Dopo tanta attesa, Elden Ring è finalmente realtà e ha portato sulle nostre piattaforme quella che si può pacificamente considerare come l’opera più ambiziosa di From Software, capace di regalare centinaia di ore di gioco con un costante senso di scoperta e sempre nuovi segreti da svelare. Com’era ovvio che accadesse, infatti, sempre più utenti si stanno addentrando (e, siamo sicuri, continueranno ad addentrarsi) nell’Interregno, dedicando tantissimo del loro tempo ad esplorare le moltitudini di dungeon nascosti, zone completamente opzionali e a scovare riferimenti alle opere passate di Hidetaka Miyazaki.

Tuttavia, Elden Ring non è nato solo dalla mente del creativo giapponese, ma ha visto coinvolto anche George R.R. Martin, la penna che ha dato vita alla famosissima saga fantasy e, oramai, fenomeno di culto de Il Trono di Spade.

All’interno del gioco sono pertanto presenti richiami non solo alle altre IP della software house e alle opere che hanno ispirato il creativo giapponese, ma anche al mondo di fuoco e ghiaccio imbastito dallo scrittore statunitense.

In particolare un’arma, oggetto di questa guida, è un chiaro riferimento a Games of Thornes, nonché uno degli armamenti leggendari presenti all’interno del gioco, ideale per chi cerca un’arma da sfruttare nel mid-game: lo Spadone della Lama Innestata.
Se volete essere sicuri di non mancare tale spada ed aggiungerla al vostro inventario (magari usandola come arma principale), continuate a leggere la semplice guida che abbiamo redatto per voi.

Come, dove e quando trovare lo Spadone

Partiamo da una buona notizia, lo Spadone della Lama Innestata è reperibile fondamentalmente sin dalle fasi iniziali di Elden Ring, trovandosi proprio a Sepolcride, la prima delle zone in cui è suddiviso l’Interregno e in cui il nostro Senzaluce muove i primi passi nel suo viaggio alla ricerca dell’Anello Ancestrale.

Per prima cosa, dovrete recarvi nella parte più settentrionale della mappa, più precisamente al margine sud, ove è presente la piccola penisola di Morne e il castello che porta lo stesso nome. L’arma che stiamo cercando si troverà alla fine del castello, per cui sappiate fin da ora che non solo dovrete farvi largo tra i nemici, ma anche battere il boss (opzionale) che ve la dropperà.

Raggiunta l’entrata del castello, prendete l’ascensore alla fine del corridoio e fatevi strada andando sempre diritto fino al fondo del cortile del castello. Girate a destra, raggiungete la fine del vicolo e salite la lunga scala che vi permetterà di arrivare in cima alla costruzione. Raggiunta la sommità delle scale, andate nuovamente a destra e raggiungete la fine delle mura senza prendere altre vie, finché non vi troverete ad una sorta di vicolo cieco.

Sempre sulla destra troverete una parte delle mura crollate, da dove potrete gettarvi e raggiungere un luogo di grazia (che vi consigliamo di adoperare).

Scendete ancora fino a poggiare nuovamente i piedi su delle mura, che dovrete brevemente seguire andando a destra e saltando oltre lo spazio che separa la fine del percorso dalle celle. Scendete dalla grada, uscite dalla prigione, in cui troverete un NPC con cui parlare, e continuate a seguire il percorso sulla destra.

Osservate attentamente la strada che state percorrendo e, prima di raggiungere il fondo, troverete una torre sottostante su cui saltare. Scendete nuovamente sul terreno poco sotto e nuovamente sulle altre aree piane alla vostra destra. Già da qui è possibile intravedere l’entrata con la nebbia dove affronterete il boss.

Scendete con attenzione dalla grata della torre sfruttando le travi di sostegno ed evitando di fare una rovinosa e mortale caduta. Usciti da lì potete direttamente gettarvi nell’acqua bassa e raggiungere colui che vi fornirà l’arma.

Superata la coltre di nebbia, infatti, dovrete affrontare la Progenie Leonina, un boss opzionale che non dovrebbe crearvi troppi problemi anche se vi trovate nelle fasi iniziali di gioco, ma che è sempre meglio combattere con estrema attenzione (come tutti i boss di From).

Battuta la Progenie Leonina, acquisirete direttamente lo Spadone della Lama Innestata, una spada fatta… beh… di tante spade, proprio come il famoso trono dei Sette Regni di Games of Thrones. Come detto in apertura, si tratta di uno degli armamenti leggendari, che richiederà 40 in forza e 14 in destrezza per essere sfruttato appieno (anche se basterà possedere un valore di 25 in forza per essere usato a due mani).

Questi requisiti e il suo scaling C in forza ed E in destrezza, nonché i 157 punti danno di base, la rendono un’arma ideale per le build da tank e da sfruttare nel mid-game. Altresì, la sua abilità unica “Voto di Vendetta” garantisce un buff non indifferente ai punti vita e vigore del vostro Senzaluce.

Se siete interessati a sfruttare al massimo questa spada leggendaria fin dalle fasi iniziali di gioco, vi consigliamo di seguire anche la nostra guida al farming di rune, così da livellare in fretta e diventare inarrestabili.