Prima di parlare di Halo Wars 2, facciamo un piccolo salto indietro. Bungie, nel 2001, realizzò un’impresa destinata a entrare nella storia del gaming. Halo: Combat Evolved strappava l’esclusività degli FPS al mondo PC per portarli anche su console, diventando così la prima e la più importante Killer Application della nuova piattaforma Microsoft: Xbox. Halo ha rivoluzionato un genere e aperto la strada a un mercato nuovo, inedito per le home consoles. Una rivoluzione che il brand ha continuato negli anni, a cui se ne è aggiunta un’altra, non più riguardante gli sparatutto in prima persona.

Otto anni fa i creatori di Age of Empires, Ensemble Studios, stupivano il mondo videoludico realizzando un’operazione azzardata che pochi si sarebbero mai sognati di pensare: portare gli RTS, gli strategici in tempo reale, su console, un territorio a loro completamente estraneo. Un azzardo che si è trasformato in un successo, dimostrando ancora una volta l’enorme potenzialità di un brand come Halo, capace di adattarsi oltre ogni previsione. Era il 2009 e Halo Wars veniva pubblicato in esclusiva per Xbox 360.

Una generazione di console dopo, Halo Wars è pronto a tornare a ben otto anni di distanza, con il secondo capitolo dedicato allo strategico. Passato dalle mani di Ensemble Studios, chiusi ormai diversi anni fa, in quelle sagge di Creative Assembly (gli sviluppatori di Total War, giusto per citare qualcosa del loro curriculum), Halo Wars 2 fa il suo ingresso in scena in grande stile, promettendo di innovare ancora una volta il genere per portarlo a nuove vette e nuove possibilità. E dannazione se ce l’ha fatta.

Halo Wars 2 Stacked Logo on BlackDivider Halo Bulletin

Halo Wars è tornato

Divider Halo Bulletin

Halo Wars 2 ricalca la riuscitissima formula del suo predecessore, rifinendola ulteriormente e, dove possibile, evolvendola in qualcosa di nuovo. La prima novità è data dal lato gestionale, con l’introduzione dell’Energia accanto ai Rifornimenti standard, già presenti nel primo capitolo. L’Energia, prodotta con i Generatori, ora infatti sarà fondamentale per effettuare potenziamenti tecnologici e per costruire le unità più avanzate, che richiedono una quantità mista di Energia e Rifornimenti. Il livello tecnologico, dato nel primo Halo Wars dai Reattori, ora è potenziabile dalla nostra base principale tramite il quale potremo accedere agli upgrade e alle unità più avanzate. Assicurarsi un cospicuo flusso costante di Energia e Rifornimenti sarà il primo passo per poter creare e migliorare le nostre truppe.

Il gameplay base si sviluppa sempre sulla ormai consolidata formula a “carta-forbice-sasso dove tendenzialmente le unità di fanteria sono forti contro i velivoli, i velivoli contro i veicoli e i veicoli contro la fanteria. Ovviamente le unità speciali hanno particolari bonus, come i Cacciatori, unità di fanteria, molto efficaci contro i veicoli, o i Wolverine, veicoli antiaerei. Imparare i punti di forza e di debolezza delle nostre unità, e soprattutto di quelle del nemico, sarà il primo passo per la vittoria. Halo Wars 2 ha un gameplay molto veloce, che porta ad un ricambio continuo del nostro esercito, che deve essere sempre in grado di adattarsi alla minaccia con la maggiore rapidità possibile. Mobilità, controllo delle Risorse e dell’Energia e capacità di creare e schierare nuove truppe in continuazione sono alla base di ogni vittoria.

Halo Wars 2 MP Ashes Firebase

Ultimo fattore che chiude gli elementi del gameplay sono i Poteri Leader, ovvero tutte le abilità speciali che, se soddisfatti i loro costi di impiego, potranno essere in grado di cambiare le sorti della battaglia. Chiamare un battaglione di ODST sul terreno alle spalle del nemico, schierare mine occultate sul campo di battaglia o ancora scatenare tutta la furia distruttrice degli attacchi orbitali potranno darvi il vantaggio necessario per volgere le sorti dello scontro in vostro favore. Tuttavia i nostri Poteri non saranno sbloccati sin da subito ma durante il corso delle partite, in base alle nostre azioni, guadagneremo esperienza che, una volta riempita un’apposita barra posta accanto alla minimappa, ci fornirà un Punto Abilità da spendere in uno dei nostri Poteri. In questo modo potremo essere noi a scegliere quali Abilità potenziare per prime in modo da adattarle al nostro personale stile di gioco.

