora testato per ben 9 piattaforme differenti, tra cui Xbox One Series X, Xbox One Series S e PlayStation 5 per la retrocompatibilità. Senza dimenticarsi ovviamente delle originali console di destinazione e il servizio di streaming Google Stadia.

Cyberpunk 2077

Al momento CD Projekt RED è ancora in smart working. La maggior parte dei dipendenti è infatti ancora al lavoro da casa e i periodi per poter rifinire al meglio Cyberpunk 2077 si stanno allungando a dismisura. Una scelta presa sicuramente a malincuore da parte del team ma che a questo punto si è resa necessaria.

Si tratta dell’oramai ennesimo rinvio per Cyberpunk 2077 e come da tradizione anche in questo caso CD Projekt RED ha annunciato una nuova data di uscita. Da oggi infatti il nuovo gioco del team di sviluppo polacco è atteso per il 10 dicembre 2020. Non è ancora chiaro se già dalla nuova data di uscita saranno disponibili anche le versioni next gen tramite un free update oppure sono ancora previste per il prossimo. Restiamo ovviamente in attesa di ulteriori informazioni e dettagli in merito: vi aggiorneremo il prima possibile.