Halo infinite

Alle 17:00 di oggi si è tenuta la Multiplayer Overview di Halo Infinite, che ci teniamo a ricordarlo, sarà gratuito ovunque. Esatto avete capito bene, che siate su Xbox o Pc potrete giocare il titolo liberamente, gratuitamente e portandovi con voi i vostri salvataggi grazie la funzione cross-save. Oltre a questo sarà inoltre possibile giocare, come sulla MCC, con utenti provenienti da tutte le piattaforme. E questo è solo l’inzio, ma andiamo con ordine.

Modern Legacy

In questa sezione gli sviluppatori hanno sottolineato come sia stato difficile per loro identificare gli elementi portanti del multiplayer, riproponendoli con gadget, armi e nuove modalità. Alla base di ogni match ciò c’è una partenza equilibrata per entrambi i team che poi diverrà una caccia alle migliori armi che vi permetteranno di crearvi opportunità all’interno di ogni singolo scontro a fuoco. La frase chiave però è solo una: guadagnarsi ogni singola kill.

Sandbox

Per spiegarvi al meglio questa frazione dovremmo chiedervi di immaginarvi una scatola vuota e di riempirla inizialmente con tutto ciò che amate di Halo, per poì aggiungere pezzi nuovi e bilanciarli. Infine aggiungete due team di Spartan e vedete chi ne esce fuori da vincitore. Ma cosa aggiungere e come bilanciarlo sta a voi. Non è di certo un lavoro facile. 343Industries ha deciso di andare sul sicuro, riproponendo gli equipaggiamenti. Una cara vecchia conoscenza per gli amanti della saga da Halo 3 in poì. Tra le tante abilità abbiamo l’ormai celeberrimo grappling hook, l’invisibilità e tanti altri ancora. Ma attenzione, se verrete uccisi, le abilità che non avrete già usato potrebbero finire nelle grinfie del nemico. Un’altra novità assoluta riguarda i veicoli, che ora, dopo aver ricevuto ingenti danni, potrebbero perdere una ruota o un cingolo variando lo stile di guida. Se il mezzo subirà troppi danni avrà un breve countdown prima dell’esplosione, che permetterà ai giocatori da riflessi più pronti di fuggire prontamente. Una delle macchine più iconiche di Halo è sicuramente il Warthog e adesso sia aggiunge un nuovo membro alla famiglia di 4×4: il Razorback. Questo ricorda molto il Warthog trasporto truppe di Halo 3, ma ha qualche peculiarità speciale come il sito di aggancio per armi supplementari. Inoltre lo spawn dei veicoli e delle armi non sarà più casuale o secondo countdown anonimi bensì verrà comunicato via radio e saranno visualizzabili sulla mappa la discesa di pellican e capsule di rifornimento, che vogliono rendere ancora più partecipe l’utente sul campo da battaglia.

Player Expression

A proposito di utenza, veniamo alla portata principale: la customizzazione. Gli sviluppatori hanno voluto dare a ognuno di noi massima espressione nel titolo, garantendo quasi infinite (tanto per restare in tema) combinazioni di stile. L’obiettivo finale? Fare si che ognuno di noi possa avere il proprio alterego nell’universo di Chief. Idea nobile, ma come si esplica concretamente? Per cominciare ognuno di noi potrà scegliere la propria IA, colei che farà il tifo per noi e urlerà “Doppia Uccisione”, “Tripla Uccisione”, eccetera. Poì attraverso un nuovo sistema di skin e armature. Abbiamo già parlato del coating sistem, che permetterà ai giocatori di dare non solo colorazioni differenti alle proprie armature, ma anche di alterarne i materiali e gli effetti visivi. Questa caratteristica sarà come per la Master Chief Collection, integrata anche per le armi e i veicoli. Una novità incredibile è che saranno molti di più i pezzi di armatura personalizzabili, e sarà inoltre possibile integrare il nostro personaggio con protesi meccaniche che possono prendere il posto delle nostre gambe, braccia, avambracci e cosce.

Per ottenere tutte queste meraviglie non sarà necessario acquistare lootboxes o sperare in un random loot a fine di ogni match. Bensì ci saranno sfide da completare e Battlepass acquistabili che al progredire di ogni livello garantiranno pezzi di coating e armature esclusive. Ma se non avete tempo da perdere dietro un’intera stagione non temete! 343I corre in vostro aiuto garantendovi la possibilità di acquistare quasliasi BattlePass già uscito e permettendovi di continuarlo liberalmente quando volete. La prima stagione sarà ispirata a Reach e vi sarà acquisibile anche la nuova armatura samurai intravista nel trailer di ieri.

Academy

L’ultimo paragrafo è riservato all’Academy, un hub molto particolare, dove per i nuovi cadetti e tutti coloro che vorranno provare a migliorare le proprie skill sarà possibile cimentarsi in prove di svariato genere anche contro bot dall’intelligenza regolabile. L’esperienza all’interno dell’accademia sarà totalmente immersiva, a tal punto che sarà possibile passeggiare fra i corridioi e visitare ogni singola stanza dell’edificio. Non sappiamo se sarà visitabile da più giocatori in contemporanea, diventando così un hub vero e proprio fra i vari giocatori, come lo è la Torre per i giocatori di Destiny. Noi ci auspichiamo davvero che l’Academy possa divenire centro nevralgico per il social multiplayer di Halo Infinite, ma per saperne di più dovremo ancora attendere.

La community

Piccola parentesi d’eccezione va fatta per la community. La quale verrà supportata continuamente nei mesi verso il lancio di Halo Infinite, ce lo promette Unyshek, quindi c’è da fidarsi. Restiamo in attesa di mettere le mani sul nuovo Halo Waypoint e speriamo vivamente che entro la fine dell’estate sia possibile provare la Beta del titolo. Per essere certi di avere almeno una sperenza di essere selezionati, iscrivetevi tutti al programma Halo Insider.

Allora siete pronti per Halo Infinite? Continuate a seguirci su tutti i nostri social per restare aggiornati e ricevere tutti nostri editoriali riguardanti la campagna del prossimo capitolo.