I Leader disponibili saranno 6, tre per fazione, e, come di consueto, ognuno disporrà di Poteri, Unità e statistiche uniche. Scegliete con cura il Leader che si adatti maggiormente al vostro stile di gioco! Grande punto di forza di Halo Wars 2 è la semplicità con cui possono essere appresi i meccanismi base, affiancata dalla complessità di quelli avanzati. Come dicevano a Blizzard, facile da imparare, difficile da padroneggiare!

Divider Halo Bulletin

#KnowYourEnemy

Divider Halo Bulletin

Halo, si sa, non è solo multiplayer competitivo o intense sessioni di shooting (o di strategia, in questo caso). Halo è una grande storia, forse l’universo videoludico fantascientifico più vasto e ricco. Il suo Universo Espanso si dirama tra giochi, libri, fumetti, corti di animazione, web series e lungometraggi, andando a comporre una narrativa di tutto rispetto. Ecco perché i fan di Halo sono così esigenti per quanto riguarda le Campagne dei vari titoli. Sono abituati al meglio e vogliono il meglio. Halo Wars 2 non potrà che soddisfarli.

halo-wars-2.0.0

Lo strategico di Creative Assembly è uno spin-off della saga, esattamente come il primo capitolo, che però riesce a incastrarsi alla perfezione all’interno dell’intera narrativa. L’incipit è semplice: 2559, 5 mesi dopo Halo 5, a 28 anni di distanza dagli eventi di Halo Wars, la UNSC Spirit of Fire si sveglia dal suo sonno criogeno. Qualcosa l’ha strappata dalla sua lenta deriva nello spazio ed ora orbita attorno alla più grande installazione artificiale della Galassia: l’Arca. Ma non sono soli. Un’imponente armata di mercenari, assassini, reietti è giunta sull’Arca prima di loro. Sono i The Banished, gli Esiliati, guidati da Atriox, uno spietato comandante Brute, divenuto leggenda per aver sfidato l’Impero Covenant ed essere sopravvissuto.

Nei panni di Cutter e dei suoi uomini dovremo quindi strappare il controllo dell’Arca agli Esiliati, in una condizione sia numerica che tecnologica sfavorevole. Halo Wars 2 ci offre una Campagna d’alto livello, un’operazione militare in grande stile per minare alle fondamenta il potere di Atriox e del suo potere bellico, salvando così la Galassia da una grande minaccia. La narrazione è di ottima fattura e il balzo qualitativo con il titolo precedente si sente parecchio, anche nel Character Design. Ci sarà difficile non empatizzare con Isabel, l’IA introdotta dal titolo, ammirare la determinazione di Cutter o restare affascinati dalla maestosità di un personaggio come Atriox, forse uno dei migliori cattivi in tutta la saga. Inoltre viene dato grande risalto al Red Team degli Spartan-II che passano dai “big guys” a personaggi a tutto tondo, che interagiscono in modo attivo sia tra loro che con gli altri personaggi e la trama.

Halo Wars 2 Cinematic Still Fallen Spartan

Come ormai è tradizione, è stata Blur a occuparsi delle cinematiche in computer grafica, confermando ancora una volta il suo magistrale lavoro dopo i sorprendenti risultati ottenuti con Halo Wars, Halo 2 Anniversary e Halo 5: Guardians. Tuttavia i fan che si aspettano svariate cinematiche, abituati al primo Halo Wars, resteranno forse leggermente delusi. Su 12 missioni della campagna, infatti, solo 4 avranno i classici filmati introduttivi in computer grafica, ai quali va ad aggiungersi l’Intro, l’Outro e il filmato bonus alla fine dei titoli di coda. Blur, 343i e Creative Assembly hanno evidentemente voluto risparmiare sulla quantità e di concentrarsi così sulla qualità delle cinematiche stesse. Tra una missione e l’altra assisteremo infatti ad una sorta di briefing dove Cutter, Isabel e Anders ci illustrano gli obiettivi della missione stessa, mentre le immagini del terreno e i consigli sull’approccio da adottare chiudono il quadro. Ma quando c’è bisogno di sfoderare tutta la potenza della narrativa di Halo, ecco che arriva Blur che con una regia superba, una qualità per il dettaglio e un’animazione impareggiabile è in grado di scatenare tutto il proprio talento. Le cinematiche di Halo Wars 2 saranno sì poche ma di altissima qualità e comunque lunghe; stiamo parlando infatti di più di 30 minuti di video complessivi, probabilmente tra le migliori mai realizzate per la saga di Halo. Apprezzerete particolarmente la funzione Cinema del menu che vi permetterà di riguardare le singole cinematiche in tutto il loro splendore.

