Chiunque non sia estraneo al mondo del gaming conosce bene l‘importanza di possedere una tastiera consona al tipo di attività svolta. Come anche chi lavora come programmatore, come scrittore o blogger, anche il videogiocatore possiede bisogni di comfort particolari tutt’altro che trascurabili, specie se correlati a sessioni intensive di gioco che si protraggono per lungo tempo o che si tratti di giocare ai livelli di esport.
Così come chi digita per tutto il giorno seduto ad una scrivania possiede necessità che possono semplificare il lavoro più di quanto ci si aspetti, non solo grazie all’uso di una tastiera meccanica ma anche all’impiego di uno switch preciso.

Premettendo che non vi sono in senso assoluto switch ottimali per l’una o per l’altra attività, dato che si tratta unicamente di comodità soggettiva dell’utente, i prodotti che prenderemo oggi in analisi sono gli switch MX prodotti dall’azienda Cherry.
Si tratta del modello di tasti più popolari e diffusi in assoluto, prodotti dalla sopracitata Cherry, azienda che si occupa di costruzione di tastiere da ormai più di 50 anni.

Tuttavia, quando ci si appresta ad acquistare con criterio un prodotto come una tastiera meccanica, la decisione è tutt’altro che semplice, dato che esistono svariati modelli di interruttori, tutti con molle, meccanismi e proprietà differenti.

I più diffusi fra gli interruttori Cherry MX appartengono ai modelli: black, blue, brown e red.

Procediamo con ordine.

Gli interruttori più datati, risalenti al 1984, appartengono al modello Black che, come gli appartenenti al modello Red, forniscono feedback soltanto una volta che il tasto viene premuto completamente, rispondendo in maniera diretta e lineare alla pressione del dito dell’utente.
La molla, come si può notare dall’immagine, richiede 60 grammi di pressione per essere abbassata.
Tale genere di interruttore, dunque, potrebbe risultare molto scomodo per chi scrive molto, come, appunto, programmatori, scrittori o blogger che, per ovvi motivi, si affaticherebbero inutilmente facendo una pressione leggermente superiore alla norma per abbassare una molla rigida anche se si dimostra piuttosto efficace nell’ignorare digitazione errate, impedendo typo quando si scrive velocemente. Si tratta quindi uno switch per tastiere dure, con alta velocità di ritorno.

Di tutt’altra pasta sono invece gli switch appartenenti al modello Blue, provvisti di scalino, progettati appositamente per fornire un feedback molto presente.
Con una pressione di 50 grammi per l’attivazione, si prestano poco al gaming intensivo, specie per la difficoltà nel fare il cosiddetto doppio tap premendo un tasto.
Il modello blue è il prediletto proprio da chi usa il computer principalmente per scrivere a causa del caratteristico click che fornisce un feedback sonoro forte e chiaro, più rumoroso rispetto agli altri modelli a tal punto che il suo impiego in un luogo di lavoro aperto potrebbe infastidire i più suscettibili. Fa parte della famiglia di switch che fornisce, quindi, sia feedback tattile che sonoro.
Di tale modello, viene elogiata, però, la grande precisione.

Di contro, a fornire un feedback di tipo tattile ma non sonoro, vi è il modello Brown. Il feedback tattile viene fornito sotto forma di leggera spinta verso l’alto, proprio per far capire all’utente che il tasto è stato premuto fino in fondo. Questo modello di tasto è diventato ben presto uno dei più diffusi e un’ottima via di mezzo, un compromesso sia per chi apprezza la scrittura sia per chi intende giocare.
Al contrario del modello precedente, il Blue, l’assenza di un feedback sonoro troppo presente concilia l’utilizzo del modello Brown anche negli ambienti di lavoro aperti.

L’ultimo, ma non meno importante, dei modelli più popolari di switch è il modello Red.
Introdotti appena nel 2008, si tratta del modello più recente distribuito dalla Cherry Company. Anch’essi sono switch di tipo lineare, come il modello Black, e la bassa soglia di attivazione (appena 45 grammi per l’attivazione) li rende i prediletti per gli appassionati di videogiochi a causa della loro ottima reattività nonché il modello più diffuso fra le tastiere da gaming.

Vi sono, inoltre, svariati altri modelli, meno comuni, di interruttori switch:

  • Silent Red (Pink): si tratta di una variante del modello Red che, grazie all’impiego di gomma, riesce a rendere meno rumorosa la pressione. La soglia di attivazione resta comunque 45 grammi
  • Speed Silver: consiste in un’altra variante del modello Red. A differenza di quest’ultimo, lo Speed Silver si attiva dopo un percorso di 1.2 mm al posto dei canonici 2 mm, percorrendo un tragitto totale di 3.4 mm invece che 4 mm
  • Clear: è una variante del modello Black più dura. Fornisce feedback tattile come nel caso del modello Brown e ha una soglia di attivazione di 65 grammi
  • Grey: questo genere di switch viene impiegato per le spacebar nelle tastiere che montano switch del modello Clear. Hanno una soglia di attivazione di 80 grammi
  • Green: si tratta di una variante dello switch del modello Blue, più dura, che richiede 80 grammi di pressione. Anche questo modello viene usato per le spacebar
  • White: molto simili al modello Green e con la stessa soglia di attivazione. Si tratta di un modello più recente rispetto al Green e produce meno rumore all’attivazione
  • Super Black: consiste in una variante ancora più dura dello switch Black e richiede la bellezza di 150 grammi di pressione per essere attivato. Viene usato come switch per le space bar nelle tastiere che montano switch del modello Black, appunto
  • Dark Grey: si tratta di una versione meno dura del Super Black, dato che vengono montati sullo stesso genere di tastiera ma presentano una soglia di attivazione di 80 grammi.
  • Lock: si tratta di switch particolari che abbassano il tasto fino a quando non viene premuto di nuovo. Molto utile per il caps lock.

Come potete ben notare, esistono modelli per tutti i gusti e la conclusione più logica che si può trarre è che, al limite, esistono generi di switch più indicati per determinate attività ma sono gli utenti a dover decidere quale modello è il più congeniale per loro.

Restate con noi per altri approfondimenti sul mondo tech!