Nelle ultime ore è uscito l’episodio 02 della seconda stagione di #HUNTtheTRUTH, anticipato però da un’immagine contenente un messaggio diretto da Michael Sullivan all’ammiraglio Serin Osman.

In breve, il messaggio è una lettera di scuse inviata da Sullivan, strettamente correlata al recente spot pubblicitario per Halo 5: Guardians, in cui un ufficiale dell’ONI riporta la morte di Master Chief nel 2560; tuttavia la data in cui avviene il discorso è ancora il 2558. Sullivan sottolinea come il discorso preparato per la dichiarazione fosse corretto ma sia stata l’emozione dell’annuncio a far sbagliare la donna.

 

Di seguito, la traduzione italiana:

Ammiraglio Osman,

La prego di accettare le mie più sincere scuse per l’errore commesso durante la trasmissione di oggi. Mi assumo la totale responsabilità in qualità di ufficiale incaricato per l’esecuzione di questo annuncio. Ci tengo a farle presente che il mio staff, il tenente Boren e io stesso siamo al corrente della gravità della situazione e, di conseguenza, dell’imbarazzo che un errore di questa natura porta sull’Ufficio di Intelligence Navale.

Per quanto riguarda la spiegazione che ha richiesto, come già affermo nei documenti allegati, il testo fornito al tenente Boren era quello approvato e corretto che è stato controllato da me e dallo staff. Apparentemente il tenente Boren, a causa dell’emozione dovuta all’importanza del momento, non è stata in grado di rimanere concentrata e, come ben sa, ha commesso un errore enunciando la data in cui il Master Chief Petty Officer John-117 è stato dichiarato KIA (che avrebbe dovuto essere il 27 Ottobre 2558). Mi ha chiesto il tenente di porre le sue più sincere scuse a lei e alla leadership UNSC.

Per quanto riguarda  le sue specifiche domande sul perché abbiamo deciso di usare il tenente Boren invece che un membro dello staff più esperto, è stato valutato dal reparto risorse umane che il suo atteggiamento, esposizione e apparenza erano i più adatti per un annuncio di questo genere: adatta per via di una “credibile sincerità” e “capacità di esporre fatti gravi”. Il tenente Boren mi ha assicurato che si sentiva pronta per un incarico di questo ambito e natura. Accetto la responsabilità per aver commesso un errore di giudizio.

Il tenente Boren è stata immediatamente ri-assegnata al dipartimento Gestione Annunci Industriali sulla colonia mineraria BXR-730 (per la quale è immediatamente partita). Il suo lavoro non sarà rivolto direttamente al pubblico e sarà controllato per intero su base settimanale da membri del mio staff.

Ancora una volta, la prego di accettare le mie più sincere scuse per questo spiacevole incidente. La prego di farmi sapere se ha ulteriori dubbi o domande aggiuntive.

A lei rispettosamente sottoposto,

Michael Sullivan

Direttore delle Comunicazioni, Ufficio di Intelligence Navale

Comandante, Marina UNSC

Boston, Terra