Fusion x64 TIFF File

La curva di apprendimento della Campagna è costruita sapientemente e, missione dopo missione, impareremo a prendere familiarità con le meccaniche, le unità, i poteri, il controllo del territorio e delle risorse e così via. Le mappe sono veramente grandi ed il gameplay è estremamente vario ed ogni missione offre uno schema e un’impostazione diversa, con una varietà sorprendente rispetto al primo capitolo. Non solo, ciascuna missione ha fasi di approccio strategico che variano durante il corso della missione stessa, che spesso viene divisa in più fasi. Costruzione, esplorazione, difesa, incursione… La varietà degli obiettivi e le tattiche di approccio ad essi cambiano in continuazione, arrivando a proporre soluzioni sorprendenti, come la fantastica missione in stile tower defense. La longevità è buona anche se non eccelsa (le missioni sono “solo” 12 come detto) ma presenta una forte rigiocabilità data anche dagli svariati collezionabili presenti. La Campagna di Halo Wars 2 è un piacere da giocare, tanto per la narrazione e la storia quanto per l’eccellente level design che è in grado di offrire.

Halo Wars 2 Campaign Deadly SkirmishDivider Halo Bulletin

RTS per Tutti i Gusti

Divider Halo Bulletin

Halo Wars 2 offre una vasta e variegata scelta per chiunque voglia abbandonare le epiche gesta della Campagna e gettarsi a capofitto nei gloriosi campi di battaglia del multiplayer. La modalità più innovativa è Blitz, che tratteremo in seguito, affiancata dalla più classica Schermaglia contro l’IA e dal multiplayer competitivo, classificato e non. Ultimamente Microsoft si è dimostrata sempre più interessata all’aspetto competitivo del gaming e, all’interno di questo quadro, non poteva mancare Halo Wars 2. Attualmente l’unica playlist classificata è Obiettivi a Squadre ma 343i ha manifestato più volte l’intenzione di supportare l’aspetto competitive del titolo e, visto il magistrale supporto riservato ad Halo 5: Guardians, non possiamo che essere fiduciosi. Il sistema di Raking ricalca quello adottato per Halo 5, adottando così un meccanismo già rodato e funzionante.

Halo Wars 2 MP Ashes Firebase on Fire

Le modalità di gioco attualmente sono tre: Deathmatch, Roccaforti e Controllo, con le loro sottovarianti. Deathmatch è l’esperienza classica a cui siamo abituati: squadre da 1 a 3 giocatori si affrontano nell’esperienza completa di Halo Wars 2 in una battaglia all’ultimo sangue. Controllo vede affrontarsi due schieramenti per il possesso di tre zone, il controllo delle quali permetterà di segnare punti, un classico degli RTS. L’ultima modalità, Roccaforti, presentata in occasione della Gamescom, vede le due squadre partire con risorse illimitate e tutti i potenziamenti sbloccati, per una battaglia rapida e senza esclusione di colpi per il controllo delle mini-basi sparse per tutta la mappa. Allo scadere del tempo vince la squadra che ne occupa di più. Inoltre, in Roccaforti ogni base controllata aumenta la dimensione massima del nostro esercito, un fattore da prendere in seria considerazione!

vlcsnap-2016-08-21-11h57m17s558

Halo Wars 2 si propone con l’intento di soddisfare diversi tipi di giocatori, ampliando l’offerta contenuta nel titolo. Infatti, stando alle parole di Dan Ayoub, il leader dei progetti secondari di 343i,  gli sviluppatori hanno scelto di diversificare il più possibile le modalità di gioco, in modo da poter soddisfare i palati più diversi dei giocatori. Non tutti hanno il tempo o l’interesse di affrontare intense battaglie di strategia dalla lunga durata. Esistono giocatori diversi, con esigenze diverse, gusti diversi e disponibilità di tempo diverse. Ed è proprio per questo che Creative Assembly ha ideato delle modalità brevi, più frenetiche, da affiancare a quelle classiche. Modalità diverse per esigenze diverse, in modo da venire in contro e rendere appetibile un genere abbastanza di nicchia come gli strategici a un pubblico molto più vasto.

Halo Wars 2 MP Frontier Victory

Attualmente le mappe multiplayer disponibili sono 8 ma non è da escludersi che in futuro l’esperienza, già ora come ora corposa, verrà arricchita tramite update e DLC.Divider Halo Bulletin

Blitz!

