ASUS ha recentemente ampliato la gamma di prodotti pensati per il gioco, portando sul mercato un headset pensato appositamente per tutti i videogiocatori che necessitano di un prodotto di qualità a un prezzo accessibile. Parliamo delle ASUS TUF Gaming H3, prodotto di fascia bassa di un set composto anche dai modelli H5 e H7. Il prezzo del prodotto al lancio è di 59,99€ e la nostra valutazione è strettamente legata a esso. ASUS ha dunque proposto una soluzione di alta qualità a un prezzo molto basso, sarà riuscita a mantenere le aspettative?

Nella confezione abbiamo trovato, oltre l’headset, un piccolo manuale d’istruzioni in varie lingue, la garanzia e un cavo lungo circa 1,3m che permette di collegare cuffie e microfono al PC grazie allo switch.

  • Driver: 50mm ASUS Essence
  • Microfono: Unidirezionale
  • Impendenza: 32 Ohm
  • Risposta in frequenza: 20-20000 Hz
  • Risposta in frequenza (microfono): 50-10000 Hz
  • Sensibilità (microfono): -40 dB
  • Peso: 246g

Leggere e solide, pronte per le sessioni di gaming intenso

Il progresso tecnologico e l’avanzamento delle generazioni videoludiche hanno dato un’importanza maggiore al reparto sonoro. Non solo la musica, quindi, ma anche il rumore dei passi, degli spari e tutti gli effetti sonori sono diventati fondamentali in un videogioco di qualità, quindi la presenza di un headset nel proprio kit da gaming risulta essenziale per vivere al massimo l’esperienza offerta dai videogiochi.
Ovviamente, non tutti i videogiocatori hanno voglia e possibilità di investire una somma di denaro elevata nell’acquisto di un headset. È a loro che punta ASUS con questo prodotto, che si propone di alzare l’asticella della qualità in un mercato fatto da prodotti generalmente scomodi o poco durevoli.  

Per quanto riguarda le caratteristiche estetiche del prodotto, la versione delle cuffie da noi provate erano completamente nere e la parte esposta dell’arco colorata di azzurro, ma sono disponibili anche altre colorazioni. Su entrambi i padiglioni e sull’imbottitura dell’arco è invece possibile notare, tra le rifiniture, rispettivamente il logo e la scritta TUF GAMING
La prima impressione che abbiamo avuto riguardo l’headset è quella di un prodotto decisamente solido e comodo, soprattutto grazie alla fattura dell’arco completamente in acciaio inossidabile e alle imbottiture sia sui padiglioni che sull’arco in memory foam rivestite in eco-pelle. Sul padiglione sinistro sono presenti: un microfono non rimovibile, un pulsante per attivare e disattivare la propria voce e una rotellina per regolare il volume di ciò che sentiamo. Il cavo è lungo circa un metro ed è rivestito in semplice plastica. 

La comodità durante le sessioni di gioco è stata realmente sorprendente per il prodotto: anche in sessioni durate più di 4 ore consecutive, le cuffie non hanno portato troppi fastidi, grazie ai cuscinetti e all’incredibile leggerezza del prodotto (solo 294 grammi). Purtroppo, il rivestimento del cavo sembra veramente troppo poco solido.
La presenza fissa del microfono rende veramente complesso, invece, l’utilizzo dell’headset in movimento. Nonostante questo, abbiamo stressato volentieri l’headset trasportandolo all’interno dello zaino e ha confermato la nostra prima impressione. Il prodotto è solido e comodo.

Suono pulito, adatto per gli FPS

Non solo una buonissima ergonomia, tra le caratteristiche delle ASUS H3 TUF GAMING spicca anche la qualità audio. L’isolamento dato dalla pressione delle cuffie e dal rivestimento in pelle dei driver è molto buono, facilitando dunque l’immersione nel gioco durante le sessioni di gioco. La risposta in frequenza delle cuffie è di 20-20.000 Hz. Tutto sommato si tratta di valori nella media, se consideriamo che un orecchio umano sano e allenato può sentire le frequenze da 18 a 22.000 Hz. Durante la nostra prova abbiamo giocato a vari titoli come FIFA 20, Call of Duty Modern Warfare e Fortnite, e durante tutte le esperienze siamo riusciti a distinguere con abbastanza precisione tutti i tipi di rumore presenti, dal tifo al rumore della palla in FIFA, la tempesta in arrivo su Fortnite, i passi e gli spari nell’ultimo Call of Duty, gioco con il quale abbiamo avuto l’esperienza migliore. Anche per quanto riguarda l’audio direzionale possiamo essere abbastanza soddisfatti, mentre non possiamo dire la stessa cosa della resa su più livelli grazie al 7.1 simulato Windows Sonic e al jack 3.5mm.

Nell’esperienza lontana dal gaming, abbiamo provato ad ascoltare musica di vario genere e abbiamo notato come anche coi brani musicali le ASUS TUF Gaming H3 si comportino molto bene: i bassi sono abbastanza alti, ma non compromettono l’ascolto dell’intero brano musicale. Anche con i film e i video su internet non abbiamo notato pecche di alcun tipo. Insomma, la qualità audio delle H3 è sicuramente ottima e adatta sia al gaming competitivo, sia alla fruizione di contenuti multimediali di vario genere quali film, musica o video.

Per quanto riguarda il microfono delle cuffie, la qualità è estremamente in linea con il resto delle componenti dell’headset. I comandi sul padiglione della cuffia ci permetteranno solo di mutare il microfono, senza la possibilità di regolare la sensibilità. Durante la nostra prova, però, ci siamo accorti che quella predefinita è già ottima di suo, escludendo i suoni lontani ma permettendoci di parlare senza alzare la voce.  Il microfono, nonostante purtroppo non sia removibile, è incredibilmente snodato, così da darci l’opportunità di sistemarlo dove ci è più comodo.

 

PRO CONTRO
  • Grande comodità anche nelle sessioni lunghe di gioco
  • Qualità del suono e dei materiali decisamente positiva
  • Audio direzionale e distinzione dei suoni ottima
  • Molto economiche
  • Qualità del rivestimento del cavo non eccellente
  • Il 7.1 simulato non ci ha convinto
  • Microfono non removibile