Attraverso un evento organizzato a Milano, HMD Global ha presentato il suo nuovo smartphone AndroidOne, ovvero il Nokia 2.2, modello entry-level della casa finlandese che sarà disponibile sul mercato europeo (e italiano ovviamente) a partire dalla prima settimana di luglio.

L’EVENTO

Gli organizzatori, ai quali vanno fatti i complimenti per la cordialità e il lavoro svolto, hanno curato molto la giornata, coinvolgendo addirittura i”malcapitati” addetti ai lavori in una simpatica caccia al tesoro a squadre, svoltasi nel pomeriggio qualche ora prima della conferenza stampa. Guidati da un dispositivo Nokia, le tappe di questa simpatica competizione ci hanno condotto attraverso alcuni dei luoghi simbolo di Milano: come Piazza Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II, San Babila e via Montenapoleone.

Lo scopo? Oltre a far apprezzare a passanti e turisti le doti artistiche (e con profondo imbarazzo anche canore) dei partecipanti, il messaggio di fondo percepito coincideva con lo storico slogan di Nokia: connecting people.

Risultati immagini per nokia connecting people

La conferenza si è tenuta in seguito, presso lo Spazio Scalarini ubicato nell’omonima via in zona Ripamonti. Una location che nasce dal recupero di una ex zona industriale, all’apparenza piuttosto fredda ma, grazie alle varie sale di cui è dotata, perfettamente idonea per feste ed eventi aziendali, proprio come la presentazione del Nokia 2.2. .

ORGOGLIO NOKIA

Nokia è un marchio storico della telefonia. Per molti, come chi vi scrive, il primo telefono cellulare posseduto recava proprio il logo della casa finlandese. Dispositivi contraddistinti da una elevata durata della batteria e dalla leggendaria indistruttibilità (qualcuno ha detto 3310?). Eppure il messaggio lanciato durante la presentazione in primis da Per Ekman, Global Head Sales di HMD, e sottolineato in seguito da Alberto Matrone, vice-presidente del settore South-Europe, non fonda le sue radici in un nostalgico, glorioso passato, bensì su un presente fatto di solide intenzioni e sull’orgoglio di essere l’unico vero brand di smartphone europeo.

Nokia 2.2 sarà inoltre il primo smartphone Nokia della serie 2 a far parte del programma Android One: sarà disponibile al lancio con Android 9 Pie, ma è già pronto a ricevere l’aggiornamento ad Android Q. La casa inoltre garantisce due anni di aggiornamenti del sistema operativo e tre anni di update di sicurezza mensili, garantendo l’accesso alle più recenti innovazioni Android.

IL NOKIA 2.2

Fatte le dovute premesse, Alberto Colombo, General Manager Italia di HMD, ci presenta finalmente il nuovo smartphone, che con il suo (basso) prezzo di lancio andrà a occupare un segmento di mercato che gli altri produttori al momento stanno accantonando.

Il prezzo del Nokia 2.2 partirà infatti dai 109 euro della versione con 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, per salire ai 139 euro della versione più potente, fornita di RAM da 3 GB e memoria da 32 GB. Entrambe le versioni saranno comunque espandibili grazie a una memoria esterna fino a 400 GB.

Pur non essendo dotato di lettore d’impronta, il Nokia 2.2 vanta un sistema di riconoscimento facciale per lo sblocco del telefono, unito ad un tasto illuminato per le notifiche situato sul lato destro rispetto allo schermo, a cui si aggiunge anche un pulsante per attivare il Google Assistant .

Il display da 5,71” HD+ è ampio, ma risulta maneggevole e adatto all’uso anche con una sola mano. Non disturba la presenza del piccolo Notch che incorpora la fotocamera frontale da 5 Megapixel. Il cuore pulsante è composto dal chipset quad core MediaTek A22, progettato per ottimizzare al meglio l’utilizzo della batteria, da 3000 mAh, affinché la carica duri un’intera giornata e anche di più.

La fotocamera posteriore, da 13 Megapixel e dotata di HDR, a detta del produttore è in grado di effettuare ottimi scatti anche in condizioni di scarsa luce grazie alla AI di cui è fornita: la fotocamera infatti effettuerà molteplici scatti in contemporanea che andranno a creare un’unica immagine con più luce, più dettagli e meno rumore.

COVER INTERCAMBIABILI

Nonostante la già citata ferma intenzione di non fare della nostalgia il punto focale dell’esperienza con Nokia, il 2.2 ha la possibilità, come per i device degli anni passati, di cambiare pelle, grazie alle cover intercambiabili Nokia Xpress-on. Purtroppo al lancio saranno disponibili, per l’Italia, solo due varianti, nero e grigio, tuttavia durante la conferenza è stato confermato che in seguito verranno aggiunte anche le altre colorazioni.

sdr

Ottimo prezzo, caratteristiche interessanti e la promessa di un continuo miglioramento del dispositivo nel tempo fanno del Nokia 2.2 uno smartphone sicuramente interessante. Un segnale forte da parte del produttore finlandese, che vuole tornare a dire la sua in un settore che, tempo fa, parlava quasi esclusivamente la sua lingua.