Divider Halo Bulletin

Blitz è probabilmente la modalità più innovativa e il fiore all’occhiello del titolo, un po’ come Warzone è stata per Halo 5. Come il nome suggerisce, è una modalità estremamente veloce e rapida, ideale per brevi partite una dopo l’altra. La struttura di base è quella di Controllo, senza però avere le basi e la gestione delle risorse. Blitz infatti unisce gli RTS ai giochi di carte in un mix veramente esplosivo e funzionale. Ogni giocatore possiede infatti un mazzo virtuale da 12 carte dove ogni carta può corrispondere ad un’unità o ad un Potere Leader. In mano si avranno 4 carte, ognuna con un preciso costo di Energia. Per giocare un’unità sul terreno dovremmo chiamare quella carta, pagare il suo contributo di Energia e mischiarla nel mazzo per pescarne un’altra. L’Energia si rigenera nel tempo e la velocità di rigenerazione può essere aumentata recuperando dei drop casuali di Energia attraverso la mappa. Inoltre ogni unità evocata al di fuori della base di partenza subisce un malus da “affaticamento” alla salute e ai danni per 8 secondi. La prima squadra che raggiunge per prima i 200 punti grazie al controllo delle zone vince la partita.

halo-wars-2-blitz-rollout

Blitz di fatto è anche un gioco di carte, dove la composizione del nostro mazzo gioca un ruolo chiave. Ed è qui che entrano in gioco i pacchetti, esattamente come nei giochi di carte collezionabili. Il sistema delle Requisizioni di Halo 5: Guardians ha avuto un successo tale che è stato esportato anche in altri giochi. Gears of War 4 ne è un esempio e anche Halo Wars 2 ricalca per certi versi lo stesso sistema. Completando sfide, salendo di livello, sbloccando particolari obiettivi, riceveremo un pacchetto di carte che andranno ad arricchire la nostra collezione. Ogni pacchetto contiene 5 carte casuali, di rarità variabile. Nel caso dovessimo ottenere una carta doppia, il livello di quella particolare unità o Potere salirà, aumentandone le statistiche quando la impiegheremo in Blitz. Alcune carte saranno universali per fazione, altre invece saranno esclusive dei vari Leader.

blitz-building

Come già accennato, le carte sono di due tipi: le carte unità e le carte Poteri. Le unità rappresentano appunto le nostre truppe da schierare sul campo di battaglia, mentre i Poteri funzionano come i Poteri Leader del gioco standard. Le carte unità funzionano esattamente come le armi e i veicoli REQ di Warzone, con le varianti migliorate, ma più costose. Se schierare un Hornet ci costerà 80 di Energia, un Hornet Militare, più corazzato e meglio armato, arriverà a costarci 130, costringendoci dunque a scegliere un giusto equilibrio tra prezzo ed efficacia delle nostre carte.

halo wars 2 blitz card

Con le carte ottenute potremo creare tre mazzi diversi per ogni Leader e selezionare il nostro preferito prima di ogni partita. Le carte non sono ovviamente monouso come accade in Warzone in Halo 5, ma funzionano esattamente come i giochi di carte collezionabili. Inoltre una particolare carta può far parte di più mazzi contemporaneamente, permettendoci di costruire così il nostro mazzo ideale.

Ripercorrendo la strada aperta dalle REQ di Halo 5, le carte di Blitz cercano di emulare lo stesso concetto dal grande successo nella speranza ben riposta di aumentare la longevità del titolo e l’interesse dei giocatori verso questo particolare tipo di collezionismo.

photo_2017-02-16_01-38-23

Blitz presenta inoltre una modalità Firefight dove dovremo resistere e mantenere il controllo delle tre zone per più tempo possibile, da soli o in cooperativa, contro ondate di forze nemiche sempre crescenti. Rispetto a Blitz normale l’Energia non si rigenererà ma dovremo raccoglierla manualmente tramite i drop casuali sulla mappa, aumentando così il grado di sfida. Blitz Firefight è una modalità che potrebbe fare la gioia di tanti amanti del multiplayer cooperativo.Divider Halo Bulletin

Art of “Old School”

Divider Halo Bulletin

La componente artistica di Halo Wars 2 merita senza dubbio una nota a parte. Sappiamo tutti quanto i fan di Halo amino tutto ciò che riguarda il design, il concept e l’architettura della saga. L’Arte di Halo ha un posto speciale nel cuore di tutti noi. Per questo molti non hanno apprezzato le innovazioni e le modifiche apportate nel corso degli anni, ree di essersi allontanate troppo dallo stile originale. Per tutte queste persone, giocare ad Halo Wars 2 sarà come fare un salto nel passato.

Halo Wars 2 Cinematic Still Jerome-092

La Spirit of Fire è rimasta fuori dai giochi per 30 anni, con un equipaggiamento e una tecnologia ormai obsoleta nell’ipertecnologico universo di Halo. Vedere nelle cinematiche gli Spartan impugnare i vecchi BR55, o i classici Hornet e Warthog solcare il campo di battaglia è in grado di scatenare a tutti un po’ di nostalgia. Anche le unità degli Esiliati hanno uno stile e un design molto simile a quello originario della prima trilogia, separato dalle innovazioni e dai nuovi modelli adottati dalle Lame di Sanghelios o dai Covenant di Jul ’Mdama.

Halo Wars 2 Blitz Grunt Art

Il design degli ambienti, le bellezze paesaggistiche dell’Arca, le imponenti strutture dei Precursori… L’arte di Halo Wars 2 non potrà che emozionare tutti i fan, soprattutto i più nostalgici.

Divider Halo Bulletin

Tecnicamente Parlando…

Divider Halo Bulletin

Halo Wars 2 è un titolo Play-Anywere nella versione Digital, in perfetta linea con le ultime politiche di Microsoft sull’ecosistema condiviso Xbox-PC. In questo modo abbiamo potuto provarlo su entrambe le piattaforme e siamo rimasti pienamente soddisfatti del risultato. Ovviamente su PC la risoluzione e il dettaglio sono maggiori rispetto che su ONE, sulla quale però risulta comunque di grande impatto visivo. Il framerate è granitico in entrambe le versioni e nemmeno le battaglie più concitate hanno dato problemi ai tanto famigerati fps. Il sonoro è realizzato con maestria, sia per quanto riguarda gli effetti che per la colonna sonora che nulla ha da invidiare a quella del primo Halo Wars. Anche le animazioni e i modelli delle unità sono trattati con una cura quasi maniacale. Chiamare una squadra di Marines in una delle nostre basi, vedere un Pelican atterrarci sopra, scaricare un plotone che entra nella struttura ed assistere poco dopo alla squadra armata di tutto punto uscire dalla base non ha prezzo.

d2fl7j79

Solo in qualche occasione durante le animazioni di caricamento o i video di intro con il motore del gioco delle missioni ci sono stati dei brevissimi blocchi di una frazione di secondo, nulla che comunque possa minare la solidissima esperienza tecnica del gioco.

Purtroppo Halo Wars 2 non presenta alcuna funzione di Cross-Play dato che l’introduzione della feature è arrivata in una fase di sviluppo del gioco troppo avanzata. La sua integrazione avrebbe richiesto troppe risorse che il team ha deciso di investire su quanto già costruito.

Ultima nota dolente è la mancanza del doppiaggio nella versione localizzata italiana. Sottotitoli, descrizioni e didascalie sono perfettamente tradotte nella nostra lingua madre ma, per la prima volta nella storia del brand di Halo, l’audio del gioco resta quello originale inglese. Questo potrebbe rivelarsi una delusione per diversi fan, abituati a godere di Halo completamente in italiano.

Halo Wars 2 Cinematic Still Atriox Uprising

 

PRO CONTRO
  • Level Design della Campagna eccezionale
  • Le Cinematiche di Blur sono strabilianti
  • Campagna Rigiocabile e ricca di Collezionabili
  • Narrativa e Personaggi costruiti sapientemente
  • Comparto Multiplayer solido, divertente e vario
  • Blitz è una riuscitissima innovazione per il genere RTS
  • Artisticamente e Tecnicamente ineccepibile
  • Design e Narrazione Old School per i nostalgici
  • La Campagna non è purtroppo eccessivamente longeva
  • Manca il Cross-Play tra Windows 10 e Xbox ONE
  • Per la prima volta niente Audio in Italiano

Halo Wars 2 Blitz Alice-130

Conclusione
Halo Wars 2
9
Articolo precedenteProject Scorpio – Finalmente abbiamo una data per la presentazione
Prossimo articoloSplash! Magikarp è il nuovo gioco per mobile di The Pokémon Company
Classe '94, è un grandissimo appassionato di Halo, Borderlands e A Song of Ice and Fire. Adora leggere, scrivere, disegnare ed, ovviamente, videogiocare. Studente di Illustrazione vorrebbe un domani lavorare nel mondo dei videogiochi. Collaboratore di Halopedia ed ora del 17K è pronto a dare il massimo per aiutare i meno fortunati a conoscere il verbo di Halo, oltre che ad indirizzarli a diventare dei veri Cacciatori della Cripta e ad venerare l'Unico Vero Re, Stannis della Casa Baratheon.